MINORI (COSTA D’AMALFI) – NELL’AIUOLA, PIANGE LA BAMBOLA ANNABELLE (VIDEO)

0

MINORI (COSTA D’AMALFI) – Da qualche giorno a Minori si verifica un inquietante fenomeno che già fa gridare al miracolo. Da qualche giorno la bambola Annabelle, situata, dal Luglio scorso, in un’aiuola del lungomare, con frequenza quotidiana, piange. La bambola è stata ribattezzata Annabelle dalla famosa bambola giocattolo interattiva che poteva piangere, ridere e succhiare il ciuccio. – –
Sull’argomento si è aperto un lungo dibattito che ha coinvolto anche filosofi, scienziati e teologi. Tuttavia la chiesa, interrogata sulla questione, si è chiamata fuori poiché la bambola Annabelle non può essere considerata un’icona sacra, per cui la vicenda non avrebbe nulla a che fare con la religione. – –
Gli scienziati, invece, hanno ipotizzato si trattasse di semplice umidità o di condensa, così le lacrime sono state esaminate dal punto di vista chimico e sono risultate proprio tali, ovvero una soluzione salina e proteica come quelle degli umani, soltanto leggermente più amare del normale. – –
A questo punto si sono fatti avanti i filosofi che hanno formulato la più classica e scontata delle domande, ovvero: per quale motivo la bambola Annabelle dovrebbe piangere ?. Le ipotesi più accreditate sono che Annabelle pianga innanzitutto per tristezza, solitudine e abbandono; ma non è esclusa l’ipotesi che si disperi a causa del freddo, poiché lasciata l’intero inverno in canottiera merlettata e pantaloncini. – –
A cura dell’Assessorato al NullaMINORI (COSTA D’AMALFI) – Da qualche giorno a Minori si verifica un inquietante fenomeno che già fa gridare al miracolo. Da qualche giorno la bambola Annabelle, situata, dal Luglio scorso, in un’aiuola del lungomare, con frequenza quotidiana, piange. La bambola è stata ribattezzata Annabelle dalla famosa bambola giocattolo interattiva che poteva piangere, ridere e succhiare il ciuccio. – –
Sull’argomento si è aperto un lungo dibattito che ha coinvolto anche filosofi, scienziati e teologi. Tuttavia la chiesa, interrogata sulla questione, si è chiamata fuori poiché la bambola Annabelle non può essere considerata un’icona sacra, per cui la vicenda non avrebbe nulla a che fare con la religione. – –
Gli scienziati, invece, hanno ipotizzato si trattasse di semplice umidità o di condensa, così le lacrime sono state esaminate dal punto di vista chimico e sono risultate proprio tali, ovvero una soluzione salina e proteica come quelle degli umani, soltanto leggermente più amare del normale. – –
A questo punto si sono fatti avanti i filosofi che hanno formulato la più classica e scontata delle domande, ovvero: per quale motivo la bambola Annabelle dovrebbe piangere ?. Le ipotesi più accreditate sono che Annabelle pianga innanzitutto per tristezza, solitudine e abbandono; ma non è esclusa l’ipotesi che si disperi a causa del freddo, poiché lasciata l’intero inverno in canottiera merlettata e pantaloncini. – –
A cura dell’Assessorato al Nulla