Accorpamento funzionale dell’ospedale Capilupi di Capri all’ospedale Loreto Mare di Napoli.

0

Il commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Renato Pizzuti ha disposto l’accorpamento funzionale dell’ospedale Capilupi di Capri all’ospedale Loreto Mare di Napoli. Direttore sanitario del Capilupi sarà il dottor Michele Ferrara e direttore amministrativo sarà la dottoressa Elisabetta Iacona, che già ricoprono lo stesso incarico al Loreto Mare. Le funzioni di direzione sanitaria e direzione amministrativa dei due presidi sono dunque integrate e accorpate. Nella nota inviata ai vertici aziendali e ospedalieri, Pizzuti ha comunicato che, a causa delle gravi carenze di organico del Capilupi e delle difficoltà incontrate nell’organizzazione dei turni di servizio nel presidio ospedaliero isolano e per migliorare l’efficienza e l’assistenza all’utenza, “è necessario avviare un profondo processo di riorganizzazione” tenendo conto che in zone particolarmente disagiate è possibile prevedere l’integrazione tra strutture per garantire la sicurezza delle prestazioni e il mantenimento delle competenze professionali. Il commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 ha quindi proceduto all’integrazione di tutte le attività che si svolgono al Capilupi con il Loreto Mare in cui sarà concentrata l’assistenza per casi di maggiore complessità. Nello stesso tempo sarà integrata anche l’attività dei reparti dei due ospedali e verranno attribuite le nuove funzioni agli operatori.

 Sull’accorpamento funzionale dell’ospedale Capilupi di Capri all’ospedale Loreto Mare di Napoli, disposto oggi su disposzione del Commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Renato Pizzuti, esprime la propria soddisfazione il consigliere delegato alla Sanità del Comune di Capri Paolo Falco. “La notizia dell’accorpamento dell’ospedale Capilupi al presidio ospedaliero Loreto Mare rappresenta – afferma Falco – un passo avanti nella assistenza sanitaria dell’isola e può rappresentare una buona opportunità per migliorare i servizi erogati nonché la possibilità di ottenere trasferimenti per i casi più gravi e la rotazione di personale medico e paramedico. Continueremo il nostro lavoro di vigilanza e di collaborazione con gli organi regionali con i quali si è in attesa di definire un protocollo di intesa anche in collaborazione con le amministrazioni comunali di Procida e Ischia. Ringraziamo quanti stanno collaborando a tenere alta l’attenzione sulle problematiche sanitarie dell isola e in particolar modo la segreteria ANCIM e il Comitato Articolo 32”, conclude Falco.

Il Comitato Civico Articolo 32 si ritiene “enormemente soddisfatto per il risultato ottenuto oggi. L’accorpamento del Capilupi al Loreto Mare vuol dire molto: un’unica Direzione Sanitaria ed Amministrativa per sveltire i tempi e soprattutto le turnazioni con i medici e gli operatori di terraferma è e resta l’unica possibilità per il nostro ospedale di esistere e funzionare ancora, dando assistenza e costanza ambulatoriale e non solo. Il documento, a firma del Commissario Pizzuti, ci identifica come zona disagiata e quindi ritiene indispensabile l’accorpamento. Lo abbiamo chiesto, tutti noi, a gran voce, tanti mesi fa e la notizia di oggi – prosegue il Comitato – ci fa davvero ben sperare. In pratica, il Capilupi e tutto ciò che esso dovrebbe offrire, rientrerà nell’organizzazione del Loreto Mare, ci sarà una rotazione di personale. Siamo certi che le nostre più insistenti richieste, previste nel documento a firma congiunta Comuni-Comitato, stilato circa un anno fa, saranno prese in considerazione soprattutto per il reparto di ginecologia ed ostetricia e per vari ambulatori davvero indispensabili”. 
“Questi – continua il Cimitato Articolo 32 – sono i risultati davvero importanti, a lungo termine, quelli per cui si ‘combatte’ quotidianamente dietro le quinte. Battaglie che non si vedono e non si sentono, ma che con costanza e fermezza vengono condotte di ufficio in ufficio, di telefonata in telefonata. Ci sentiamo in dovere di ringraziare perciò non solo il delegato alla Sanità del Comune di Capri, dott. Paolo Falco, il Dott. Salvatore Altieri, Segretario responsabile CISL FP di Napoli ed Andrea Arciuolo, Segretario CISL ASL Napoli 1, per averci supportato e ‘sopportato’ in tutti questi mesi. Ci auguriamo che questo risultato si trasformi presto in fattiva operatività nel nostro Ospedale. Non molliamo, mai”, conclude il Comitato.

