Piano di Sorrento, Anna Iaccarino lancia la sfida a Gianni e Vincenzo Iaccarino. Salvatore Mare M5S “Pronta candidatura”

0

Piano di Sorrento è in continuo fermento Salvatore Mare, come già anticipato da positanonews, è il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle , una candidatura che, come è noto, deve passare prima al vaglio del Movimento che deve dare una risposta entro dieci giorni “Stiamo parlando da mesi del nostro possibile impegno in campo a Piano di Sorrento – dice Salvatore Mare intento al tavolino per il no alle Trivelle che il Movimento Cinque stelle ha istituito in più parti in Penisola Sorrentina , fra cui Arola a Vico Equense -, la nostra candidatura come Movimento è pronta , aspettiamo la risposta ufficiale a giorni”. Intanto Anna Iaccarino risponde a Vincenzo Iaccarino con un invito a confrontarsi con la gente, rivolto anche a Gianni Iaccarino . “La risposta di Vincenzo Iaccarino al mio invito pubblico a ripartire dalle idee e dai cittadini appare solo un tentativo di crearsi una ingiustificata veste di vittima, replicando alle mie ragioni con accuse generiche e senza nemmeno provare a risolvere i problemi  che, non certo da ora, gli si sono materializzati dinnanzi. Se politicamente ci si è arenati in questo pantano, la responsabilità è principalmente dello stesso Vincenzo e di Gianni Iaccarino che, da componenti delle diverse anime che costituivano l’opposizione in Consiglio comunale, anziché ascoltarmi e dar vita ad uno schieramento realmente alternativo a quello che in questi anni ci ha governato, hanno preferito sino ad oggi litigare su chi tra i due dovesse essere il candidato Sindaco. Per raggiungere questo loro scopo hanno preferito tenersi su binari distinti ed evitare i  confronti,  prediligendo cercare sponde in  questo o in quel pezzo della maggioranza. Insomma, è stata sprecata una grande occasione. Tuttavia non è su questo che voglio ulteriormente soffermarmi, perché preferisco guardare avanti e cercare di offrire il mio contributo per costruire una proposta politica che possa consentire alla Città di tornare ad essere protagonista. Per questo motivo ho  raccolto l’invito rivoltomi da alcuni cittadini ed ho partecipato,venerdì sera, ad un incontro in cui si è ragionato del difficile scenario politico, degli evidenti problemi che assillano il Paese e, soprattutto, di idee. Ci incontreremo nuovamente mercoledì sera presso la Biblioteca comunale. Invito pubblicamente sia Gianni che Vincenzo a fare altrettanto, a mettersi in discussione come ho fatto io; a lasciar perdere i comizi faccia a faccia con i propri fedelissimi, per sedersi e confrontarsi con i cittadini, da cittadini, mettendo da parte le loro pretese e i loro numeri. Insomma a farci capire una volta e per tutte se il loro reale obiettivo è, come dicono loro, il bene della Città, o viceversa, come sta apparendo, esclusivamente quello di indossare la fascia tricolore”.  

Piano di Sorrento è in continuo fermento Salvatore Mare, come già anticipato da positanonews, è il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle , una candidatura che, come è noto, deve passare prima al vaglio del Movimento che deve dare una risposta entro dieci giorni "Stiamo parlando da mesi del nostro possibile impegno in campo a Piano di Sorrento – dice Salvatore Mare intento al tavolino per il no alle Trivelle che il Movimento Cinque stelle ha istituito in più parti in Penisola Sorrentina , fra cui Arola a Vico Equense -, la nostra candidatura come Movimento è pronta , aspettiamo la risposta ufficiale a giorni". Intanto Anna Iaccarino risponde a Vincenzo Iaccarino con un invito a confrontarsi con la gente, rivolto anche a Gianni Iaccarino . “La risposta di Vincenzo Iaccarino al mio invito pubblico a ripartire dalle idee e dai cittadini appare solo un tentativo di crearsi una ingiustificata veste di vittima, replicando alle mie ragioni con accuse generiche e senza nemmeno provare a risolvere i problemi  che, non certo da ora, gli si sono materializzati dinnanzi. Se politicamente ci si è arenati in questo pantano, la responsabilità è principalmente dello stesso Vincenzo e di Gianni Iaccarino che, da componenti delle diverse anime che costituivano l’opposizione in Consiglio comunale, anziché ascoltarmi e dar vita ad uno schieramento realmente alternativo a quello che in questi anni ci ha governato, hanno preferito sino ad oggi litigare su chi tra i due dovesse essere il candidato Sindaco. Per raggiungere questo loro scopo hanno preferito tenersi su binari distinti ed evitare i  confronti,  prediligendo cercare sponde in  questo o in quel pezzo della maggioranza. Insomma, è stata sprecata una grande occasione. Tuttavia non è su questo che voglio ulteriormente soffermarmi, perché preferisco guardare avanti e cercare di offrire il mio contributo per costruire una proposta politica che possa consentire alla Città di tornare ad essere protagonista. Per questo motivo ho  raccolto l’invito rivoltomi da alcuni cittadini ed ho partecipato,venerdì sera, ad un incontro in cui si è ragionato del difficile scenario politico, degli evidenti problemi che assillano il Paese e, soprattutto, di idee. Ci incontreremo nuovamente mercoledì sera presso la Biblioteca comunale. Invito pubblicamente sia Gianni che Vincenzo a fare altrettanto, a mettersi in discussione come ho fatto io; a lasciar perdere i comizi faccia a faccia con i propri fedelissimi, per sedersi e confrontarsi con i cittadini, da cittadini, mettendo da parte le loro pretese e i loro numeri. Insomma a farci capire una volta e per tutte se il loro reale obiettivo è, come dicono loro, il bene della Città, o viceversa, come sta apparendo, esclusivamente quello di indossare la fascia tricolore”.  

Lascia una risposta