Sorrento, Via Capo? Così è se vi pare! (…e se non vi pare…)

0

di Salvatore Caccaviello

Di fronte ad una perenne inerzia dell’intera amministrazione ,mentre gli assessori preposti non trovano di meglio che confrontarsi sui social network, a quanto pare ancora per una ulteriore stagione, una delle più suggestive ed importanti strade della nostra città, è destinata a rimanere  in uno stato pietoso.

Sorrento –  L’illusione fu quando, ad inizio primavera, il Comune varò un provvedimento con il quale, per alcuni giorni, si limitava il traffico lungo via Capo a causa di lavori di rifacimento del manto stradale. Quando poi tali lavori si rivelarono soltanto per il tratto che aveva riguardato la metanizzazione, ossia una striscia di alcuni metri di asfalto che percorre in lungo un tratto della carreggiata, forte fu lo stupore e la delusione da parte dei cittadini per quella che si rivelò essere una singolare ed anomala decisione. Le residue speranze di vedere dopo anni un asfalto decente in Via Capo tramontarono definitivamente allorquando, alcune settimane più tardi, con una ulteriore trovata il Comune, tra l’incredulità e lo sconcerto della cittadinanza, dei turisti e soprattutto da parte dei titolari delle prestigiose strutture turistiche, localizzate lungo uno dei percorsi più suggestivi ed attraenti del nostro territorio, decise di rifare la segnalazione orizzontale s resti di un asfalto vecchio e fatiscente. Un segnale deciso con il quale, non curanti dell’importanza che senz’altro rappresenta per l’immagine del nostro turismo, si lasciava intendere che ancora per questa stagione, Via Capo sarebbe stata presentata con il solito look, ossia pari ad una mulattiera. Grosse buche e pericolosi avvallamenti sono diventati ormai una caratteristica di tale importante strada che oltre a collegare il centro città con la vicina Massalubrense e la costiera amalfitana offre uno dei panorami più apprezzati e rinomati d’Italia. Tra metanizzazione, linee elettriche, fibra ottica , Via Capo, come altre strade cittadine per anni è stata massacrata da una serie di scavi di varia natura senza che poi ci si sia adoperati per un nuovo asfalto. Uno spettacolo indecoroso offerto quotidianamente a migliaia di turisti, ospitati nelle splendide strutture che lungo Via Capo si affacciano sul golfo. Senza parlare degli enormi disagi che cittadini e pendolari ogni giorno devono affrontare nel percorrerla. Via Capo che come tante altre strade dovrebbe essere il biglietto da visita, per chi sceglie  la nostra città per trascorrere una tranquilla vacanza, continua pertanto a rimanere  l’ennesima problematica irrisolta. Intanto , con una situazione, che potremmo benissimo classificare di totale emergenza,  visto le tante problematiche ed inchieste in corso ad opera dell’ Autorità Giudiziaria, si continua ad assistere , come niente fosse, ad inutili manifestazioni e convegni ,con finanche, nel vano tentativo di mettersi in mostra, degli inutili confronti tra assessori sui social networks.  Mentre  la città langue e si continua a sopravvivere grazie ad un territorio che sebbene martoriato, continua a fare la sua parte,gran parte della cittadinanza si chiede per quanto ancora bisogna essere succubi di tale inutile inerzia.  Da parte di una  Amministrazione che nel corso di questi anni  ha abbonadantemente dimostrato i suoi limiti in fatto di programmazione e competenza. Quando di fronte a problematiche come l’attuale stato di via Capo con una minima dose di professionalità e buon senso,si sarebbe da tempo raggiunti una soluzione appropriata. Il chè sta a dimostrare,ancora una volta, semmai ve ne fosse bisogno, che al di là delle chiacchiere e di determinati atteggiamenti, le promesse elettorali lasciano sempre il tempo che trovano, se alla base non vi sono gli attributi per poi mantenerle.-21 giugno 2016 – salvatorecaccaviello.

di Salvatore Caccaviello

Di fronte ad una perenne inerzia dell’intera amministrazione ,mentre gli assessori preposti non trovano di meglio che confrontarsi sui social network, a quanto pare ancora per una ulteriore stagione, una delle più suggestive ed importanti strade della nostra città, è destinata a rimanere  in uno stato pietoso.

