Referendum del 17 aprile. Gli alunni della 3A di Praiano invitano gli adulti a votare si

0

 

 

Praiano, Costiera amalfitana. Con molto piacere riceviamo questo intervento dalle scuole medie di Praiano. Il 17 aprile 2016, in Italia, si svolgerà un referendum sulle trivelle. Il referendum è stato voluto da alcune regioni italiane preoccupate per le conseguenze ambientali. Esso chiede di ripristinare la norma della scadenza temporale delle concessioni che consentono alle società petrolifere di estrarre gas e petrolio entro le 12 miglia marine. Nessuna concessione di un bene dello stato, infatti, può essere affidata a un privato senza limiti di tempo. Le torri di trivellazione sono delle attività industriali a tutti gli effetti con tutti i rischi connessi. A prescindere che siano piattaforme di gas o petrolio, possono rilasciare sostanze inquinanti e pericolose nell’ecosistema, con gravi conseguenze per la salute della popolazione e per le attività umane come l’agricoltura, la pesca, il turismo… Nessuno può garantire che non si verifichino incidenti, come è successo da poco in Tunisia, nel Mar Caspio o nel Golfo del Messico con danni irreversibili. Pertanto, noi alunni della 3A di Praiano, esortiamo voi adulti a votare “SI”, così che le attività di trivellazione vengano fatte cessare immediatamente alla data di scadenza della concessione.

  •  

 

Praiano, Costiera amalfitana. Con molto piacere riceviamo questo intervento dalle scuole medie di Praiano. Il 17 aprile 2016, in Italia, si svolgerà un referendum sulle trivelle. Il referendum è stato voluto da alcune regioni italiane preoccupate per le conseguenze ambientali. Esso chiede di ripristinare la norma della scadenza temporale delle concessioni che consentono alle società petrolifere di estrarre gas e petrolio entro le 12 miglia marine. Nessuna concessione di un bene dello stato, infatti, può essere affidata a un privato senza limiti di tempo. Le torri di trivellazione sono delle attività industriali a tutti gli effetti con tutti i rischi connessi. A prescindere che siano piattaforme di gas o petrolio, possono rilasciare sostanze inquinanti e pericolose nell'ecosistema, con gravi conseguenze per la salute della popolazione e per le attività umane come l'agricoltura, la pesca, il turismo… Nessuno può garantire che non si verifichino incidenti, come è successo da poco in Tunisia, nel Mar Caspio o nel Golfo del Messico con danni irreversibili. Pertanto, noi alunni della 3A di Praiano, esortiamo voi adulti a votare "SI", così che le attività di trivellazione vengano fatte cessare immediatamente alla data di scadenza della concessione.