Ravello Di Martino e Rinascita Ravellese all’Auditorium Oscar Niemeyer. Il resoconto di Valeria Civale VIDEO

0

Ravello, Costiera amalfitana. Rinascita Ravellese, con il candidato sindaco avvocato Salvatore Di Martino, incontra i cittadini all’Auditorium Oscar Niemeyer  il resoconto di Valeria Civale

La scorsa serata a Ravello ,in cui si è svolto il dibattito a cui  la lista numero tre  Rinascita Ravellese ha chiamato i cittadini di Ravello, può definirsi epocale in quanto ha coinvolto nell’agorà politico ben tre sindaci dell’ultimo trentennio della città della Musica: Secondo Amalfitano, Paolo Imperato, Salvatore di Martino e un consigliere d’opposizione nell’ultimo consiglio comunale Salvatore Ulisse di Palma. I quattro protagonisti della vita politica ravellese hanno infatti pubblicamente dichiarato il loro sodalizio e la loro intenzione di prendere le distanze dalla campagna di odio che serpeggia da decenni nel paese. Questo scenario delineatosi non può che essere di buon auspicio per Ravello. Nello scenario dell’Auditorium Oscar Niemeyer non si è svolto, comunque la si pensi, un comizio come si è abituati ad assistere nei piccoli centri ma a un incontro coi cittadini che hanno avuto la possibilità di porre quesiti di interesse pubblico, tramite e mail o addirittura in maniera diretta durante l’incontro. Uno degli interrogativipiù” gettonati” che circola anche nei social è la perplessità suscitata dall’avvicinamento di Secondo Amalfitano e Salvatore Di Martino e i motivi di questa sintonia d’idee. Alcuni non hannomancato  di ventilare l’ipotesi che i due attori protagonisti della politica ravellese non mirassero “a spartirsi la torta “e a fare accordisegreti .Con l’inevitabile spargimento di veleni che ne consegue. Secondo Amalfitano, attualmente direttore di Villa Rufolo, ha sgombrato il campo da ipotesi rivelando che l’artefice di tale sodalizio è stata proprio l’amministrazione uscente guidata da Paolo Vuillimierche si è rivelata fallimentare. L’idea di Amalfitano e Di Martino è invece quella di mettere insieme le loro capacità solo per il bene del paese che amano e di farlo uscire dal pantano in cui è immerso con l’attuale guida. Il direttore di Villa Rufolo in particolare ha richiamato ad un ruolo responsabile dei giornali on line locali che non possono quindi usare la penna a loro piacimento, distorcendo a volte la verità. Di Martino poi si è soffermato sul rifiuto delle due liste avversarie di partecipare ad un confronto diretto . Una propostanon certo nuovacondivisa dalle compagini in lizza alle passate elezioni amministrative ad Amalfi.  Questo diniego rivela platealmente l’incapacità amministrativa di coloro che aspirano a guidare una città. Questo suo invito è stato infatti recepito da Nicola Amato, che ha tenuto il comizio d’apertura domenica scorsa, come un diktat ma non è affatto un ordine da parte della lista “Rinascita ravellese” ma una possibilità per i cittadini e i candidati delle liste alle elezioni.  Ha quindi duramente attaccato Amato, funzionario del Comune di Ravello, per la sua richiesta di congedo dal servizio solo un mese fa, ma comunque  nei termini di legge , e non prima. Il sindaco uscente del gruppo “Insieme per Ravello” ha invece ritenuto irricevibile l’invito da parte di una persona che ha sempre compiuto opera d’ostruzionismo.Infine il candidato sindaco di “Rinascita ravellese”ha intimato il direttore del giornale on line locale di rettificare l’articolo in cui sottolinea che Salvatore Di Martino è ancora sotto processo pena una querela. 

Valeria Civale

 

Comunicato dell’incontro 

 

UN NUOVO MODELLO DI GOVERNO: CONFRONTO A TUTTO CAMPO

INCONTRO – DIBATTITO PUBBLICO CON LA CITTADINANZA

MARTEDI’ 24 MAGGIO 2016 ORE 20,00
AUDITORIUM OSCAR NIEMEYER

Rinascita Ravellese non demorde.
Dopo il rifiuto, pretestuoso e immotivato, delle altre due compagini al confronto civile e democratico proposto, Rinascita Ravellese terrà un incontro-dibattito aperto alla cittadinanza tutta.
Sulla scia e sull’esempio che ci viene dalle grandi città e dai piccoli comuni d’Italia, anche noi vogliamo offrire a chiunque la possibilità di porre domande, di trattare argomenti, di richiedere chiarimenti.
L’invito lo rivolgiamo a tutti, in particolar modo a quanti muovono dubbi, accuse e rimostranze sui social e nel segreto delle stanze.

VENITE amministratori uscenti!
VENITE candidati delle altre liste!

Non perdete questa ghiotta occasione: nessuno vi negherà la parola, ma soprattutto avrete risposte chiare, circostanziate e documentate anche da chi ha contribuito a scrivere la storia di Ravello nell’ultimo trentennio.
Ravello, grande paese civile, merita tutto questo e non codardia e fughe.

Ravello merita amministratori che non scappano davanti ai problemi e non si sottraggono al dovere morale e politico di rendicontare sull’attività amministrativa dell’ultimo quinquennio.
Sarà questa l’occasione per dimostrare, carte alla mano, miopia, fallimento e inaffidabilità.

Ravello merita amministratori in grado di dare risposte e di risolvere i problemi.

