A Napoli presso la Mostra d’Oltremare si apre l’Innovation Village a cui partecipa la Medaarch e il Mediterranean Fablab

0

Napoli. Da giovedì 31 marzo a venerdì 2 aprile, presso il padiglione 5 della Mostra d’Oltremare, la Medaarch e il suo Mediterranean FabLab sono chiamati a partecipare a Innovation Village, la manifestazione in contemporanea con Energymed, supportata dalla Regione Campania.

Nata in collaborazione con l’Assessorato all’Internazionalizzazione, Startup e Innovazione della Regione Campania, Innovation Village parte insieme alla Strategia di Specializzazione Intelligente in ambito Ricerca e Innovazione (RIS3) e diventa la prima tappa del road show del processo di progettazione partecipata del Piano di Azione, che sta definendo attività e interventi su cui investire nei prossimi anni le risorse dei Fondi Europei 2014-2020. Un modo per interrogare il territorio sulle esigenze d’innovazione a cui far fronte, e, allo stesso tempo,  un’opportunità per il territorio stesso di mettersi in gioco e avanzare possibili soluzioni di rinnovamento, dalla scuola digitale all’artigianato tecnologico, dall’innovazione di processi e prodotti delle pmi, alle migliori scelte di investimento sul nuovo da parte delle pubbliche amministrazioni.

La Medaarch e il suo Mediterranean FabLab sono promotori e organizzatori di alcuni dei tavoli di specializzazione voluti dalla Regione Campania e volti ad accelerare i processi innovativi, mettendo in contatto: chi pensa, chi finanzia e chi produce.

Attraverso incontri, dibattiti e presentazioni di progetti e best practicse, la Medaarch si focalizzerà su due tavoli di lavoro principali:

L’Artigianato tecnologico: giovedì 31 marzo alle 12.30 e sabato 2 aprile alle 14.00 il Mediterranean FabLab insieme a Confartigianato Napoli organizza il Maker match, un innovativo format di incontro con l’obiettivo di individuare approcci e soluzioni innovative ai problemi delle aziende artigiane. L’iniziativa nasce dalla volontà di Confartigianato Napoli di avvicinare i propri associati alla cultura e alle soluzioni dell’Artigianato Tecnologico, promuovendo alcuni incontri pratici con il mondo degli artigiani digitali. Le aziende artigiane che parteciperanno, avranno l’opportunità di sottoporre problematiche concrete per individuare insieme ai professionisti del Mediterranean FabLab una soluzione innovativa.

La scuola digitale: venerdì 1 aprile alle 9:30 gli animatori digitali della Campania progettano il futuro della scuola: tra atelier creativi e laboratori di realtà immersiva. Durante tale incontro, la Medaarch mostrerà come la buona scuola, quella aperta, innovativa e digitale, sia possibile a partire dai FabLab e lo farà raccontando il suo programma di alternanza scuola-lavoro Mediterranean FabLab @school.

Il tutto verrà accompagnato dall’esposizione di progetti si ricerca e di innovazione sviluppati all’interno della Medaarch e del suo FabLab, volta sia a mostrare le reali potenzialità della digital fabrication e della prototipazione elettronica con Arduino, sia a far emergere l’importanza del legame tra il sapere tecnologico e artigiano per l’implementazione di processi e prodotti.   

Napoli. Da giovedì 31 marzo a venerdì 2 aprile, presso il padiglione 5 della Mostra d’Oltremare, la Medaarch e il suo Mediterranean FabLab sono chiamati a partecipare a Innovation Village, la manifestazione in contemporanea con Energymed, supportata dalla Regione Campania.

Nata in collaborazione con l’Assessorato all’Internazionalizzazione, Startup e Innovazione della Regione Campania, Innovation Village parte insieme alla Strategia di Specializzazione Intelligente in ambito Ricerca e Innovazione (RIS3) e diventa la prima tappa del road show del processo di progettazione partecipata del Piano di Azione, che sta definendo attività e interventi su cui investire nei prossimi anni le risorse dei Fondi Europei 2014-2020. Un modo per interrogare il territorio sulle esigenze d’innovazione a cui far fronte, e, allo stesso tempo,  un’opportunità per il territorio stesso di mettersi in gioco e avanzare possibili soluzioni di rinnovamento, dalla scuola digitale all’artigianato tecnologico, dall’innovazione di processi e prodotti delle pmi, alle migliori scelte di investimento sul nuovo da parte delle pubbliche amministrazioni.

La Medaarch e il suo Mediterranean FabLab sono promotori e organizzatori di alcuni dei tavoli di specializzazione voluti dalla Regione Campania e volti ad accelerare i processi innovativi, mettendo in contatto: chi pensa, chi finanzia e chi produce.

Attraverso incontri, dibattiti e presentazioni di progetti e best practicse, la Medaarch si focalizzerà su due tavoli di lavoro principali:

  1. L’Artigianato tecnologico: giovedì 31 marzo alle 12.30 e sabato 2 aprile alle 14.00 il Mediterranean FabLab insieme a Confartigianato Napoli organizza il Maker match, un innovativo format di incontro con l’obiettivo di individuare approcci e soluzioni innovative ai problemi delle aziende artigiane. L’iniziativa nasce dalla volontà di Confartigianato Napoli di avvicinare i propri associati alla cultura e alle soluzioni dell’Artigianato Tecnologicopromuovendo alcuni incontri pratici con il mondo degli artigiani digitali. Le aziende artigiane che parteciperanno, avranno l’opportunità di sottoporre problematiche concrete per individuare insieme ai professionisti del Mediterranean FabLab una soluzione innovativa.
  1. La scuola digitale: venerdì 1 aprile alle 9:30 gli animatori digitali della Campania progettano il futuro della scuola: tra atelier creativi e laboratori di realtà immersiva. Durante tale incontro, la Medaarch mostrerà come la buona scuola, quella aperta, innovativa e digitale, sia possibile a partire dai FabLab e lo farà raccontando il suo programma di alternanza scuola-lavoro Mediterranean FabLab @school.

Il tutto verrà accompagnato dall’esposizione di progetti si ricerca e di innovazione sviluppati all’interno della Medaarch e del suo FabLab, volta sia a mostrare le reali potenzialità della digital fabrication e della prototipazione elettronica con Arduino, sia a far emergere l’importanza del legame tra il sapere tecnologico e artigiano per l’implementazione di processi e prodotti.