Minori: a margine del convegno degli esperti in geologia, festa gastronomica in piazzetta Solaio dei Pastai

0

L’istituto alberghiero di Maiori ha dimostrato ancora una volta la valenza dei suoi alunni ed insegnanti e la simbiosi con il mondo del lavoro. L’occasione è stata la prima giornata del convegno degli esperti della geologia, della stampa specializzata che si tiene al palazzo del Comune di Minori ed al plesso archeologico della Villa Romana Marittima, con un tocco di spensieratezza culinaria.

Location della cena offerta è stata la piazzetta Solaio dei Pastai, incastonata tra la via Vittorio Emanuele e il terminale dellì’ex palazzo Vescovado (Minori è stata sede vescovile fino al 1818), in un punto dove l’esaltazione della pavimentazione in basalto non è stata minimamente “toccata” in negativo.

Gli alunni dell’alberghiero (già impegnati settimanalmente con la mensa all’istituto comprensivo) guidati egregiamente dal maestro di cucina Luigi di Ruocco che è anche consigliere comunale della cittadina di origini romane, confortati dall’assenso della sempre disponibile preside (a noi piace ancora indicarla così) Sabine Solange Hutter, hanno “propinato” agli entusisti ospiti i ricci fatti a mano(quelli fatti con i ferri dell’ombrello) con una particolare salsetta, gli ‘ndundari alla ricotta, totani e patate, dolci offerti dalle pasticcerie locali Gambardella e Sal de Riso. Tutto per la soddisfazione del sindaco Andrea Reale……………………g.a.L’istituto alberghiero di Maiori ha dimostrato ancora una volta la valenza dei suoi alunni ed insegnanti e la simbiosi con il mondo del lavoro. L’occasione è stata la prima giornata del convegno degli esperti della geologia, della stampa specializzata che si tiene al palazzo del Comune di Minori ed al plesso archeologico della Villa Romana Marittima, con un tocco di spensieratezza culinaria.

Location della cena offerta è stata la piazzetta Solaio dei Pastai, incastonata tra la via Vittorio Emanuele e il terminale dellì’ex palazzo Vescovado (Minori è stata sede vescovile fino al 1818), in un punto dove l’esaltazione della pavimentazione in basalto non è stata minimamente “toccata” in negativo.

Gli alunni dell’alberghiero (già impegnati settimanalmente con la mensa all’istituto comprensivo) guidati egregiamente dal maestro di cucina Luigi di Ruocco che è anche consigliere comunale della cittadina di origini romane, confortati dall’assenso della sempre disponibile preside (a noi piace ancora indicarla così) Sabine Solange Hutter, hanno “propinato” agli entusisti ospiti i ricci fatti a mano(quelli fatti con i ferri dell’ombrello) con una particolare salsetta, gli ‘ndundari alla ricotta, totani e patate, dolci offerti dalle pasticcerie locali Gambardella e Sal de Riso. Tutto per la soddisfazione del sindaco Andrea Reale……………………g.a.