FC Sorrento quattro botti e Mariglianese ko

0

Costieri che regolano gli ospiti nella prima frazione e poi li guadano, doppietta di Vitale

 

Foto tratta dal diario di Facebook del FC Sorrento

 

Sorrento –  Il FC Sorrento rifila quattro squilli alla Mariglianese e la regola nella prima frazione e poi la guada nonostante la sua buona mole di gioco.

All’andata fu una di quelle gare che ebbero un finale rovente in cui i costieri pagano un caro dazio con ben tre espulsi, ed oggi hanno subito messo le carte in tavola con un secco uno due che in due primi ha già, per un verso, deciso la partita nei primi undici minuti. I granata, oggi in maglia blu, mentre i costieri erano in maglia gialla, come essere stati punti dalla cosiddetta tarantola iniziano la loro reazione ma le loro iniziative finiscono o sulla tre quarti o ben francobollate dai difensori costieri. Con un  4-3-3 che poi assumeva la fisionomia di un 3-4-3, la squadra di mister Turi messo al sicuro il risultato con il terzo gol non disdegnava di costruire qualche altra azione pericolosa che poi ha portato al quarto di Vitale (oggi doppietta personale) che sale in classifica marcatori a 21 reti. Mentre i ragazzi di mister Papa hanno svolto una gara mole di gioco anche con un discreto pressing, ma hanno raccolto ben poco, solo due pericolose palle sventate da maestro dal portiere Russo che ha risposto presente.

Goals – Una quaterna che esce sulla ruota di Sorrento ma con già tre messi nel sacco nel primo tempo e l’ultimo verso la fine del secondo.

Il cronometro segna solo il 9’ della prima frazione è già i rossoneri sono in vantaggio con un’azione sulla sinistra con De Gregorio che pennella un cross in area per la testa di Gargiulo che fa secco Varone. I costieri non fanno neanche respirare i  mariglianesi che fanno scacco matto dopo centoventi secondi: Esposito apre sulla fascia destra per Vanin che vince un rimpallo e crossa teso in area dove Del Sorbo di testa centra il bersaglio.

Il tris è servito quando siamo al 33’ con una veloce azione di contropiede che porta a De Gregorio al cross sul secondo palo dove è appostato Vitale che decentrato, al volo, mette una palla al rimbalzo alle spalle delle’stremo mariglianese.

Lo stesso attaccante mette a segno la sua doppietta personale nella ripresa, al 39’, c’è un cross a pallonetto di Gargiulo dal limite dell’area e Vitale sul filo del fuorigioco di testa insacca a pallonetto ad incrociare sul palo lungo di Varone. Così sale in classifica marcatori a 21 reti.

La gara – La si presentava come una di quelle difficili ma la buona concentrazione ed il buon lavoro svolto in settimana hanno fatto si che gli uomini di mister Turi sono scesi in campo ben determinati a mettere le cose a posto da subito, e lo dicono le due reti realizzate in un batter d’occhio in soli undici minuti. E’ già la svolta di una partita che parte con il minuto di silenzio per ricordare la scomparsa di Cesare Maldini, poi è quasi un senso unico dei rossoneri che imbastiscono delle ficcanti trame specie sulla fascia destra dove armeggia un certo Vanin che batte cassa non facendo capire nulla ai suoi avversari, con la Mariglianese che va in affanno spesso. Ma anche quando le palle di una certa pericolosità sono anche ben cucite con qualche ficcante fraseggio sulla fascia sinistra e con palla a terra. Non c’è molto da scrivere dopo le prime tre reti sorrentine, solo che i costieri tentano la quaterna al 38’ con un decentrato Esposito che da pochi passi si fa respingere la palla dall’estremo granata.

Ormai si può dire che la gara è messa nel freezer ed il FC Sorrento non forza più di tanto nonostante che la squadra della piana inneschi una discreta mole di gioco che però non frutta nulla. Ma i sorrentini anche se la guadano non restano al palo e tentato il poker al 18’ con Gargiulo che da centro area spara alto. Poi rifanno un altro tentativo quando corre il 21’ con Temponi che da circa trenta metri tenta la sortita della domenica ma la sua sfera a mezza altezza sfiora il palo alla destra di Varone.