RAVELLO 20 MAGGIO 2016

Comunicato politico 

 

Inserito da: Redazione PN

 

 

 

 
 

Ravello, Costiera amalfitana. Rinascita Ravellese, con il candidato sindaco avvocato Salvatore Di Martino, incontra i cittadini all'Auditorium Oscar Niemeyer  il resoconto di Valeria Civale

La scorsa serata a Ravello ,in cui si è svolto il dibattito a cui  la lista numero tre  Rinascita Ravellese ha chiamato i cittadini di Ravello, può definirsi epocale in quanto ha coinvolto nell’agorà politico ben tre sindaci dell’ultimo trentennio della città della Musica: Secondo Amalfitano, Paolo Imperato, Salvatore di Martino e un consigliere d’opposizione nell’ultimo consiglio comunale Salvatore Ulisse di Palma. I quattro protagonisti della vita politica ravellese hanno infatti pubblicamente dichiarato il loro sodalizio e la loro intenzione di prendere le distanze dalla campagna di odio che serpeggia da decenni nel paese. Questo scenario delineatosi non può che essere di buon auspicio per Ravello. Nello scenario dell’Auditorium Oscar Niemeyer non si è svolto, comunque la si pensi, un comizio come si è abituati ad assistere nei piccoli centri ma a un incontro coi cittadini che hanno avuto la possibilità di porre quesiti di interesse pubblico, tramite e mail o addirittura in maniera diretta durante l’incontro. Uno degli interrogativipiù” gettonati” che circola anche nei social è la perplessità suscitata dall’avvicinamento di Secondo Amalfitano e Salvatore Di Martino e i motivi di questa sintonia d’idee. Alcuni non hannomancato  di ventilare l’ipotesi che i due attori protagonisti della politica ravellese non mirassero “a spartirsi la torta “e a fare accordisegreti .Con l’inevitabile spargimento di veleni che ne consegue. Secondo Amalfitano, attualmente direttore di Villa Rufolo, ha sgombrato il campo da ipotesi rivelando che l’artefice di tale sodalizio è stata proprio l’amministrazione uscente guidata da Paolo Vuillimierche si è rivelata fallimentare. L’idea di Amalfitano e Di Martino è invece quella di mettere insieme le loro capacità solo per il bene del paese che amano e di farlo uscire dal pantano in cui è immerso con l’attuale guida. Il direttore di Villa Rufolo in particolare ha richiamato ad un ruolo responsabile dei giornali on line locali che non possono quindi usare la penna a loro piacimento, distorcendo a volte la verità. Di Martino poi si è soffermato sul rifiuto delle due liste avversarie di partecipare ad un confronto diretto . Una propostanon certo nuovacondivisa dalle compagini in lizza alle passate elezioni amministrative ad Amalfi.  Questo diniego rivela platealmente l’incapacità amministrativa di coloro che aspirano a guidare una città. Questo suo invito è stato infatti recepito da Nicola Amato, che ha tenuto il comizio d’apertura domenica scorsa, come un diktat ma non è affatto un ordine da parte della lista “Rinascita ravellese” ma una possibilità per i cittadini e i candidati delle liste alle elezioni.  Ha quindi duramente attaccato Amato, funzionario del Comune di Ravello, per la sua richiesta di congedo dal servizio solo un mese fa, ma comunque  nei termini di legge , e non prima. Il sindaco uscente del gruppo “Insieme per Ravello” ha invece ritenuto irricevibile l’invito da parte di una persona che ha sempre compiuto opera d’ostruzionismo.Infine il candidato sindaco di “Rinascita ravellese”ha intimato il direttore del giornale on line locale di rettificare l’articolo in cui sottolinea che Salvatore Di Martino è ancora sotto processo pena una querela. 

Valeria Civale

 

Comunicato dell'incontro 

 

UN NUOVO MODELLO DI GOVERNO: CONFRONTO A TUTTO CAMPO

INCONTRO – DIBATTITO PUBBLICO CON LA CITTADINANZA

MARTEDI’ 24 MAGGIO 2016 ORE 20,00
AUDITORIUM OSCAR NIEMEYER

Rinascita Ravellese non demorde.
Dopo il rifiuto, pretestuoso e immotivato, delle altre due compagini al confronto civile e democratico proposto, Rinascita Ravellese terrà un incontro-dibattito aperto alla cittadinanza tutta.
Sulla scia e sull’esempio che ci viene dalle grandi città e dai piccoli comuni d’Italia, anche noi vogliamo offrire a chiunque la possibilità di porre domande, di trattare argomenti, di richiedere chiarimenti.
L’invito lo rivolgiamo a tutti, in particolar modo a quanti muovono dubbi, accuse e rimostranze sui social e nel segreto delle stanze.

VENITE amministratori uscenti!
VENITE candidati delle altre liste!

Non perdete questa ghiotta occasione: nessuno vi negherà la parola, ma soprattutto avrete risposte chiare, circostanziate e documentate anche da chi ha contribuito a scrivere la storia di Ravello nell’ultimo trentennio.
Ravello, grande paese civile, merita tutto questo e non codardia e fughe.

Ravello merita amministratori che non scappano davanti ai problemi e non si sottraggono al dovere morale e politico di rendicontare sull’attività amministrativa dell’ultimo quinquennio.
Sarà questa l’occasione per dimostrare, carte alla mano, miopia, fallimento e inaffidabilità.

Ravello merita amministratori in grado di dare risposte e di risolvere i problemi.

RAVELLO 20 MAGGIO 2016

Comunicato politico 

 

Inserito da: Redazione PN