Zielinski-Herrera, il Napoli stringe i tempi. Il presidente De Laurentiis in queste ore al lavoro sui due centrocampisti

0

Passi avanti per Zielinski, il centrocampista polacco vicino al Napoli. La trattativa procede, importanti i rapporti tra De Laurentiis e Pozzo che definirono già l’estate scorsa l’affare Allan. Sette milioni, più Zuniga, questa una delle possibili soluzioni: Pozzo potrebbe poi girare il colombiano al Watford, sua società di Premier League allenata da Mazzarri. Il presidente bianconero Soldati ha, però, annunciato: «E’ una trattativa complessa, ci sono molte squadre interessate soprattutto all’estero con diverse squadre inglesi, credo che si possa chiudere dopo gli Europei». Su Zielinski c’è principalmente il Liverpool, club di Premier che ovviamente esercita un grande fascino: importante sarà la volontà del centrocampista che Sarri ha allenato due anni fa ad Empoli. Dell’Udinese piace anche Widmer, sul quale però si è fiondata la Roma, in uscita potrebbero essere inseriti Maggio (che andrebbe al Watford) e Valdifiori che invece resterebbe in bianconero. Varie opzioni: il Napoli infatti intende inserire delle contropartite tecniche per convincere l’Udinese sul prezzo. L’altro centrocampista nel mirino è il messicano Herrera: il Napoli ha già raggiunto un accordo di massima con il gioiello del Porto, intesa per quattro anni, limati anche i dettagli relativi ai diritti d’immagine. Ma ancora da raggiungere l’accordo con il club portoghese: il Napoli è fermo a 15 più bonus, il Porto ne vuole almeno venti. Sul messicano ha espresso il suo gradimento anche il Liverpool e le buone prestazioni in coppa America potrebbero rappresentare un impulso per altri club. Il Porto intende monetizzare al massimo dalla cessione, il Napoli invece ha una sua strategia operativa, probabili a breve ulteriori contatti con i suoi agenti. Al Napoli piace Diawara, il regista del Bologna nel mirino di numerosi club, ma l’affare non sarebbe collegato a Gabbiadini. Attaccante accostato invece alla Lazio per un possibile discorso con Candreva: per ora una semplice idea quella del nazionale azzurro perché il Napoli nel ruolo ha Callejon. Il ds Giuntoli lavora per il terzino: da considerare fuori gioco Vrsaljko, attratto dall’Atletico Madrid, in rialzo le quotazioni del brasiliano Fabinho del Monaco. La valutazione è 10 milioni, a Milano in questi giorni potrebbe avvenire un incontro tra il ds azzurro e alcuni emissari del brasiliano. Il Napoli è lavoro su Leandrinho, il gioiellino (17 anni) del Ponte Preta che sta provando a strappare a Real Madrid e Manchester City. Si punta sul terzino dell’Entella, il giovane Keita, che potrebbe poi essere girato a qualche altro club di A. Caldo il discorso con Lapadula, stasera impegnato nella finale playoff di ritorno contro il Teramo ma su di lui ci sono anche Genoa, Lazio e Juve. Restano tutti gli spagnoli: si è al lavoro già da tempo per il rinnovo di Albiol e Callejon. Costanti i contatti tra il manager Quillon e il club azzurro. Resta Reina che ha due anni di contratto ed è un punto fermo del Napoli: lo spagnolo è innamorato della città e, come ha fatto sapere in un’intervista papà Miguel, potrebbe restarci a fine carriera da dirigente. Il discorso rinnovi riguarda anche Mertens: vicina la fumata bianca per l’attaccante belga, subito dopo la fine degli Europei. Capitolo cessioni: la prossima settimana Pagliari, l’agente di Gabbiadini, incontrerà il direttore sportivo Giuntoli; l’attaccante bergamasco dopo un anno vissuto all’ombra di Higuain vuole vivere una nuova avventura dove potrà avere più spazio. Ma ovviamente il Napoli per cederlo attenderebbe un’offerta adeguata: la sua valutazione è 30 milioni. Previsto a breve anche un incontro tra Giuffredi, l’agente di Valdifiori, e il club azzurro: discorso simile a quello di Gabbiadini, l’ex regista dell’Empoli andrebbe via solo in presenza di un’offerta ritenuta adeguata al suo valore. I due in partenza sono De Guzman e Zuniga, rientrati a Napoli per fine prestito. (Roberto Ventre – Il Mattino)  

