Piano di Sorrento , Anna Iaccarino “Ieri incontro con i cittadini, disponibile a mettermi al servizio della Città”

0

Piano di Sorrento . Una riunione interessante ieri in biblioteca comunale , la prima dopo il divorzio con Vincenzo Iaccarino, erano presenti Marco D’Esposito, Gianni Pepe, Francesco Esposito, che ha ricostruito le colpe storiche dei disastri della politica, Aubry, Ciccio Ciampa, Vincenzo Attanasio, tutti i giornalisti locali, qualche curioso e qualche interessato, ecco come descrive l’incontro Anna Iaccarino ” Ieri sera c’è stato un piacevole incontro con i cittadini presso la Biblioteca comunale, un incontro in cui io ho ritenuto opportuno chiarire, soprattutto alla luce di quanto apparso su alcuni organi di informazione, che non si trattava di una riunione di miei simpatizzanti e sostenitori. E’ stata un’iniziativa voluta da alcuni cittadini, a cui io sono stata invitata ed ho partecipato e continuerò a partecipare, da cittadina. Io a quel tavolo non porto un pacchetto di voti, io porto solo me stessa, le mie idee e la mia storia. Tutto qui! In virtù di questo ho dato la mia disponibilità a collaborare al nascere di un eventuale progetto civico. Una disponibilità a mettermi al servizio di questo gruppo e, conseguentemente della mia Città, SENZA ALCUNA PRETESA. Sono pronta, se lo si ritiene necessario a ricandidarmi come Consigliere comunale, anche come Sindaco, qualora non si individuasse altra figura che possa meglio incarnare questo progetto. Diversamente, sono pronta anche semplicemente a sostenere questa idea da semplice elettrice. Sono pronta a fare volantinaggio o quello che serve insomma, anche ad imparare ad attaccare manifesti. Dico questo perché, oggi, vedere dei cittadini riunirsi, solo con un semplice passa parola, per discutere, confrontarsi e “provare ad esserci” è qualcosa di lodevole e meritorio. Mi auspico, tuttavia, che questa mia impostazione sia condivisa anche da parte di tutti coloro che intendano continuare questo percorso, altrimenti questa esperienza civica non farà altro che imitare la politica “ufficiale” in cui si conta non tanto per ciò che è e si pensa, ma per i voti che si portano in dote! “

Piano di Sorrento . Una riunione interessante ieri in biblioteca comunale , la prima dopo il divorzio con Vincenzo Iaccarino, erano presenti Marco D'Esposito, Gianni Pepe, Francesco Esposito, che ha ricostruito le colpe storiche dei disastri della politica, Aubry, Ciccio Ciampa, Vincenzo Attanasio, tutti i giornalisti locali, qualche curioso e qualche interessato, ecco come descrive l'incontro Anna Iaccarino " Ieri sera c'è stato un piacevole incontro con i cittadini presso la Biblioteca comunale, un incontro in cui io ho ritenuto opportuno chiarire, soprattutto alla luce di quanto apparso su alcuni organi di informazione, che non si trattava di una riunione di miei simpatizzanti e sostenitori. E' stata un'iniziativa voluta da alcuni cittadini, a cui io sono stata invitata ed ho partecipato e continuerò a partecipare, da cittadina. Io a quel tavolo non porto un pacchetto di voti, io porto solo me stessa, le mie idee e la mia storia. Tutto qui! In virtù di questo ho dato la mia disponibilità a collaborare al nascere di un eventuale progetto civico. Una disponibilità a mettermi al servizio di questo gruppo e, conseguentemente della mia Città, SENZA ALCUNA PRETESA. Sono pronta, se lo si ritiene necessario a ricandidarmi come Consigliere comunale, anche come Sindaco, qualora non si individuasse altra figura che possa meglio incarnare questo progetto. Diversamente, sono pronta anche semplicemente a sostenere questa idea da semplice elettrice. Sono pronta a fare volantinaggio o quello che serve insomma, anche ad imparare ad attaccare manifesti. Dico questo perché, oggi, vedere dei cittadini riunirsi, solo con un semplice passa parola, per discutere, confrontarsi e "provare ad esserci" è qualcosa di lodevole e meritorio. Mi auspico, tuttavia, che questa mia impostazione sia condivisa anche da parte di tutti coloro che intendano continuare questo percorso, altrimenti questa esperienza civica non farà altro che imitare la politica "ufficiale" in cui si conta non tanto per ciò che è e si pensa, ma per i voti che si portano in dote! "

Lascia una risposta