Sanità Italiana-Regione Campania: Cav. De Lisa (Dirig. San. ASL Salerno),inviata lettera al Ministro Beatrice Lorenzin

0

Sanità Italiana – Ministero della Salute – Provincia di Salerno – Cittadinanzattiva – Presidenza della Repubblica – Governo Italiano-Presidenza del Consiglio dei Ministri – Santa Sede – Prefettura della Casa Pontificia – Diocesi di Roma – Diocesi di Napoli – Diocesi di Genova – Diocesi di Salerno-Campagna-Acerno – Diocesi di Aversa – Conferenza Episcopale Italiana – Santa Romana Chiesa – Parlamento Italiano (Senato della Repubblica e Camera dei Deputati) – Prefettura di Salerno – Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro,Salerno e Vallo della Lucania – Ordine dei Medici di Salerno – Forze Armate (Arma dei Carabinieri,Guardia di Finanza,Guardia Costiera,Guardia Forestale,Esercito Italiano, Marina Militare) – CISL-CGIL-UIL-UGL-FIALS-CISAL – Istruzione Italiana – Corte Costituzionale – CSM – Politica Italiana.
Portandolo a conoscenza del Commissario Straordinario Avv. Antonio Postiglione ,Sub Commissari Sanitario Dottor Giuseppe Longo e Amministrativo Avv. Caterina Palumbo,Segreteria del Presidente Regione Campania, Segreteria dello Stato Vaticano e di Sua Santità Papa Francesco come suo Gran Maestro (appartenente sia all’Ordine Equestre Pontificio di San Silvestro Papa con a capo il Gran Maestro Papa Francesco Vescovo della Diocesi di Roma e Pontefice della Chiesa Cattolica riconosciuto dallo Stato Italiano che a quello dei Cavalieri Templari “Ugone dei Pagani”).
Oggetto: comunicazione al riguardo ritardi e illegalità che il Cav. Attilio De Lisa di Sanza della Diocesi di Teggiano-Policastro quale Referente del Governo delle Agende e delle Liste di Attesa dell’Ospedale Immacolata di Sapri presso la Direzione Sanitaria all’ufficio gestione delle Attività ambulatoriali fruttifero per l’Azienda, è costretto a subire a livello locale con tutto in simbiosi e ben voluto a livello centrale ed oltre (di cui la stessa sede centrale ed oltre ne sono al corrente da tempo dopo comunicazione verbale e scritta).
Infatti da più di due anni e con consenso del Direttore Sanitario Dott.ssa Maria Ruocco è stata richiesta varie volte all’Economato (di cui il Direttore Amministrativo è l’Avv. Marilinda Martino) una tabella identificativa dell’Ufficio di competenza (da posizionare al piano terra con l’indirizzo che è già visibile a livello di sito centrale dell’A.S.L. Salerno nel dovuto P.O. appartenente dove per merito sempre elogiato dalla Sede Centrale di Salerno e avendo lo stesso Cav. De Lisa anche i requisiti per svolgere anche mansioni superiori) come tutti gli altri e tutto per la visibilità e il diritto del Cliente ambulatoriale di sapere che al quarto piano esiste un ufficio dove rivolgersi al riguardo per ogni evenienza e fino adesso con esito negativo. Il Cav. De Lisa mai ha ricevuto una risposta scritta al merito ne da parte del Direttore Amministrativo che dall’ufficio Economato (neanche notizia dal suo Direttore Sanitario) e dopo aver interpellato il suo legale e portato a conoscenza dello stesso D.S.,è stato costretto ad acquistarla a proprie spese. Ma dopo circa un mese di esposizione al pubblico e all’insaputa sia del Cav. De Lisa che del