Passi avanti per Zielinski, il centrocampista polacco vicino al Napoli. La trattativa procede, importanti i rapporti tra De Laurentiis e Pozzo che definirono già l’estate scorsa l’affare Allan. Sette milioni, più Zuniga, questa una delle possibili soluzioni: Pozzo potrebbe poi girare il colombiano al Watford, sua società di Premier League allenata da Mazzarri. Il presidente bianconero Soldati ha, però, annunciato: «E’ una trattativa complessa, ci sono molte squadre interessate soprattutto all’estero con diverse squadre inglesi, credo che si possa chiudere dopo gli Europei». Su Zielinski c’è principalmente il Liverpool, club di Premier che ovviamente esercita un grande fascino: importante sarà la volontà del centrocampista che Sarri ha allenato due anni fa ad Empoli. Dell’Udinese piace anche Widmer, sul quale però si è fiondata la Roma, in uscita potrebbero essere inseriti Maggio (che andrebbe al Watford) e Valdifiori che invece resterebbe in bianconero. Varie opzioni: il Napoli infatti intende inserire delle contropartite tecniche per convincere l’Udinese sul prezzo. L’altro centrocampista nel mirino è il messicano Herrera: il Napoli ha già raggiunto un accordo di massima con il gioiello del Porto, intesa per quattro anni, limati anche i dettagli relativi ai diritti d’immagine. Ma ancora da raggiungere l’accordo con il club portoghese: il Napoli è fermo a 15 più bonus, il Porto ne vuole almeno venti. Sul messicano ha espresso il suo gradimento anche il Liverpool e le buone prestazioni in coppa America potrebbero rappresentare un impulso per altri club. Il Porto intende monetizzare al massimo dalla cessione, il Napoli invece ha una sua strategia operativa, probabili a breve ulteriori contatti con i suoi agenti. Al Napoli piace Diawara, il regista del Bologna nel mirino di numerosi club, ma l’affare non sarebbe collegato a Gabbiadini. Attaccante accostato invece alla Lazio per un possibile discorso con Candreva: per ora una semplice idea quella del nazionale azzurro perché il Napoli nel ruolo ha Callejon. Il ds Giuntoli lavora per il terzino: da considerare fuori gioco Vrsaljko, attratto dall’Atletico Madrid, in rialzo le quotazioni del brasiliano Fabinho del Monaco. La valutazione è 10 milioni, a Milano in questi giorni potrebbe avvenire un incontro tra il ds azzurro e alcuni emissari del brasiliano. Il Napoli è lavoro su Leandrinho, il gioiellino (17 anni) del Ponte Preta che sta provando a strappare a Real Madrid e Manchester City. Si punta sul terzino dell’Entella, il giovane Keita, che potrebbe poi essere girato a qualche altro club di A. Caldo il discorso con Lapadula, stasera impegnato nella finale playoff di ritorno contro il Teramo ma su di lui ci sono anche Genoa, Lazio e Juve. Restano tutti gli spagnoli: si è al lavoro già da tempo per il rinnovo di Albiol e Callejon. Costanti i contatti tra il manager Quillon e il club azzurro. Resta Reina che ha due anni di contratto ed è un punto fermo del Napoli: lo spagnolo è innamorato della città e, come ha fatto sapere in un’intervista papà Miguel, potrebbe restarci a fine carriera da dirigente. Il discorso rinnovi riguarda anche Mertens: vicina la fumata bianca per l’attaccante belga, subito dopo la fine degli Europei. Capitolo cessioni: la prossima settimana Pagliari, l’agente di Gabbiadini, incontrerà il direttore sportivo Giuntoli; l’attaccante bergamasco dopo un anno vissuto all’ombra di Higuain vuole vivere una nuova avventura dove potrà avere più spazio. Ma ovviamente il Napoli per cederlo attenderebbe un’offerta adeguata: la sua valutazione è 30 milioni. Previsto a breve anche un incontro tra Giuffredi, l’agente di Valdifiori, e il club azzurro: discorso simile a quello di Gabbiadini, l’ex regista dell’Empoli andrebbe via solo in presenza di un’offerta ritenuta adeguata al suo valore. I due in partenza sono De Guzman e Zuniga, rientrati a Napoli per fine prestito. (Roberto Ventre – Il Mattino)