LA GRANDE FESTA DELL’ARTE

0

Ieri, domenica, prima del mese di aprile, con ingresso libero nei musei statali, possiamo decretare, vista la grandissima affluenza di pubblico, un enorme successo. Soprattutto la mostra Mito e Natura dalla Grecia a Pompei, articolata su due luoghi espositivi, Museo Archeologico di Napoli e Scavi di Pompei. La bellezza dell’arte vince e stravince in ogni dove. Certo, miglia di fruitori mettono, rischiano di mandare in tilt, la più consolidata delle strutture, ma basta organizzarsi e non lasciarsi ingannare dal caos all’ingresso, sapere cosa e dove vedere, muoversi miratamente. Da Sorrento ci siamo organizzati con il treno delle otto, evitando la fila all’ingresso, all’interno ci siamo concentrati sulle cose di sapere sorrentino, il Ninfeo di Pipiano, ad esempio , sistemato un po defilato rispetto alla mostra e senza folla, lo abbiamo goduto appieno senza interruzioni, la collezione Invisibile, mentre nell’ambito dell’Museo si aggiravano circa 10.000 persone, noi sorrentini guardavamo i reperti della collezione Astarita. Sempre in treno subito dopo abbiamo raggiunto Pompei, che chiuso l’ingresso dalle 12.30 alle 14.30, un po di attesa ll’ingresso , ma poi le 5 case del contesto Mito e Natura le abbiamo visitate con comodo e senza stress.Abbiamo cavalcato la tigre………..tra MITO E NATURA. Tra museo archeologico di Napoli e scavi di Pompei in un solo dionisiaco sorso. Lucio Esposito-Luigi Russo 

 

GUARDATO
4:33

Scavi di Pompei – Mostra Mito e Natura, dalla Grecia a Pompei

4 visualizzazioni
1 ora fa

 

 
GUARDATO
13:46

Napoli – Museo Archeologico (Mostra Mito e natura)

2 visualizzazioni
1 ora fa

Ieri, domenica, prima del mese di aprile, con ingresso libero nei musei statali, possiamo decretare, vista la grandissima affluenza di pubblico, un enorme successo. Soprattutto la mostra Mito e Natura dalla Grecia a Pompei, articolata su due luoghi espositivi, Museo Archeologico di Napoli e Scavi di Pompei. La bellezza dell'arte vince e stravince in ogni dove. Certo, miglia di fruitori mettono, rischiano di mandare in tilt, la più consolidata delle strutture, ma basta organizzarsi e non lasciarsi ingannare dal caos all'ingresso, sapere cosa e dove vedere, muoversi miratamente. Da Sorrento ci siamo organizzati con il treno delle otto, evitando la fila all'ingresso, all'interno ci siamo concentrati sulle cose di sapere sorrentino, il Ninfeo di Pipiano, ad esempio , sistemato un po defilato rispetto alla mostra e senza folla, lo abbiamo goduto appieno senza interruzioni, la collezione Invisibile, mentre nell'ambito dell'Museo si aggiravano circa 10.000 persone, noi sorrentini guardavamo i reperti della collezione Astarita. Sempre in treno subito dopo abbiamo raggiunto Pompei, che chiuso l'ingresso dalle 12.30 alle 14.30, un po di attesa ll'ingresso , ma poi le 5 case del contesto Mito e Natura le abbiamo visitate con comodo e senza stress.Abbiamo cavalcato la tigre………..tra MITO E NATURA. Tra museo archeologico di Napoli e scavi di Pompei in un solo dionisiaco sorso. Lucio Esposito-Luigi Russo