Sorrento –  L’illusione fu quando, ad inizio primavera, il Comune varò un provvedimento con il quale, per alcuni giorni, si limitava il traffico lungo via Capo a causa di lavori di rifacimento del manto stradale. Quando poi tali lavori si rivelarono soltanto per il tratto che aveva riguardato la metanizzazione, ossia una striscia di alcuni metri di asfalto che percorre in lungo un tratto della carreggiata, forte fu lo stupore e la delusione da parte dei cittadini per quella che si rivelò essere una singolare ed anomala decisione. Le residue speranze di vedere dopo anni un asfalto decente in Via Capo tramontarono definitivamente allorquando, alcune settimane più tardi, con una ulteriore trovata il Comune, tra l’incredulità e lo sconcerto della cittadinanza, dei turisti e soprattutto da parte dei titolari delle prestigiose strutture turistiche, localizzate lungo uno dei percorsi più suggestivi ed attraenti del nostro territorio, decise di rifare la segnalazione orizzontale s resti di un asfalto vecchio e fatiscente. Un segnale deciso con il quale, non curanti dell’importanza che senz’altro rappresenta per l’immagine del nostro turismo, si lasciava intendere che ancora per questa stagione, Via Capo sarebbe stata presentata con il solito look, ossia pari ad una mulattiera. Grosse buche e pericolosi avvallamenti sono diventati ormai una caratteristica di tale importante strada che oltre a collegare il centro città con la vicina Massalubrense e la costiera amalfitana offre uno dei panorami più apprezzati e rinomati d’Italia. Tra metanizzazione, linee elettriche, fibra ottica , Via Capo, come altre strade cittadine per anni è stata massacrata da una serie di scavi di varia natura senza che poi ci si sia adoperati per un nuovo asfalto. Uno spettacolo indecoroso offerto quotidianamente a migliaia di turisti, ospitati nelle splendide strutture che lungo Via Capo si affacciano sul golfo. Senza parlare degli enormi disagi che cittadini e pendolari ogni giorno devono affrontare nel percorrerla. Via Capo che come tante altre strade dovrebbe essere il biglietto da visita, per chi sceglie  la nostra città per trascorrere una tranquilla vacanza, continua pertanto a rimanere  l’ennesima problematica irrisolta. Intanto , con una situazione, che potremmo benissimo classificare di totale emergenza,  visto le tante problematiche ed inchieste in corso ad opera dell’ Autorità Giudiziaria, si continua ad assistere , come niente fosse, ad inutili manifestazioni e convegni ,con finanche, nel vano tentativo di mettersi in mostra, degli inutili confronti tra assessori sui social networks.  Mentre  la città langue e si continua a sopravvivere grazie ad un territorio che sebbene martoriato, continua a fare la sua parte,gran parte della cittadinanza si chiede per quanto ancora bisogna essere succubi di tale inutile inerzia.  Da parte di una  Amministrazione che nel corso di questi anni  ha abbonadantemente dimostrato i suoi limiti in fatto di programmazione e competenza. Quando di fronte a problematiche come l’attuale stato di via Capo con una minima dose di professionalità e buon senso,si sarebbe da tempo raggiunti una soluzione appropriata. Il chè sta a dimostrare,ancora una volta, semmai ve ne fosse bisogno, che al di là delle chiacchiere e di determinati atteggiamenti, le promesse elettorali lasciano sempre il tempo che trovano, se alla base non vi sono gli attributi per poi mantenerle.-21 giugno 2016 – salvatorecaccaviello.