Grande Costa d’ Amalfi , Di Landro gli regala la salvezza all’ultimo respiro

0

COSTA D’AMALFI – Pol. Santa Maria 1-0
82º Di Landro

Di Landro regala la matematica al Costa d’Amalfi, all’ultimo respiro e, con una giornata di anticipo, i costieri centrano il proprio obiettivo. Una gara non adatta ai deboli di cuore, una gara tirata fino all’ultimo secondo, i costieri la risolvono ad una manciata di minuti dal termine, ma sono stati minuti davvero al cardiopalma. Prima frazione con i locali davvero troppo tesi per l’importanza della gara, e con gli ospiti che nonostante un buon possesso palla hanno una sola grande chance, calciata alta da dentro l’area di rigore. Sugli spalti invece si aspettano risultati favorevoli, perchè un pareggio potrebbe anche andar bene. Nella seconda frazione la gara diventa ancora piu sentita, mentre dagli altri campi non arrivano buone notizie, e così i costieri sono costretti a vincere, per evitare una autentica battaglia in trasferta nell’ultima giornata. La palla buona arriva a Marino che colpisce di prima su lancio di Cestaro, ma manda a lato di poco. Pochi minuti dopo è Di Landro a girarsi splendidamente a limite dell’area e a lasciar partire un destro che l’estremo difensore ospite toglie dall’angolino alla sua sinistra. Il Santa Maria prova a reagire sfruttando gli spazi, ma i costieri riescono ad opporsi con grande agonismo. Ad un quarto d’ora dalla fine una incredibile parata dell’estremo difensore ospite su una punizione magistrale di Cestaro sembra davvero avvicinare i costieri verso il baratro, ma il cuore e l’orgoglio dei costieri va davvero oltre. Minuto 82, palla sulla trequarti a Cestaro, taglio di Di Landro, il capitano dei costieri vede l’inserimento e fa partire un assist da urlo, il giovane bomber, classe 99, si trova così solo davanti al portiere, ha il tempo di stopparla, di sistemarsela e di spiazzare il portiere, mentre l’urlo del San Martino riempie il cielo costiero. Un azione favolosa. Gli ultimi minuti sono da tachicardia, il Santa Maria si getta in avanti, e nel recupero ci prova anche facendo salire il portiere nelle mischie. Ma al triplice fischio l’urlo è ancora più forte. Costa d’Amalfi matematicamente salvo, senza passare dai playout. Obiettivo centrato.

COSTA D'AMALFI – Pol. Santa Maria 1-0
82º Di Landro

Di Landro regala la matematica al Costa d'Amalfi, all'ultimo respiro e, con una giornata di anticipo, i costieri centrano il proprio obiettivo. Una gara non adatta ai deboli di cuore, una gara tirata fino all'ultimo secondo, i costieri la risolvono ad una manciata di minuti dal termine, ma sono stati minuti davvero al cardiopalma. Prima frazione con i locali davvero troppo tesi per l'importanza della gara, e con gli ospiti che nonostante un buon possesso palla hanno una sola grande chance, calciata alta da dentro l'area di rigore. Sugli spalti invece si aspettano risultati favorevoli, perchè un pareggio potrebbe anche andar bene. Nella seconda frazione la gara diventa ancora piu sentita, mentre dagli altri campi non arrivano buone notizie, e così i costieri sono costretti a vincere, per evitare una autentica battaglia in trasferta nell'ultima giornata. La palla buona arriva a Marino che colpisce di prima su lancio di Cestaro, ma manda a lato di poco. Pochi minuti dopo è Di Landro a girarsi splendidamente a limite dell'area e a lasciar partire un destro che l'estremo difensore ospite toglie dall'angolino alla sua sinistra. Il Santa Maria prova a reagire sfruttando gli spazi, ma i costieri riescono ad opporsi con grande agonismo. Ad un quarto d'ora dalla fine una incredibile parata dell'estremo difensore ospite su una punizione magistrale di Cestaro sembra davvero avvicinare i costieri verso il baratro, ma il cuore e l'orgoglio dei costieri va davvero oltre. Minuto 82, palla sulla trequarti a Cestaro, taglio di Di Landro, il capitano dei costieri vede l'inserimento e fa partire un assist da urlo, il giovane bomber, classe 99, si trova così solo davanti al portiere, ha il tempo di stopparla, di sistemarsela e di spiazzare il portiere, mentre l'urlo del San Martino riempie il cielo costiero. Un azione favolosa. Gli ultimi minuti sono da tachicardia, il Santa Maria si getta in avanti, e nel recupero ci prova anche facendo salire il portiere nelle mischie. Ma al triplice fischio l'urlo è ancora più forte. Costa d'Amalfi matematicamente salvo, senza passare dai playout. Obiettivo centrato.

Lascia una risposta