Massa Lubrense piange Crisitano Gargiulo, Via Nastro Verde una strada troppo pericolosa. Pm chiede autopsia

0

Massa Lubrense piange Cristiano Gargiulo, ancora una vittima per la via Nastro Verde la strada che congiunge Sorrento con Massa e la Costa d’ Amalfi . Cristiano Gargiulo ed era originario della frazione di Sant’Agata di Massa Lubrense, abitava poco distante dal luogo dell’incidente dove ieri pomeriggio ha trovato la morte a soli 17 anni   con la sua moto, un Aprilia 125, all’altezza di Priora contro un furgoncino di una ditta locale guidato da un operaio 31enne di Massa Lubrense. Impatto violentissimo. Cristiano è morto sul colpo mentre l’operaio è rimasto miracolosamente illeso. La notizia della morte di Cristiano Gargiulo ha fatto in breve tempo il giro del paese e provocato forte sgomento a Massa Lubrense e, in particolare, nella frazione di Sant’Agata sui due gol?? dove il ragazzo abitava insieme alla famiglia. Il padre Francesco, d’altronde, è titolare di una tappezzeria ed è assai conosciuto nel borgo collinare. La bacheca facebook della giovane vittima è stata invasa di messaggi e di ricordi degli amici e dei parenti  La Procura di Torre Annunziata ha disposto il trasferimento della salma di Cristiano nell’obitorio di Castellammare. Oggi il pm di turno darà  l’incarico al medico legale che dovrà poi eseguire l’autopsia. Fra le ultime foto sul suo  profilo Facebook lo si vede accanto ad una moto. Poi c’è quella frase che suona come una triste premonizione: “Se in questa vita sono solo di passaggio… me la voglio godere, non voglio un assaggio”. Tanti i messaggi, sopratutto dai compagni del Nino Bixio di Piano di Sorrento, tante lacrime e una strada troppo pericolosa che semina morti quasi ogni anno.

Massa Lubrense piange Cristiano Gargiulo, ancora una vittima per la via Nastro Verde la strada che congiunge Sorrento con Massa e la Costa d' Amalfi . Cristiano Gargiulo ed era originario della frazione di Sant’Agata di Massa Lubrense, abitava poco distante dal luogo dell’incidente dove ieri pomeriggio ha trovato la morte a soli 17 anni   con la sua moto, un Aprilia 125, all’altezza di Priora contro un furgoncino di una ditta locale guidato da un operaio 31enne di Massa Lubrense. Impatto violentissimo. Cristiano è morto sul colpo mentre l’operaio è rimasto miracolosamente illeso. La notizia della morte di Cristiano Gargiulo ha fatto in breve tempo il giro del paese e provocato forte sgomento a Massa Lubrense e, in particolare, nella frazione di Sant’Agata sui due gol?? dove il ragazzo abitava insieme alla famiglia. Il padre Francesco, d’altronde, è titolare di una tappezzeria ed è assai conosciuto nel borgo collinare. La bacheca facebook della giovane vittima è stata invasa di messaggi e di ricordi degli amici e dei parenti  La Procura di Torre Annunziata ha disposto il trasferimento della salma di Cristiano nell’obitorio di Castellammare. Oggi il pm di turno darà  l’incarico al medico legale che dovrà poi eseguire l’autopsia. Fra le ultime foto sul suo  profilo Facebook lo si vede accanto ad una moto. Poi c’è quella frase che suona come una triste premonizione: “Se in questa vita sono solo di passaggio… me la voglio godere, non voglio un assaggio". Tanti i messaggi, sopratutto dai compagni del Nino Bixio di Piano di Sorrento, tante lacrime e una strada troppo pericolosa che semina morti quasi ogni anno.