La seconda vera palla pericolosa della Mariglianese la si annota al 27’ con Falco che ci prova con una diagonale tesa, Russo di allunga e devia a pugni, la sfera rimbalza su De Gregorio ed arriva a Romano che solo e da pochi passi calcia alto.

Un po’ di accademia costiera e ripresa che va in archivio se non fosse per la quaterna e la doppietta personale di Vitale.

Novantunesimo – La soddisfazione la si può legger sul volto di mister Turi che è contento del lavoro svolto dai suoi in settimana, perché “sono soddisfatto del lavoro svolto in settimana. Stiamo cercando di perfezionare i meccanismi e di giocare palla a terra perché sta arrivando anche il caldo”. In tal modo si sta, con molta probabilità, anche provando qualcosa per il dopo regular season. Una vittoria ottenuta giocando in scioltezza, senza trovare trame contorte ma semplici: “E’ quello che dobbiamo ricercare perché le motivazioni ce le danno gli avversari, ma trovare anche le trame per arrivare alla palle gol”. Oggi i costieri erano anche in formazione rimaneggiata per le assenza di Arpino e Scarpa che ne avranno ancora per molto, specie il capitano costiero. Ma nonostante i cosiddetti rincalzi’ sono stati all’altezza, ma per mister Turi “la formazione non è mai scontata quella che va in campo”. Comunque da martedì già si penserà ala trasferta in terra irpina in quel di Avellino contro il San Tommaso.

L’allenatore della Mariglianese Papa valuta bene la prestazione della sua squadra: “Abbiamo avuto un buon inizio ma sul secondo gol ci siamo spenti. Comunque al di la del risultato credo che essa si è espressa bene ed ha avuto ben tre palle gol. Mentre il FC Sorrento ha capitalizzato le sue azioni”.

Poi fa un imbocca al lupo ai costieri: “Spero che il FC Sorrento possa arrivare in Serie D anche tramite i play off perché credo che il Città di Nocera non perderà terreno”.

E domenica prossima spetta ai rossoneri la trasferta in quel di Avellino contro il San Tommaso, contro una squadra che vuole evitare i play out, standoci distante di un punto.

 

Foto tratte dal diario di Facebook del FC Sorrento

 

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2015-16 – GIRONE B – 28^ GIORNATA – 13^ RITORNO

FC SORRENTO -MARIGLIANESE  4-0

Goals: 9’pt Gargiulo, 11’pt Del Sorbo, 33’st e 39’st Vitale.

FC SORRENTO (4-3-3): Russo 7; Vanin 7, Maury 6.5, Scognamiglio 6.5, De Gregorio 6 (30’st Cappelluccio 6); Esposito 6, Serrapica 6.5, Temponi 6.5 (22’st De Rosa 6); Gargiulo 7 (17’st Mensah 6), Del Sorbo 6.5, Vitale 7.

A disp: Russo, Cappelluccio, Attardi, Pignataro.   Allen: Mario Turi 6.

MARIGLIANESE (4-3-3): Varone 6; Monda 6, Biancardi 6, Loreto 6, Falco 6; Andres 5.5, Maione 6 (14’st Massimo 6), Antignani 6 (8’st De Biase 6); Ambrosino 6, Romano 6, Sacco 6 (28’st Allocca 6).

A disp: Ottaviano, Graziano, Rea, Piccolo.    Allen: Aldo Papa 6.

Arbitro: Vincenzo Castropignano di Ercolano 6.

Assistenti: Ciro Imperato e Giovanni Autiero di Ercolano.

Ammonti: st – 9’ Vitale (FCS), 26’ Mensah (FCS).

Note: giornata serena, 27°; erba sintetica discreta; spettatori 300 circa.

Angoli: 2-3.   Recuperi: 1’pt e 0’st.

