Vico Equense divieti di circolazione per un film, lettera del Social World Film Festival ai cittadini

0

 

Gentili cittadini vicani,

da ormai 6 anni con estremo piacere e immensa soddisfazione dirigo, con la collaborazione di giovani volontari, cittadini, associazioni e il grande supporto dell’Amministrazione comunale, il Social World Film Festival, conosciuto nel mondo come la Mostra Internazionale del Cinema Sociale di Vico Equense.

Un evento che ha coinvolto centinaia di migliaia di spettatori fuori e dentro le mura della città, 20.000 e più giurati tra giovani e studenti di tutta Italia, centinaia di giornalisti che hanno prodotto migliaia di articoli e servizi a livello nazionale (tra cui Rai Uno, Tg2, Tg3, TgR, Rai Movie, Sky, Italia 1, RDS, Radio Rai, Radio Kiss Kiss, Corriere della Sera, Il Mattino, La Repubblica, ANSA, Tv Sorrisi e Canzoni) che hanno parlato dei 100 film in proiezione, dei tantissimi protagonisti della cinematografia che affollano la città ogni anno, del Museo/Mostra del Cinema e dell’unico monumento al cinema in Italia, The Wall of Fame.

Da quest’anno il Social World Film Festival, insieme a produzioni cinematografiche ed il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, ha intrapreso la realizzazione di un lungometraggio dal titolo “Le due verità” affidandosi, come sua mission, ad una troupe di quasi cinquanta professionisti under 35 e puntando su un genere poco frequentato dal cinema italiano negli ultimi anni, il thriller psicologico.
Protagonista del film è Francesco Montanari, conosciuto per il suo ruolo de Il Libanese in Romanzo Criminale – la serie, affiancato da Nicoletta Romanoff, Fabrizio Nevola, Anna Safroncik, Luigi Diberti, Sergio Solli, Renato Scarpa e tra gli altri, in un cameo, Maria Grazia Cucinotta.

Da domani, 10 aprile, la troupe si trasferirà in città fino al 19 aprile per girare le esterne del film che è interamente ambientato a Vico Equense e in Penisola, ma che per ovvi motivi economici e logistici ha visto la realizzazione di tutti gli interni tra Napoli e provincia nelle settimane scorse.

Ospitare una produzione così impegnativa ed articolata che presenta anche un cast di importanti professionisti della settima arte richiederà la chiusura di alcune strade cittadine che implicheranno alcuni disagi veicolari ridotti al minimo grazie alla forte interazione tra  la produzione, il Comando dei Vigili Urbani, l’Amministrazione, il Sindaco, l’Assessore alla Cultura e gli uffici comunali preposti.

Aggiornamenti in merito alla chiusura di alcune strade potranno essere reperiti costantemente sul sitowww.comune.vicoequense.na.it

Sono fiducioso che questo sforzo richiesto ai cittadini si concretizzerà a stretto giro in una grande opportunità, già avviata grazie al festival, di visibilità del territorio cittadino e costiero su scala nazionale ed internazionale come accaduto in passato per la Penisola tutta, set di oltre 100 pellicole in 100 anni, molte delle quali, come “Pane, amore e…” con Vittorio De Sica e Sophia Loren, hanno avuto come set proprio Vico Equense.

Grazie per la collaborazione e pazienza, a presto vederci per le strade cittadine.

FOTO Claudia Esposito

 

Giuseppe Alessio Nuzzo

direttore generale Social World Film Festival

 

Gentili cittadini vicani,

da ormai 6 anni con estremo piacere e immensa soddisfazione dirigo, con la collaborazione di giovani volontari, cittadini, associazioni e il grande supporto dell’Amministrazione comunale, il Social World Film Festival, conosciuto nel mondo come la Mostra Internazionale del Cinema Sociale di Vico Equense.

Un evento che ha coinvolto centinaia di migliaia di spettatori fuori e dentro le mura della città, 20.000 e più giurati tra giovani e studenti di tutta Italia, centinaia di giornalisti che hanno prodotto migliaia di articoli e servizi a livello nazionale (tra cui Rai Uno, Tg2, Tg3, TgR, Rai Movie, Sky, Italia 1, RDS, Radio Rai, Radio Kiss Kiss, Corriere della Sera, Il Mattino, La Repubblica, ANSA, Tv Sorrisi e Canzoni) che hanno parlato dei 100 film in proiezione, dei tantissimi protagonisti della cinematografia che affollano la città ogni anno, del Museo/Mostra del Cinema e dell’unico monumento al cinema in Italia, The Wall of Fame.

Da quest’anno il Social World Film Festival, insieme a produzioni cinematografiche ed il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, ha intrapreso la realizzazione di un lungometraggio dal titolo “Le due verità” affidandosi, come sua mission, ad una troupe di quasi cinquanta professionisti under 35 e puntando su un genere poco frequentato dal cinema italiano negli ultimi anni, il thriller psicologico.
Protagonista del film è Francesco Montanari, conosciuto per il suo ruolo de Il Libanese in Romanzo Criminale – la serie, affiancato da Nicoletta Romanoff, Fabrizio Nevola, Anna Safroncik, Luigi Diberti, Sergio Solli, Renato Scarpa e tra gli altri, in un cameo, Maria Grazia Cucinotta.

Da domani, 10 aprile, la troupe si trasferirà in città fino al 19 aprile per girare le esterne del film che è interamente ambientato a Vico Equense e in Penisola, ma che per ovvi motivi economici e logistici ha visto la realizzazione di tutti gli interni tra Napoli e provincia nelle settimane scorse.

Ospitare una produzione così impegnativa ed articolata che presenta anche un cast di importanti professionisti della settima arte richiederà la chiusura di alcune strade cittadine che implicheranno alcuni disagi veicolari ridotti al minimo grazie alla forte interazione tra  la produzione, il Comando dei Vigili Urbani, l’Amministrazione, il Sindaco, l’Assessore alla Cultura e gli uffici comunali preposti.

Aggiornamenti in merito alla chiusura di alcune strade potranno essere reperiti costantemente sul sitowww.comune.vicoequense.na.it

Sono fiducioso che questo sforzo richiesto ai cittadini si concretizzerà a stretto giro in una grande opportunità, già avviata grazie al festival, di visibilità del territorio cittadino e costiero su scala nazionale ed internazionale come accaduto in passato per la Penisola tutta, set di oltre 100 pellicole in 100 anni, molte delle quali, come “Pane, amore e…” con Vittorio De Sica e Sophia Loren, hanno avuto come set proprio Vico Equense.

Grazie per la collaborazione e pazienza, a presto vederci per le strade cittadine.

FOTO Claudia Esposito

 
Giuseppe Alessio Nuzzo
direttore generale Social World Film Festival

Lascia una risposta