Beneduce sul dimensionamento degli ospedali della penisola sorrentina:

0

Si terrà giovedì prossimo l’audizione sugli ospedali riuniti della Penisola sorrentina in commissione Sanità e sicurezza sociale. La convocazione ha appena raggiunto i sindaci dei comuni che insistono sul territorio della costiera e che il 17 marzo saranno in Consiglio regionale per affrontare le criticità e chiedere più risorse.

“Il Santa Maria della Misericordia e il e Luca e Rossano sono complementari per l’assistenza offerta e riescono a coprire un bacino d’utenza che comprende non solo la Penisola sorrentina, ma anche gran parte dei comuni della Costiera amalfitana – dice Flora Beneduce, componente della V Commissione -. È impensabile qualsiasi dimensionamento. Bisogna solo potenziare le strutture e aumentare le risorse umane. Il Pronto soccorso del nosocomio di Vico Equense è dotato di strumentazioni di ultima generazione ed è punto di riferimento irrinunciabile per urgenze ed emergenze. L’Osservazione breve è provvista di quattro posti letto inutilizzati a causa della mancanza di personale. Bisogna renderla operativa. Non dimentichiamo che l’ospedale è centro di eccellenza per la dislipidemia, la reumatologia, l’epatologia, l’allergologia, la medicina interna, la ginecologia e l’oculistica. I nostri poli ospedalieri vanno valorizzati. È questo il messaggio che, con forza, ribadirò in audizione per tutelare la salute dei cittadini e migliorare l’assistenza”.

Si terrà giovedì prossimo l’audizione sugli ospedali riuniti della Penisola sorrentina in commissione Sanità e sicurezza sociale. La convocazione ha appena raggiunto i sindaci dei comuni che insistono sul territorio della costiera e che il 17 marzo saranno in Consiglio regionale per affrontare le criticità e chiedere più risorse.

“Il Santa Maria della Misericordia e il e Luca e Rossano sono complementari per l’assistenza offerta e riescono a coprire un bacino d’utenza che comprende non solo la Penisola sorrentina, ma anche gran parte dei comuni della Costiera amalfitana – dice Flora Beneduce, componente della V Commissione -. È impensabile qualsiasi dimensionamento. Bisogna solo potenziare le strutture e aumentare le risorse umane. Il Pronto soccorso del nosocomio di Vico Equense è dotato di strumentazioni di ultima generazione ed è punto di riferimento irrinunciabile per urgenze ed emergenze. L’Osservazione breve è provvista di quattro posti letto inutilizzati a causa della mancanza di personale. Bisogna renderla operativa. Non dimentichiamo che l’ospedale è centro di eccellenza per la dislipidemia, la reumatologia, l’epatologia, l’allergologia, la medicina interna, la ginecologia e l’oculistica. I nostri poli ospedalieri vanno valorizzati. È questo il messaggio che, con forza, ribadirò in audizione per tutelare la salute dei cittadini e migliorare l’assistenza”.

Lascia una risposta