Riscatto Napoli rimonta e travolge il Chievo e aggancia in vetta la Juventus

0
2

Riscatto Napoli rimonta e travolge il Chievo e aggancia in vetta la Juventus   Dopo quasi un mese, il Napoli torna alla vittoria e si riaccomoda per una sera in vetta al campionato, a braccetto con la Juventus che gioca oggi a Bergamo. Tre a uno su un Chievo audace e sfrontato, quanto basta per ritrovare sorrisi ed euforia, ma soprattutto per riprendere a marciare. Napoli in campo con due novità: in difesa c’è Chiriches al posto dello squalificato Albiol, a centrocampo David Lopez per lo stanco Allan. Due ali molto offensive per Maran – Birsa e Mpoku – con Pellissier unica punta e Castro a supporto. Pronti via e va in vantaggio il Chievo. Follia di Chiriches, che azzarda un dribbling sulla tre quarti contro Rigoni, si fa soffiar palla e consente all’avversario di presentarsi a tu per tu con Reina, per poi batterlo con un destro forte e teso. Ma una manciata di minuti dopo è già 1-1. La manovra del Napoli si sviluppa sulla sinistra con un’azione lineare: Hamsik imbecca Ghoulam, cross basso per Higuain che si smarca e batte Bizzari col piatto destro. Rimesse le cose a posto, gli azzurri continuano a premere, compito non facile dal momento che il Chievo si difende anche con undici uomini dietro la linea del pallone. È sempre la corsia di sinistra quella dove la squadra di Sarri costruisce le trame più interessanti. In breve parte un tambureggiante tiro al bersaglio verso la porta di Bizzarri, che sembra stregato. Ci provano prima Lopez e poi Higuain, che mancano il bersaglio, poi è Callejon – tra il 24′ ed il 27′ – a non sfruttare tre comode occasioni per il vantaggio. Prima lo spagnolo si fa parare il colpo di testa da Bizzarri, poi spedisce fuori da due passi, quindi tocca debolmente col sinistro su invito di Higuain, consentendo al portiere di respingere. Nonostante qualche errore di troppo a centrocampo che innesca veloci ripartenze avversarie, il Napoli resta padrone della situazione. Al 33′ Higuain spara altissimo su traversone dalla sinistra – manco a dirlo – di Insigne, poi al 38′ arriva la rete che fa esplodere il San Paolo. Perfetto, una volta tanto, lo schema su calcio d’angolo che porta al traversone Jorginho: perfetto l’inserimento di Chiriches che svetta di testa e insacca. Prima dell’intervallo gli azzurri potrebbero chiudere i conti, ma Insigne calcia fuori dopo aver messo a sedere anche Bizzarri su perfetto lancio di Hamsik, poi lo stesso slovacco impegna il portiere col sinistro, quindi Ghoulam da lontanissimo esalta ancora una volta i riflessi del numero uno del Chievo. Si va al riposo col risultato in bilico, ma con gli azzurri davanti. In avvio di ripresa veneti subito vicini al pari: cross dalla sinistra di Mpoku, sponda di Pellissier e Castro non c’arriva per un soffio. Entra Floro Flores proprio al posto di Pellissier e la squadra di Maran sembra crederci, anche perché il Napoli non gestisce, cerca il terzo gol e offre spazi. Dentro un’altra punta, Meggiorini, al posto di Birsa, ma sono di marca partenopea le occasioni migliori: Insigne conclude fuori al 14′, Higuain centra una traversa al 20′. Sarri avvicenda Lopez con Allan, Maran dà più qualità al centrocampo con Hetemaj per Rigoni. Ma al 25′ Callejon spegne gli ardori del Chievo: buona azione sulla destra, traversone basso di Allan e tap-in sotto misura dello spagnolo. Il 3-1 che sigilla il successo con la Juve riagganciata in vetta.

Riscatto Napoli rimonta e travolge il Chievo e aggancia in vetta la Juventus   Dopo quasi un mese, il Napoli torna alla vittoria e si riaccomoda per una sera in vetta al campionato, a braccetto con la Juventus che gioca oggi a Bergamo. Tre a uno su un Chievo audace e sfrontato, quanto basta per ritrovare sorrisi ed euforia, ma soprattutto per riprendere a marciare. Napoli in campo con due novità: in difesa c'è Chiriches al posto dello squalificato Albiol, a centrocampo David Lopez per lo stanco Allan. Due ali molto offensive per Maran – Birsa e Mpoku – con Pellissier unica punta e Castro a supporto. Pronti via e va in vantaggio il Chievo. Follia di Chiriches, che azzarda un dribbling sulla tre quarti contro Rigoni, si fa soffiar palla e consente all'avversario di presentarsi a tu per tu con Reina, per poi batterlo con un destro forte e teso. Ma una manciata di minuti dopo è già 1-1. La manovra del Napoli si sviluppa sulla sinistra con un'azione lineare: Hamsik imbecca Ghoulam, cross basso per Higuain che si smarca e batte Bizzari col piatto destro. Rimesse le cose a posto, gli azzurri continuano a premere, compito non facile dal momento che il Chievo si difende anche con undici uomini dietro la linea del pallone. È sempre la corsia di sinistra quella dove la squadra di Sarri costruisce le trame più interessanti. In breve parte un tambureggiante tiro al bersaglio verso la porta di Bizzarri, che sembra stregato. Ci provano prima Lopez e poi Higuain, che mancano il bersaglio, poi è Callejon – tra il 24' ed il 27' – a non sfruttare tre comode occasioni per il vantaggio. Prima lo spagnolo si fa parare il colpo di testa da Bizzarri, poi spedisce fuori da due passi, quindi tocca debolmente col sinistro su invito di Higuain, consentendo al portiere di respingere. Nonostante qualche errore di troppo a centrocampo che innesca veloci ripartenze avversarie, il Napoli resta padrone della situazione. Al 33' Higuain spara altissimo su traversone dalla sinistra – manco a dirlo – di Insigne, poi al 38' arriva la rete che fa esplodere il San Paolo. Perfetto, una volta tanto, lo schema su calcio d'angolo che porta al traversone Jorginho: perfetto l'inserimento di Chiriches che svetta di testa e insacca. Prima dell'intervallo gli azzurri potrebbero chiudere i conti, ma Insigne calcia fuori dopo aver messo a sedere anche Bizzarri su perfetto lancio di Hamsik, poi lo stesso slovacco impegna il portiere col sinistro, quindi Ghoulam da lontanissimo esalta ancora una volta i riflessi del numero uno del Chievo. Si va al riposo col risultato in bilico, ma con gli azzurri davanti. In avvio di ripresa veneti subito vicini al pari: cross dalla sinistra di Mpoku, sponda di Pellissier e Castro non c'arriva per un soffio. Entra Floro Flores proprio al posto di Pellissier e la squadra di Maran sembra crederci, anche perché il Napoli non gestisce, cerca il terzo gol e offre spazi. Dentro un'altra punta, Meggiorini, al posto di Birsa, ma sono di marca partenopea le occasioni migliori: Insigne conclude fuori al 14', Higuain centra una traversa al 20'. Sarri avvicenda Lopez con Allan, Maran dà più qualità al centrocampo con Hetemaj per Rigoni. Ma al 25' Callejon spegne gli ardori del Chievo: buona azione sulla destra, traversone basso di Allan e tap-in sotto misura dello spagnolo. Il 3-1 che sigilla il successo con la Juve riagganciata in vetta.

Lascia una risposta