Vicidomini sbarca a Napoli con Scapezzo

0

Dopo i tanti sold out, e i successi in giro per l’Italia, venerdì 29 e sabato 30 aprile approda al Teatro Zona Vomero l’attesissimo Scapezzo di e con Nicola Vicidomini. Reduce dalle ultime edizioni di Colorado, il fortunato programma di Italia 1, tra i protagonisti storici di Stracult – Rai2, ospite fisso delle trasmissioni radiofoniche di Nino Frassica, Vicidomini è considerato un innovatore del linguaggio umoristico. Il comico e musicista affresca nell’ habitat scenico spoglio e disadorno un universo poeticamente fatiscente, assumendosi il fallimento di sé stesso e di tutte le cose. La scena si popola di “pulacche” alla ricerca di “viecchi facultosi” con cui relazionarsi sentimentalmente, chansonnier strampalati, personaggi da talent show, “futurumanzi” post litteram, e altre fallimentari meraviglie. Un excursus umoristico, per la regia di M Deborah Farina, in cui lo spettatore ride di gusto dall’inizio alla fine. Presenti in questo strepitoso, leggero e assai comico naufragio anche gli attori Sarò Zero e Italo Vegliante, storici performer dei programmi di Marco Giusti. Tanti gli addetti ai lavori che, nel corso delle straapplaudite repliche, hanno voluto manifestare il loro più vivo entusiasmo salendo sul palco a fine spettacolo: da Nino Frassica a Marco Giusti, da Antonio Rezza a Flavia Mastrella, da Stefano Disegni a Domenico Iannacone, da Mario Marenco a Salvatore Marino, da Stefano Sarcinelli a Francesco Scimemi, passando per il leggendario Cosimo Cinieri (pioniere dell’avanguardia teatrale e comprimario di Carmelo Bene), che ha dichiarato di fronte a un pubblico decisamente caloroso e divertito: “Sono commosso: tutti recitano in teatro, finalmente uno che non recita; tu sei l’essere, la vita”. Lo spettacolo è stato anche oggetto di un saggio universitario di Fabrizio Natalini (Università di Tor Vergata – Roma) dal titolo Scapezzo, il marziano dello spettacolo.Dopo i tanti sold out, e i successi in giro per l’Italia, venerdì 29 e sabato 30 aprile approda al Teatro Zona Vomero l’attesissimo Scapezzo di e con Nicola Vicidomini. Reduce dalle ultime edizioni di Colorado, il fortunato programma di Italia 1, tra i protagonisti storici di Stracult – Rai2, ospite fisso delle trasmissioni radiofoniche di Nino Frassica, Vicidomini è considerato un innovatore del linguaggio umoristico. Il comico e musicista affresca nell’ habitat scenico spoglio e disadorno un universo poeticamente fatiscente, assumendosi il fallimento di sé stesso e di tutte le cose. La scena si popola di “pulacche” alla ricerca di “viecchi facultosi” con cui relazionarsi sentimentalmente, chansonnier strampalati, personaggi da talent show, “futurumanzi” post litteram, e altre fallimentari meraviglie. Un excursus umoristico, per la regia di M Deborah Farina, in cui lo spettatore ride di gusto dall’inizio alla fine. Presenti in questo strepitoso, leggero e assai comico naufragio anche gli attori Sarò Zero e Italo Vegliante, storici performer dei programmi di Marco Giusti. Tanti gli addetti ai lavori che, nel corso delle straapplaudite repliche, hanno voluto manifestare il loro più vivo entusiasmo salendo sul palco a fine spettacolo: da Nino Frassica a Marco Giusti, da Antonio Rezza a Flavia Mastrella, da Stefano Disegni a Domenico Iannacone, da Mario Marenco a Salvatore Marino, da Stefano Sarcinelli a Francesco Scimemi, passando per il leggendario Cosimo Cinieri (pioniere dell’avanguardia teatrale e comprimario di Carmelo Bene), che ha dichiarato di fronte a un pubblico decisamente caloroso e divertito: “Sono commosso: tutti recitano in teatro, finalmente uno che non recita; tu sei l’essere, la vita”. Lo spettacolo è stato anche oggetto di un saggio universitario di Fabrizio Natalini (Università di Tor Vergata – Roma) dal titolo Scapezzo, il marziano dello spettacolo.

Lascia una risposta