D.S. dopo averlo interpellato e proprio nel giorno non lavorativo dell’ufficio di competenza (sabato-domenica),qualcuno si è permesso di toglierla e di posizionarne un’altra allo stesso posto e stessa misura con tanto spazio a disposizione. Comunque dal 17 dicembre 2016 è stata consegnata allo stesso Direttore Sanitario un’altra tabella aggiornata in quanto il 16 dicembre 2016 ha partecipato al corso di formazione aziendale per le Liste di Attesa con il Ref. Aziendale Dott.ssa Maria Immacolata Borrelli oltre da quasi due anni già partecipato al nuovo AREAS Prenotazioni CUP Aziendale con il Resp. Dottor Carmine Mangino e dopo circa 5 mesi e quindi fino all’ 8 aprile 2016 lo stesso Direttore Sanitario si è rifiutato di farla posizionare di conseguenza riflettendo col pensare cose strane al riguardo in quanto prima ha acconsentito e tuttora si rifiuta andando nel verso dell’Ufficio Economato di Area Amministrativa che non l’ha acquistata così da violare anche il diritto del Malato. Ritardi anche nel dare l’autorizzazione (richiesta) di utilizzare il protocollo informatico aziendale che già lo utilizzano in tutta l’Azienda tranne Sapri oltre alle richieste fatte allo stesso D.S. per quanto riguarda ad altri uffici della stessa Direzione Sanitaria e non portate a termine come quella all’Ufficio Infermieristico al riguardo l’elenco degli addetti agli ambulatori ed altri uffici richiesto di trasferirgli tutto ciò che riguarda le attività ambulatoriali e mai fatto infatti oggi i resoconti mensili ambulatoriali ancora pervengono agli stessi. Ha lamentato anche il suo trasferimento dal Reparto di Medicina Interna all Direzione Sanitaria (dovuta tramite disposizione centrale e stesso Direttore Sanitario locale) che doveva essere a gennaio 2012 e posticipato a marzo 2013. Non è giusto che chi agisce con Cristianità,Legalità e Trasparenza ed è per le cose giuste viene sempre contrastato con illegalità nei suoi confronti e trattato male,ritardi oppure non portato a termine quanto richiesto e dandogli solo fastidio per non farlo andare avanti. Comunque la cosa positiva che con tutte le difficoltà illegali incontrate e continua ad incontrare,ha creato una rete ambulatoriale locale con la segreteria della Direzione Sanitaria e i vari servizi e reparti ambulatoriali (ognuno con un proprio Referente) al rispetto delle Linee Guida e delle Disposizioni Centrali. Infine ha chiesto di prendere in considerazione quanto comunicato per il Bene dell’Azienda,del diritto del Malato e della Sanità Campana e Italiana che ha veramente bisogno e dirigere il miglioramento verso le persone che fanno il loro dovere ed hanno i requisiti per crescere come il Sottoscritto (un Dirigente deve essere imparziale e tener conto di chi veramente ha il senso di responsabilità con il dovuto indirizzo di livello professionale e chi lo dice è anche un prossimo Cavaliere della Repubblica in quanto già è stata avviata in suo favore, a livello di Ufficio Cerimoniale di Stato della Presidenza del Consiglio dei Ministri e con il consenso dei suoi dati personali a livello di Prefettura di Salerno, la pratica istruttoria per il riconoscimento al Merito della Repubblica Italiana). La Lettera già arrivata a destinazione.
