Crono nuvole, Stefano Fatone super con vittoria e record, niente da fare per l’avellinese Felice

0

Un vento gelido ha accolto i ciclisti alla Corsa verso le nuvole, ventinovesima edizione, Stefano Fatone, Aurora 88 di Brescia, è sceso in questo angolo del Cilento per vincere e ha vinto con un tempo clamoroso, 7.16.42, Fatone, dal fisico minuto, è come vedere correre Pollentier, pessimo stile, ma  dalle grandi prestazioni, specialmente quando la strada si impenna, ha mantenuto lungo i  ripidi 2 chilometri e 135 metri di colle San Donato, Montecorice, una velocità costante, considerando la forte pendenza della strada, 10 per cento, liscia come un biliardo dopo l’asfalto nuovo; il precedente record della Corsa verso le nuvole, del tedesco Leader, 8 netti, fu realizzato con strada piena di buche!
 Niente da fare, ha ceduto oltre un minuto a Fatone,  il forte avellinese della Civitas Atripalda, Felice, che ha chiuso con 8.17.33.

 

Il vincitore…Fatone. “Ho iniziato nei dilettanti nel 94, fino al 99, vittorie e epiazzamenti. Dal 2000 sto gareggiando negli amatori ha proseguito Fatone – ho vinto circa 200 gare, Campionato italiano della Montagna, prima edizione del Muro di Sormano nel 2007, Campionato europeo Montagna. Il 2016 è ancora all’inizio, ma sono in ottima forma. Nel 2015 ho indossato la maglia del gruppos The Panters di Scafati, faccio solo gare in salita”

 

La classifica

1 Stefano Fatone Aurora 88 Brescia  7.16.42

 2 Felice Civitas Atripalda Av  8.17.32

 3 Grieco  8.55.

 4 Vernacchio Civitas  8.56.11

 5  Scarsella  9.14

 6  De Lillo 9.21

  7  Rodia 9.57

  8 Alòbanese  11.15

  Barone  12.04  Spes Alberobello       (Giovanni Farzati)

Un vento gelido ha accolto i ciclisti alla Corsa verso le nuvole, ventinovesima edizione, Stefano Fatone, Aurora 88 di Brescia, è sceso in questo angolo del Cilento per vincere e ha vinto con un tempo clamoroso, 7.16.42, Fatone, dal fisico minuto, è come vedere correre Pollentier, pessimo stile, ma  dalle grandi prestazioni, specialmente quando la strada si impenna, ha mantenuto lungo i  ripidi 2 chilometri e 135 metri di colle San Donato, Montecorice, una velocità costante, considerando la forte pendenza della strada, 10 per cento, liscia come un biliardo dopo l'asfalto nuovo; il precedente record della Corsa verso le nuvole, del tedesco Leader, 8 netti, fu realizzato con strada piena di buche!
 Niente da fare, ha ceduto oltre un minuto a Fatone,  il forte avellinese della Civitas Atripalda, Felice, che ha chiuso con 8.17.33.

 

Il vincitore…Fatone. "Ho iniziato nei dilettanti nel 94, fino al 99, vittorie e epiazzamenti. Dal 2000 sto gareggiando negli amatori ha proseguito Fatone – ho vinto circa 200 gare, Campionato italiano della Montagna, prima edizione del Muro di Sormano nel 2007, Campionato europeo Montagna. Il 2016 è ancora all'inizio, ma sono in ottima forma. Nel 2015 ho indossato la maglia del gruppos The Panters di Scafati, faccio solo gare in salita"

 

La classifica

1 Stefano Fatone Aurora 88 Brescia  7.16.42

 2 Felice Civitas Atripalda Av  8.17.32

 3 Grieco  8.55.

 4 Vernacchio Civitas  8.56.11

 5  Scarsella  9.14

 6  De Lillo 9.21

  7  Rodia 9.57

  8 Alòbanese  11.15

  Barone  12.04  Spes Alberobello       (Giovanni Farzati)