Sallustio contro nuove norme mutui richiama caso Vallericcia

0

La candidata sindaco condivide le preoccupazioni del Codacons sul decreto voluto dall’Esecutivo e chiede correttezza nella gestione delle demolizioni nella frazione ariccina

All’indomani dell’allarme lanciato dal Codacons circa le conseguenze del recepimento della norme UE in materia di insolvenza nel pagamento dei mutui per la casa, Luisa Sallustio prende posizione rispetto al decreto legge di iniziativa governativa, attualmente oggetto di discussione parlamentare.
“In qualità di cittadina che si riconosce nei valori di centrosinistra – ha dichiarato stamane la candidata – guardo con forte preoccupazione alla proposta normativa avanzata dall’ esecutivo, le cui conseguenze sociali sarebbero senza dubbio devastanti. Si parla infatti dell’inserimento di una clausola nei contratti stipulati con le banche – aggiunge la candidata – che prevederebbe da parte degli istituti la possibilità di riscatto diretto dell’immobile dopo sette rate non pagate che, la modifica proposta, porterebbe a ventotto. Il tutto senza passare per il tribunale”.
La sensibilità verso il problema casa da parte dell’ex presidente del consiglio di Ariccia scaturisce anche a seguito della complessa vicenda legata alle demolizioni abitative nella frazione di Vallericcia, da tempo nell’occhio del ciclone dell’amministrazione comunale e del tribunale di Velletri.
“Sono pronta a ricoprire la carica di primo cittadino del mio comune – ha poi ripreso – nella piena salvaguardia di quelli che sono i diritti fondamentali dei miei concittadini. Il tema è sicuramente scottante e temo che, in questo momento, possa prestarsi a speculazioni pre-elettorali. In tal caso – ha poi concluso – sottolineo fin d’ora che sarà mia cura smascherare qualunque tentativo di manipolazione del consenso degli ariccini, soprattutto di quelli direttamente coinvolti nella vicenda delle demolizioni”.La candidata sindaco condivide le preoccupazioni del Codacons sul decreto voluto dall’Esecutivo e chiede correttezza nella gestione delle demolizioni nella frazione ariccina

All’indomani dell’allarme lanciato dal Codacons circa le conseguenze del recepimento della norme UE in materia di insolvenza nel pagamento dei mutui per la casa, Luisa Sallustio prende posizione rispetto al decreto legge di iniziativa governativa, attualmente oggetto di discussione parlamentare.
“In qualità di cittadina che si riconosce nei valori di centrosinistra – ha dichiarato stamane la candidata – guardo con forte preoccupazione alla proposta normativa avanzata dall’ esecutivo, le cui conseguenze sociali sarebbero senza dubbio devastanti. Si parla infatti dell’inserimento di una clausola nei contratti stipulati con le banche – aggiunge la candidata – che prevederebbe da parte degli istituti la possibilità di riscatto diretto dell’immobile dopo sette rate non pagate che, la modifica proposta, porterebbe a ventotto. Il tutto senza passare per il tribunale”.
La sensibilità verso il problema casa da parte dell’ex presidente del consiglio di Ariccia scaturisce anche a seguito della complessa vicenda legata alle demolizioni abitative nella frazione di Vallericcia, da tempo nell’occhio del ciclone dell’amministrazione comunale e del tribunale di Velletri.
“Sono pronta a ricoprire la carica di primo cittadino del mio comune – ha poi ripreso – nella piena salvaguardia di quelli che sono i diritti fondamentali dei miei concittadini. Il tema è sicuramente scottante e temo che, in questo momento, possa prestarsi a speculazioni pre-elettorali. In tal caso – ha poi concluso – sottolineo fin d’ora che sarà mia cura smascherare qualunque tentativo di manipolazione del consenso degli ariccini, soprattutto di quelli direttamente coinvolti nella vicenda delle demolizioni”.