In più per conoscenza anche del Coordinatore di Cittadinanzattiva Sapri e del Segretario della Regione Campania dove già da prima al corrente lo stesso Coordinatore locale quando il Sottoscritto come ufficio e per quanto riguarda a Tabella identificativa al piano terra del P.O. di Sapri ha inviato una lettera indirizzata alla Sede Centrale dell’A.S.L. Salerno e per conoscenza anche al Coordinatore locale e il Tribunale del Malato e dei Malati Cronici oltre al Vescovo di riferimento Mons. Antonio De Luca e Curia Diocesana di Teggiano-Policastro,tramite il Vicario Generale all’Arcivescovo di Salerno Mons. Luigi Moretti e tramite il suo Portavoce al Card. Crescenzio Sepe Arcivescovo Metropolita di Napoli come prima Autorità Religiosa Campana.Sanità Italiana – Ministero della Salute – Provincia di Salerno – Cittadinanzattiva – Presidenza della Repubblica – Governo Italiano-Presidenza del Consiglio dei Ministri – Santa Sede – Prefettura della Casa Pontificia – Diocesi di Roma – Diocesi di Napoli – Diocesi di Genova – Diocesi di Salerno-Campagna-Acerno – Diocesi di Aversa – Conferenza Episcopale Italiana – Santa Romana Chiesa – Parlamento Italiano (Senato della Repubblica e Camera dei Deputati) – Prefettura di Salerno – Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lagonegro,Salerno e Vallo della Lucania – Ordine dei Medici di Salerno – Forze Armate (Arma dei Carabinieri,Guardia di Finanza,Guardia Costiera,Guardia Forestale,Esercito Italiano, Marina Militare) – CISL-CGIL-UIL-UGL-FIALS-CISAL – Istruzione Italiana – Corte Costituzionale – CSM – Politica Italiana.
Portandolo a conoscenza del Commissario Straordinario Avv. Antonio Postiglione ,Sub Commissari Sanitario Dottor Giuseppe Longo e Amministrativo Avv. Caterina Palumbo,Segreteria del Presidente Regione Campania, Segreteria dello Stato Vaticano e di Sua Santità Papa Francesco come suo Gran Maestro (appartenente sia all’Ordine Equestre Pontificio di San Silvestro Papa con a capo il Gran Maestro Papa Francesco Vescovo della Diocesi di Roma e Pontefice della Chiesa Cattolica riconosciuto dallo Stato Italiano che a quello dei Cavalieri Templari “Ugone dei Pagani”).
Oggetto: comunicazione al riguardo ritardi e illegalità che il Cav. Attilio De Lisa di Sanza della Diocesi di Teggiano-Policastro quale Referente del Governo delle Agende e delle Liste di Attesa dell’Ospedale Immacolata di Sapri presso la Direzione Sanitaria all’ufficio gestione delle Attività ambulatoriali fruttifero per l’Azienda, è costretto a subire a livello locale con tutto in simbiosi e ben voluto a livello centrale ed oltre (di cui la stessa sede centrale ed oltre ne sono al corrente da tempo dopo comunicazione verbale e scritta).
Infatti da più di due anni e con consenso del Direttore Sanitario Dott.ssa Maria Ruocco è stata richiesta varie volte all’Economato (di cui il Direttore Amministrativo è l’Avv. Marilinda Martino) una tabella identificativa dell’Ufficio di competenza (da posizionare al piano terra con l’indirizzo che è già visibile a livello di sito centrale dell’A.S.L. Salerno nel dovuto P.O. appartenente dove per merito sempre elogiato dalla Sede Centrale di Salerno e avendo lo stesso Cav. De Lisa anche i requisiti per svolgere anche mansioni superiori) come tutti gli altri e tutto per la visibilità e il diritto del Cliente ambulatoriale di sapere che al quarto piano esiste un ufficio dove rivolgersi al riguardo per ogni evenienza e fino adesso con esito negativo. Il Cav. De Lisa mai ha ricevuto una risposta scritta al merito ne da parte del Direttore Amministrativo che dall’ufficio Economato (neanche notizia dal suo Direttore Sanitario) e dopo aver interpellato il suo legale e portato a conoscenza dello stesso D.S.,è stato costretto ad acquistarla a proprie spese. Ma dopo circa un mese di esposizione al pubblico e all’insaputa sia del Cav. De Lisa che del D.S. dopo averlo interpellato e proprio nel giorno non