Renzi si difende “Noi non siamo collusi con la lobby del petrolio” e denuncia Grillo

0

Il petrolio, innanzitutto. Il capo del governo spiega che quel provvedimento serve a sbloccare una grande opera ferma dal 1989: “Per adesso dopo 27 anni non è stato tirato fuori un goccio di petrolio perché le autorizzazioni sono state rinviate come spesso succede in Italia”. Un esempio, rileva Renzi, simile ad altre opere contraddistinte da problemi annosi, come la Salerno-Reggio Calabri o Pompei. Ma da qui a parlare di “lobby del petrolio” ne passa: “Ci dicono a noi che siamo quelli delle lobby quando noi abbiamo fatto la legge su reati ambientali, le pene sull’anticorruzione, abbiamo fatto delle iniziative concrete e reali compresa l’approvazione in prima lettura alla Camera del conflitto d’interessi. Dire che noi siamo quelli delle lobby a me fa, tecnicamente parlando, schiattare dalla risate“. Intanto denuncia Grillo del Movimento Cinque Stelle per gli attacchi fatti al PD 

Il petrolio, innanzitutto. Il capo del governo spiega che quel provvedimento serve a sbloccare una grande opera ferma dal 1989: “Per adesso dopo 27 anni non è stato tirato fuori un goccio di petrolio perché le autorizzazioni sono state rinviate come spesso succede in Italia”. Un esempio, rileva Renzi, simile ad altre opere contraddistinte da problemi annosi, come la Salerno-Reggio Calabri o Pompei. Ma da qui a parlare di “lobby del petrolio” ne passa: “Ci dicono a noi che siamo quelli delle lobby quando noi abbiamo fatto la legge su reati ambientali, le pene sull’anticorruzione, abbiamo fatto delle iniziative concrete e reali compresa l’approvazione in prima lettura alla Camera del conflitto d’interessi. Dire che noi siamo quelli delle lobby a me fa, tecnicamente parlando, schiattare dalla risate“. Intanto denuncia Grillo del Movimento Cinque Stelle per gli attacchi fatti al PD