 

 

GUSEPPE SPASIANO

Costieri che regolano gli ospiti nella prima frazione e poi li guadano, doppietta di Vitale

 

Foto tratta dal diario di Facebook del FC Sorrento

 

Sorrento –  Il FC Sorrento rifila quattro squilli alla Mariglianese e la regola nella prima frazione e poi la guada nonostante la sua buona mole di gioco.

All’andata fu una di quelle gare che ebbero un finale rovente in cui i costieri pagano un caro dazio con ben tre espulsi, ed oggi hanno subito messo le carte in tavola con un secco uno due che in due primi ha già, per un verso, deciso la partita nei primi undici minuti. I granata, oggi in maglia blu, mentre i costieri erano in maglia gialla, come essere stati punti dalla cosiddetta tarantola iniziano la loro reazione ma le loro iniziative finiscono o sulla tre quarti o ben francobollate dai difensori costieri. Con un  4-3-3 che poi assumeva la fisionomia di un 3-4-3, la squadra di mister Turi messo al sicuro il risultato con il terzo gol non disdegnava di costruire qualche altra azione pericolosa che poi ha portato al quarto di Vitale (oggi doppietta personale) che sale in classifica marcatori a 21 reti. Mentre i ragazzi di mister Papa hanno svolto una gara mole di gioco anche con un discreto pressing, ma hanno raccolto ben poco, solo due pericolose palle sventate da maestro dal portiere Russo che ha risposto presente.

Goals – Una quaterna che esce sulla ruota di Sorrento ma con già tre messi nel sacco nel primo tempo e l’ultimo verso la fine del secondo.

Il cronometro segna solo il 9’ della prima frazione è già i rossoneri sono in vantaggio con un’azione sulla sinistra con De Gregorio che pennella un cross in area per la testa di Gargiulo che fa secco Varone. I costieri non fanno neanche respirare i  mariglianesi che fanno scacco matto dopo centoventi secondi: Esposito apre sulla fascia destra per Vanin che vince un rimpallo e crossa teso in area dove Del Sorbo di testa centra il bersaglio.

Il tris è servito quando siamo al 33’ con una veloce azione di contropiede che porta a De Gregorio al cross sul secondo palo dove è appostato Vitale che decentrato, al volo, mette una palla al rimbalzo alle spalle delle’stremo mariglianese.

Lo stesso attaccante mette a segno la sua doppietta personale nella ripresa, al 39’, c’è un cross a pallonetto di Gargiulo dal limite dell’area e Vitale sul filo del fuorigioco di testa insacca a pallonetto ad incrociare sul palo lungo di Varone. Così sale in classifica marcatori a 21 reti.

La gara – La si presentava come una di quelle difficili ma la buona concentrazione ed il buon lavoro svolto in settimana hanno fatto si che gli uomini di mister Turi sono scesi in campo ben determinati a mettere le cose a posto da subito, e lo dicono le due reti realizzate in un batter d’occhio in soli undici minuti. E’ già la svolta di una partita che parte con il minuto di silenzio per ricordare la scomparsa di Cesare Maldini, poi è quasi un senso unico dei rossoneri che imbastiscono delle ficcanti trame specie sulla fascia destra dove armeggia un certo Vanin che batte cassa non facendo capire nulla ai suoi avversari, con la Mariglianese che va in affanno spesso. Ma anche quando le palle di una certa pericolosità sono anche ben cucite con qualche ficcante fraseggio sulla fascia sinistra e con palla a terra. Non c’è molto da scrivere dopo le prime tre reti sorrentine, solo che i costieri tentano la quaterna al 38’ con un decentrato Esposito che da pochi passi si fa respingere la palla dall’estremo granata.

Ormai si può dire che la gara è messa nel freezer ed il FC Sorrento non forza più di tanto nonostante che la squadra della piana inneschi una discreta mole di gioco che però non frutta nulla. Ma i sorrentini anche se la guadano non restano al palo e tentato il poker al 18’ con Gargiulo che da centro area spara alto. Poi rifanno un altro tentativo quando corre il 21’ con Temponi che da circa trenta metri tenta la sortita della domenica ma la sua sfera a mezza altezza sfiora il palo alla destra di Varone.