lavorativo dell’ufficio di competenza (sabato-domenica),qualcuno si è permesso di toglierla e di posizionarne un’altra allo stesso posto e stessa misura con tanto spazio a disposizione. Comunque dal 17 dicembre 2016 è stata consegnata allo stesso Direttore Sanitario un’altra tabella aggiornata in quanto il 16 dicembre 2016 ha partecipato al corso di formazione aziendale per le Liste di Attesa con il Ref. Aziendale Dott.ssa Maria Immacolata Borrelli oltre da quasi due anni già partecipato al nuovo AREAS Prenotazioni CUP Aziendale con il Resp. Dottor Carmine Mangino e dopo circa 5 mesi e quindi fino all’ 8 aprile 2016 lo stesso Direttore Sanitario si è rifiutato di farla posizionare di conseguenza riflettendo col pensare cose strane al riguardo in quanto prima ha acconsentito e tuttora si rifiuta andando nel verso dell’Ufficio Economato di Area Amministrativa che non l’ha acquistata così da violare anche il diritto del Malato. Ritardi anche nel dare l’autorizzazione (richiesta) di utilizzare il protocollo informatico aziendale che già lo utilizzano in tutta l’Azienda tranne Sapri oltre alle richieste fatte allo stesso D.S. per quanto riguarda ad altri uffici della stessa Direzione Sanitaria e non portate a termine come quella all’Ufficio Infermieristico al riguardo l’elenco degli addetti agli ambulatori ed altri uffici richiesto di trasferirgli tutto ciò che riguarda le attività ambulatoriali e mai fatto infatti oggi i resoconti mensili ambulatoriali ancora pervengono agli stessi. Ha lamentato anche il suo trasferimento dal Reparto di Medicina Interna all Direzione Sanitaria (dovuta tramite disposizione centrale e stesso Direttore Sanitario locale) che doveva essere a gennaio 2012 e posticipato a marzo 2013. Non è giusto che chi agisce con Cristianità,Legalità e Trasparenza ed è per le cose giuste viene sempre contrastato con illegalità nei suoi confronti e trattato male,ritardi oppure non portato a termine quanto richiesto e dandogli solo fastidio per non farlo andare avanti. Comunque la cosa positiva che con tutte le difficoltà illegali incontrate e continua ad incontrare,ha creato una rete ambulatoriale locale con la segreteria della Direzione Sanitaria e i vari servizi e reparti ambulatoriali (ognuno con un proprio Referente) al rispetto delle Linee Guida e delle Disposizioni Centrali. Infine ha chiesto di prendere in considerazione quanto comunicato per il Bene dell’Azienda,del diritto del Malato e della Sanità Campana e Italiana che ha veramente bisogno e dirigere il miglioramento verso le persone che fanno il loro dovere ed hanno i requisiti per crescere come il Sottoscritto (un Dirigente deve essere imparziale e tener conto di chi veramente ha il senso di responsabilità con il dovuto indirizzo di livello professionale e chi lo dice è anche un prossimo Cavaliere della Repubblica in quanto già è stata avviata in suo favore, a livello di Ufficio Cerimoniale di Stato della Presidenza del Consiglio dei Ministri e con il consenso dei suoi dati personali a livello di Prefettura di Salerno, la pratica istruttoria per il riconoscimento al Merito della Repubblica Italiana). La Lettera già arrivata a destinazione.
In più per conoscenza anche del Coordinatore di Cittadinanzattiva Sapri e del Segretario della Regione Campania dove già da prima al corrente lo stesso Coordinatore locale quando il Sottoscritto come ufficio e per quanto riguarda a Tabella identificativa al piano terra del P.O. di Sapri ha inviato una lettera indirizzata alla Sede Centrale dell’A.S.L. Salerno e per conoscenza anche al Coordinatore locale e il Tribunale del Malato e dei Malati Cronici oltre al Vescovo di riferimento Mons. Antonio De Luca e Curia Diocesana di Teggiano-Policastro,tramite il Vicario Generale all’Arcivescovo di Salerno Mons. Luigi Moretti e tramite il suo Portavoce al Card. Crescenzio Sepe Arcivescovo Metropolita di Napoli come prima Autorità Religiosa Campana.