E già confusione tra utenti e farmacisti nella prima giornata d’introduzione dei nuovi ticket sui farmaci

0

 

Da oggi sono scattate le nuove tariffe imposte dalla Regione Campania per le ricette emesse per le medicine dove si arriva a 2 euro, per i cosiddetti codici bianchi da 25 a 50 euro e per la specialistica dove è stato introdotto un ticket di 5 euro. Da stamattina la sorpresa per l’utenza della Campania che si è imbattuta nelle nuove disposizioni della giunta Caldoro. Con le nuove tariffe imposte dalla Regione Campania non sono mancati neanche momenti di tensione soprattutto tra clienti e farmacisti, con questi ultimi in evidente imbarazzo nel dover gestire un aumento che non dipende da loro. Una protesta generalizzata da parte della gente che non riesce a mandar giù l’ennesima gabella. Federfarma, l’associazione che riunisce la maggior parte dei farmacisti, non manca di far rilevare che il provvedimento sta mettendo in difficoltà gli esercizi commerciali che si sono trovati davanti agli aumenti senza un’adeguata comunicazione. E non è andata meglio nei vari ospedali dove, con l’introduzione del ticket da 25 a 50 euro, si pensa di scoraggiare il ricorrere al pronto soccorso quando non necessario. Anche qui non sono mancati momenti di sconcerto e di rabbia da parte degli avventori che non sapevano delle nuove tariffe adottate con troppa fretta e senza avvertire l’utenza. Sulla questione si registrano le prese di posizione dei sindacati di categoria che chiedono un incontro urgente con il presidente Caldoro. Dal canto suo però la Regione Campania ritiene l’introduzione delle nuove tariffe, così come i tagli ai fondi, necessari per risanare la sanità campana e far tornare a quadrare i conti.

tratto da Tv Oggi Salerno

M.P.