La seconda vera palla pericolosa della Mariglianese la si annota al 27’ con Falco che ci prova con una diagonale tesa, Russo di allunga e devia a pugni, la sfera rimbalza su De Gregorio ed arriva a Romano che solo e da pochi passi calcia alto.

Un po’ di accademia costiera e ripresa che va in archivio se non fosse per la quaterna e la doppietta personale di Vitale.

Novantunesimo – La soddisfazione la si può legger sul volto di mister Turi che è contento del lavoro svolto dai suoi in settimana, perché “sono soddisfatto del lavoro svolto in settimana. Stiamo cercando di perfezionare i meccanismi e di giocare palla a terra perché sta arrivando anche il caldo”. In tal modo si sta, con molta probabilità, anche provando qualcosa per il dopo regular season. Una vittoria ottenuta giocando in scioltezza, senza trovare trame contorte ma semplici: “E’ quello che dobbiamo ricercare perché le motivazioni ce le danno gli avversari, ma trovare anche le trame per arrivare alla palle gol”. Oggi i costieri erano anche in formazione rimaneggiata per le assenza di Arpino e Scarpa che ne avranno ancora per molto, specie il capitano costiero. Ma nonostante i cosiddetti rincalzi’ sono stati all’altezza, ma per mister Turi “la formazione non è mai scontata quella che va in campo”. Comunque da martedì già si penserà ala trasferta in terra irpina in quel di Avellino contro il San Tommaso.

L’allenatore della Mariglianese Papa valuta bene la prestazione della sua squadra: “Abbiamo avuto un buon inizio ma sul secondo gol ci siamo spenti. Comunque al di la del risultato credo che essa si è espressa bene ed ha avuto ben tre palle gol. Mentre il FC Sorrento ha capitalizzato le sue azioni”.

Poi fa un imbocca al lupo ai costieri: “Spero che il FC Sorrento possa arrivare in Serie D anche tramite i play off perché credo che il Città di Nocera non perderà terreno”.

E domenica prossima spetta ai rossoneri la trasferta in quel di Avellino contro il San Tommaso, contro una squadra che vuole evitare i play out, standoci distante di un punto.

 

Foto tratte dal diario di Facebook del FC Sorrento

 

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2015-16 – GIRONE B – 28^ GIORNATA – 13^ RITORNO

FC SORRENTO -MARIGLIANESE  4-0

Goals: 9’pt Gargiulo, 11’pt Del Sorbo, 33’st e 39’st Vitale.

FC SORRENTO (4-3-3): Russo 7; Vanin 7, Maury 6.5, Scognamiglio 6.5, De Gregorio 6 (30’st Cappelluccio 6); Esposito 6, Serrapica 6.5, Temponi 6.5 (22’st De Rosa 6); Gargiulo 7 (17’st Mensah 6), Del Sorbo 6.5, Vitale 7.

A disp: Russo, Cappelluccio, Attardi, Pignataro.   Allen: Mario Turi 6.

MARIGLIANESE (4-3-3): Varone 6; Monda 6, Biancardi 6, Loreto 6, Falco 6; Andres 5.5, Maione 6 (14’st Massimo 6), Antignani 6 (8’st De Biase 6); Ambrosino 6, Romano 6, Sacco 6 (28’st Allocca 6).

A disp: Ottaviano, Graziano, Rea, Piccolo.    Allen: Aldo Papa 6.

Arbitro: Vincenzo Castropignano di Ercolano 6.

Assistenti: Ciro Imperato e Giovanni Autiero di Ercolano.

Ammonti: st – 9’ Vitale (FCS), 26’ Mensah (FCS).

Note: giornata serena, 27°; erba sintetica discreta; spettatori 300 circa.

Angoli: 2-3.   Recuperi: 1’pt e 0’st.

 

 

GUSEPPE SPASIANO