Pollica, solo una messa per ricordare Angelo Vassallo ad un mese dalla morte

0

A distanza di un mese dall’omicidio del sindaco di Acciaroli Pollica nel Cilento in provincia di Salerno, Angelo Vassallo, assassinato il 5 settembre scorso con nove colpi di una pistola calibro 9×21 mentre faceva ritorno a casa, non c’è ancora una traccia determinante che possa ricondurre al killer. Né tantomeno al movente di quel brutale omicidio che ha scosso il Cilento e l’Italia intera, fino ad arrivare nell’aula del Parlamento europeo. La Dda di Salerno, i carabinieri del reparto operativo e i Ros, che stanno coordinando le indagini, da un mese intero lavorano incessantemente sul caso e continuano a battere tutte le piste: camorra, narcotraffico, investimenti pubblici e vita personale. Ma finora non è emerso nessun elemento che possa indirizzarli verso un preciso canale. Sembra però che si stia indebolendo la convinzione che dietro l’omicidio del sindaco ci sia lo zampino della criminalità organizzata o dei narcotrafficanti. Gli elementi raccolti farebbero supporre che, per quanto Vassallo sia potuto entrare in conflitto con alcuni spacciatori del posto, il sindaco non sarebbe stato ucciso da chi controlla la piazza della droga di Acciaroli. Perciò si punta ancora di più sulla sua vita privata e sulle sue amicizie. Per questo sarebbe anche più complicato risalire all’autore dell’omicidio che, come ha detto alla Camera e al Senato il sottosegretario Mantovano, «non sarebbe un killer professionista». Intanto, stasera alle sette, nella chiesa di Maria Santissima dell’Annunziata ad Acciaroli sarà celebrata una messa per ricordare il sindaco. La famiglia Vassallo ha chiesto espressamente all’intera amministrazione comunale di non organizzare nulla di particolare, preferendo una cerimonia blindata e ristretta ai familiari e agli amici intimi. Per questo motivo calerà l’attenzione su Acciaroli, almeno per questa sera. In chiesa si ritroveranno, con i familiari, soltanto gli amici più stretti che ricorderanno con una cerimonia semplice l’ex sindaco ucciso con nove colpi di pistola.