“Make It Green” continua il campo-laboratorio di sostenibilità ambientale a Tramonti in Costiera amalfitana

0

DAL KENYA, RUSSIA, GERMANIA, SPAGNA E GRECIA: A TRAMONTI UN CAMPO-LABORATORIO DI SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE “Make IT Green – Eco-building”, presso la sede di Acarbio, in collaborazione con Campi di Volontariato Internazionale YAP Italia. Sono sette i giovani provenienti da tutto il mondo – dal 19 al 31 marzo – che trascorreranno il periodo pasquale in Costiera amalfitana, in un modo del tutto nuovo. Impareranno anche grazie all’aiuto di Stavros, architetto greco e di Vivianna che fanno parte dell’organizzazione Cob (Building with earth), come realizzare ad esempio, isolamenti termici con materiale naturale ed ecologico; come immaginare ambienti che siano sostenibili con gli elementi architettonici tradizionali; come riqualificare aree abbandonate con l’ausilio di elementi come legna e terra. Un’esperienza concreta e sul campo, che si arricchirà durante i momenti liberi, della conoscenza di usi e tradizioni della Costa d’Amalfi, grazie all’ospitalità e al calore umano che in ogni occasione si è saputa donare

DAL KENYA, RUSSIA, GERMANIA, SPAGNA E GRECIA: A TRAMONTI UN CAMPO-LABORATORIO DI SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE "Make IT Green – Eco-building", presso la sede di Acarbio, in collaborazione con Campi di Volontariato Internazionale YAP Italia. Sono sette i giovani provenienti da tutto il mondo – dal 19 al 31 marzo – che trascorreranno il periodo pasquale in Costiera amalfitana, in un modo del tutto nuovo. Impareranno anche grazie all'aiuto di Stavros, architetto greco e di Vivianna che fanno parte dell'organizzazione Cob (Building with earth), come realizzare ad esempio, isolamenti termici con materiale naturale ed ecologico; come immaginare ambienti che siano sostenibili con gli elementi architettonici tradizionali; come riqualificare aree abbandonate con l'ausilio di elementi come legna e terra. Un'esperienza concreta e sul campo, che si arricchirà durante i momenti liberi, della conoscenza di usi e tradizioni della Costa d'Amalfi, grazie all'ospitalità e al calore umano che in ogni occasione si è saputa donare