Boxe,Paura per Muhammad Ali

0

 
Quali sono le reali condizioni di salute di Muhammad Ali? La leggenda della boxe, secondo quanto Bob Gunnell, il suo portavoce, ha fatto sapere giovedì in un comunicato, sarebbe in discrete condizioni: «È ricoverato in un ospedale di Phoenix per un problema respiratorio e ci si aspetta una breve degenza».  
Poche parole e nessuna indicazione più precisa, non è stato nemmeno rivelato in quale struttura sanitaria si trovi in questo momento Ali. Ma una lancio effettuato dalla Associated Press ha creato grande preoccupazione: due persone, che hanno parlato separatamente e anonimamente, hanno invece rivelato che i problemi respiratori che hanno portato l’ex pugile al ricovero sarebbero molto più gravi, collegate con il morbo di Parkinson che gli è stato diagnosticato negli anni ’80, e avrebbero messo in allarme tutta la famiglia. Poi ad aumentare l’apprensione, nella serata di ieri il quotidiano inglese Daily Mail: ha scritto che Ali respirerebbe ora solo con l’aiuto delle macchine e che due delle figlie, Laila e Hana erano già in viaggio per vedere il padre, mentre la seconda moglie Khalilah aveva dichiarato che anche una delle sue figlie era in volo per Phoenix.  
Nemmeno però Abraham Lieberman, del Barrow Neurological Institute di Phoenix, medico di lunga data di Ali, è voluto entrare nel merito della questione. «Non posso dire molto di più di quello che leggo» è stato il suo laconico commento. Ma le dichiarazione arrivate attraverso la AP e poi le notizie successive, incontrollate, hanno creato grande preoccupazione. Uno dei primi a lanciare un messaggio su Twitter è stato Sugar Ray Leonard che la propria carriera l’ha modellata su quella di Ali. «Preghiere e benedizioni – ha scritto – per il mio idolo, il mio amico e senza dubbio il più grande di tutti i tempi Muhammad Ali! # GOAT (Greatest Of All Time, ndr)».  
 
RICOVERI. Più volte in questi anni Ali è stato ricoverato in ospedale. L’ultima all’inizio del 2015, per una grave infezione del tratto urinario, inizialmente diagnosticata come polmonite. Ma il suo fisico, fortemente indebolito, non è passato inosservato nelle sue ultime rare apparizioni pubbliche. Compreso un paio di mesi fa, il 9 aprile, con occhiali scuri e curvo, all’annuale cena del Celebrity Fight Night, che si svolge a Phoenix e dove si raccolgono fondi per trovare cure al morbo di Parkinson. Precedentemente era intervenuto, l’ottobre scorso, allo Sports Illustrated Tribute to Muhammad Ali, che si era svolto nella sua città natale a Louisville, nel Kentucky, al The Muhammad Ali Center. E in quella occasione c’erano anche due grandi avversari dei tempi del ring, George Foreman e Larry Holmes. 
 
TRENT’ANNI. Sono ormai tre decenni che a The Greatets è stato diagnosticato il morbo di Parkinson e uno dei momenti che non si possono dimenticare è stato quando, nel 1996, tremante, accese la torcia olimpica, per i Giochi di Atlanta. Ma nonostante tutto, anche fino a poco tempo fa, Muhammad Ali è stato sempre impegnato in diversi eventi, anche se ormai sono anni che non parla in pubblico. La causa della malattia che l’ha colpito, per i medici, è probabilmente da ricondurre alle migliaia di pugni incassati durante la sua grande carriera, in memorabili combattimenti. Uno dei più grandi personaggi dello sport di tutti i tempi, Muhammad Ali da anni vive nell’area di Phoenix con Lonnie, la quarta moglie che ha sposato nel 1986.  
 

fonte:corrieredellosport

 
Quali sono le reali condizioni di salute di Muhammad Ali? La leggenda della boxe, secondo quanto Bob Gunnell, il suo portavoce, ha fatto sapere giovedì in un comunicato, sarebbe in discrete condizioni: «È ricoverato in un ospedale di Phoenix per un problema respiratorio e ci si aspetta una breve degenza».  
Poche parole e nessuna indicazione più precisa, non è stato nemmeno rivelato in quale struttura sanitaria si trovi in questo momento Ali. Ma una lancio effettuato dalla Associated Press ha creato grande preoccupazione: due persone, che hanno parlato separatamente e anonimamente, hanno invece rivelato che i problemi respiratori che hanno portato l'ex pugile al ricovero sarebbero molto più gravi, collegate con il morbo di Parkinson che gli è stato diagnosticato negli anni '80, e avrebbero messo in allarme tutta la famiglia. Poi ad aumentare l'apprensione, nella serata di ieri il quotidiano inglese Daily Mail: ha scritto che Ali respirerebbe ora solo con l'aiuto delle macchine e che due delle figlie, Laila e Hana erano già in viaggio per vedere il padre, mentre la seconda moglie Khalilah aveva dichiarato che anche una delle sue figlie era in volo per Phoenix.  
Nemmeno però Abraham Lieberman, del Barrow Neurological Institute di Phoenix, medico di lunga data di Ali, è voluto entrare nel merito della questione. «Non posso dire molto di più di quello che leggo» è stato il suo laconico commento. Ma le dichiarazione arrivate attraverso la AP e poi le notizie successive, incontrollate, hanno creato grande preoccupazione. Uno dei primi a lanciare un messaggio su Twitter è stato Sugar Ray Leonard che la propria carriera l'ha modellata su quella di Ali. «Preghiere e benedizioni – ha scritto – per il mio idolo, il mio amico e senza dubbio il più grande di tutti i tempi Muhammad Ali! # GOAT (Greatest Of All Time, ndr)».  
 
RICOVERI. Più volte in questi anni Ali è stato ricoverato in ospedale. L'ultima all'inizio del 2015, per una grave infezione del tratto urinario, inizialmente diagnosticata come polmonite. Ma il suo fisico, fortemente indebolito, non è passato inosservato nelle sue ultime rare apparizioni pubbliche. Compreso un paio di mesi fa, il 9 aprile, con occhiali scuri e curvo, all'annuale cena del Celebrity Fight Night, che si svolge a Phoenix e dove si raccolgono fondi per trovare cure al morbo di Parkinson. Precedentemente era intervenuto, l'ottobre scorso, allo Sports Illustrated Tribute to Muhammad Ali, che si era svolto nella sua città natale a Louisville, nel Kentucky, al The Muhammad Ali Center. E in quella occasione c'erano anche due grandi avversari dei tempi del ring, George Foreman e Larry Holmes. 
 
TRENT'ANNI. Sono ormai tre decenni che a The Greatets è stato diagnosticato il morbo di Parkinson e uno dei momenti che non si possono dimenticare è stato quando, nel 1996, tremante, accese la torcia olimpica, per i Giochi di Atlanta. Ma nonostante tutto, anche fino a poco tempo fa, Muhammad Ali è stato sempre impegnato in diversi eventi, anche se ormai sono anni che non parla in pubblico. La causa della malattia che l'ha colpito, per i medici, è probabilmente da ricondurre alle migliaia di pugni incassati durante la sua grande carriera, in memorabili combattimenti. Uno dei più grandi personaggi dello sport di tutti i tempi, Muhammad Ali da anni vive nell'area di Phoenix con Lonnie, la quarta moglie che ha sposato nel 1986.  
 

fonte:corrieredellosport

Lascia una risposta