INFORMATORE POPOLARE CAPRINEWS

 

Il commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Renato Pizzuti ha disposto l’accorpamento funzionale dell’ospedale Capilupi di Capri all’ospedale Loreto Mare di Napoli. Direttore sanitario del Capilupi sarà il dottor Michele Ferrara e direttore amministrativo sarà la dottoressa Elisabetta Iacona, che già ricoprono lo stesso incarico al Loreto Mare. Le funzioni di direzione sanitaria e direzione amministrativa dei due presidi sono dunque integrate e accorpate. Nella nota inviata ai vertici aziendali e ospedalieri, Pizzuti ha comunicato che, a causa delle gravi carenze di organico del Capilupi e delle difficoltà incontrate nell’organizzazione dei turni di servizio nel presidio ospedaliero isolano e per migliorare l’efficienza e l’assistenza all’utenza, “è necessario avviare un profondo processo di riorganizzazione” tenendo conto che in zone particolarmente disagiate è possibile prevedere l’integrazione tra strutture per garantire la sicurezza delle prestazioni e il mantenimento delle competenze professionali. Il commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 ha quindi proceduto all’integrazione di tutte le attività che si svolgono al Capilupi con il Loreto Mare in cui sarà concentrata l’assistenza per casi di maggiore complessità. Nello stesso tempo sarà integrata anche l’attività dei reparti dei due ospedali e verranno attribuite le nuove funzioni agli operatori.

 Sull’accorpamento funzionale dell'ospedale Capilupi di Capri all’ospedale Loreto Mare di Napoli, disposto oggi su disposzione del Commissario straordinario dell’Asl Napoli 1 Renato Pizzuti, esprime la propria soddisfazione il consigliere delegato alla Sanità del Comune di Capri Paolo Falco. "La notizia dell'accorpamento dell'ospedale Capilupi al presidio ospedaliero Loreto Mare rappresenta – afferma Falco – un passo avanti nella assistenza sanitaria dell'isola e può rappresentare una buona opportunità per migliorare i servizi erogati nonché la possibilità di ottenere trasferimenti per i casi più gravi e la rotazione di personale medico e paramedico. Continueremo il nostro lavoro di vigilanza e di collaborazione con gli organi regionali con i quali si è in attesa di definire un protocollo di intesa anche in collaborazione con le amministrazioni comunali di Procida e Ischia. Ringraziamo quanti stanno collaborando a tenere alta l'attenzione sulle problematiche sanitarie dell isola e in particolar modo la segreteria ANCIM e il Comitato Articolo 32", conclude Falco.

Il Comitato Civico Articolo 32 si ritiene "enormemente soddisfatto per il risultato ottenuto oggi. L'accorpamento del Capilupi al Loreto Mare vuol dire molto: un'unica Direzione Sanitaria ed Amministrativa per sveltire i tempi e soprattutto le turnazioni con i medici e gli operatori di terraferma è e resta l'unica possibilità per il nostro ospedale di esistere e funzionare ancora, dando assistenza e costanza ambulatoriale e non solo. Il documento, a firma del Commissario Pizzuti, ci identifica come zona disagiata e quindi ritiene indispensabile l'accorpamento. Lo abbiamo chiesto, tutti noi, a gran voce, tanti mesi fa e la notizia di oggi – prosegue il Comitato – ci fa davvero ben sperare. In pratica, il Capilupi e tutto ciò che esso dovrebbe offrire, rientrerà nell'organizzazione del Loreto Mare, ci sarà una rotazione di personale. Siamo certi che le nostre più insistenti richieste, previste nel documento a firma congiunta Comuni-Comitato, stilato circa un anno fa, saranno prese in considerazione soprattutto per il reparto di ginecologia ed ostetricia e per vari ambulatori davvero indispensabili". 
"Questi – continua il Cimitato Articolo 32 – sono i risultati davvero importanti, a lungo termine, quelli per cui si 'combatte' quotidianamente dietro le quinte. Battaglie che non si vedono e non si sentono, ma che con costanza e fermezza vengono condotte di ufficio in ufficio, di telefonata in telefonata. Ci sentiamo in dovere di ringraziare perciò non solo il delegato alla Sanità del Comune di Capri, dott. Paolo Falco, il Dott. Salvatore Altieri, Segretario responsabile CISL FP di Napoli ed Andrea Arciuolo, Segretario CISL ASL Napoli 1, per averci supportato e 'sopportato' in tutti questi mesi. Ci auguriamo che questo risultato si trasformi presto in fattiva operatività nel nostro Ospedale. Non molliamo, mai", conclude il Comitato.

INFORMATORE POPOLARE CAPRINEWS