Ranieri è in volo Il Leicester vince al 44’ st e sale a più 5. Oggi Liverpool-City per la Coppa di Lega

0

LEICESTER (4-4-2): Schmeichel; Amartey (33’ st Ulloa), Huth, Morgan, Fuchs; Mahrez, Kanté (24’ st King), Drinkwater, Albrighton; Okazaki (24’ st Schlupp), Vardy. All. Ranieri.  
NORWICH (4-4-1-1): Ruddy; Pinto, Martin, Klose (47’ st Mbokani), Bennett; Redmond, Tettey, Howson, Brady; Naismith (36’ st Jarvis), Jerome (47’ st Bamford). All. Neil. 
ARBITRO: Swarbrick. 
MARCATORI: 44’ st Ulloa. 
Proprio all’ultimo respiro. Due settimane fa aveva perso contro l’Arsenal nei minuti di recupero. Ieri il Leicester si è preso la rivincita superando allo scadere il Norwich. Una vittoria pesantissima quella dei ragazzi di Claudio Ranieri, che allungano a 5 punti il vantaggio su Arsenal e Tottenham, entrambe in campo oggi. Emozionante e incerto come un thriller, entusiasmante come una pellicola epica. La favola continua, lo stupore anche. Il rischio era che dopo la beffa dell’Emirates le Foxes perdessero quell’entusiasmo che finora le ha fatte volare. Invece il gol di Leonardo Ulloa, entrato a partita in corso, garantisce una massiccia iniezione di fiducia alla capolista. Come ha riconosciuto lo stesso Ranieri. «La conclusione che ho tratto è che i miei giocatori ci credono fino alla fine. E questo è estremamente importante. Se le altre squadre cominciano a vincere, possono vincerle tutte fino alla fine. Ma per noi la prossima sarà sempre l’ultima partita. E’ questa la nostra mentalità».  
Eppure ieri al King Power stadium sono gli ospiti ad avere le migliori occasioni in apertura. Ma il Leicester è anche fortunato perché Jerome manda fuori di testa da due passi, e Redmond è impreciso. Nella ripresa i padroni di casa cercano di alzare i ritmi ma l’ordinata difesa del Norwich basta a imbrigliare Vardy. Allo scadere la zampata vincente di Leonardo Ulloa, su assist di Albrighton. Il gol più importante dell’argentino, non solo per tornare alla vittoria delle Foxes ma per il proseguo della stagione, a 11 giornate dal termine. «Lo avevo detto che il Norwich sarebbe stato un avversario più difficile – il commento di Ranieri -. Ero molto preoccupato perché dopo due settimane i miei giocatori potevano aver perso il loro ritmo. Ora però sono sollevato, e posso cominciare a pensare al prossimo incontro con il West Bromwich. Un derby, inutile dirlo, estremamente difficile». Vittoria in rimonta anche per il Chelsea che grazie ai tre punti di Southampton risale in 11ª posizione. La zona Champions resta insperabile, ma il quinto posto che vale l’Europa League è a soli sette punti. Alla rete di Long, nella ripresa i Blues rispondono con Fabregas e, all’ultimo minuto, con Ivanovic. E Hiddink allunga la striscia di imbattibilità in campionato (11 partite) da quando è subentrato a Mourinho.  
 
COPPA. Oggi a Wembley c’è in palio il primo trofeo della stagione, la Coppa di Lega. Rinfrancato dalla vittoria in Champions League il Manchester City sfida il Liverpool, alla 12ª finale in questa competizione: otto le vittorie dei Reds, quattro per i Citizens.fonte:corrieredellosport

LEICESTER (4-4-2): Schmeichel; Amartey (33’ st Ulloa), Huth, Morgan, Fuchs; Mahrez, Kanté (24’ st King), Drinkwater, Albrighton; Okazaki (24’ st Schlupp), Vardy. All. Ranieri.  
NORWICH (4-4-1-1): Ruddy; Pinto, Martin, Klose (47’ st Mbokani), Bennett; Redmond, Tettey, Howson, Brady; Naismith (36’ st Jarvis), Jerome (47’ st Bamford). All. Neil. 
ARBITRO: Swarbrick. 
MARCATORI: 44’ st Ulloa. 
Proprio all'ultimo respiro. Due settimane fa aveva perso contro l'Arsenal nei minuti di recupero. Ieri il Leicester si è preso la rivincita superando allo scadere il Norwich. Una vittoria pesantissima quella dei ragazzi di Claudio Ranieri, che allungano a 5 punti il vantaggio su Arsenal e Tottenham, entrambe in campo oggi. Emozionante e incerto come un thriller, entusiasmante come una pellicola epica. La favola continua, lo stupore anche. Il rischio era che dopo la beffa dell'Emirates le Foxes perdessero quell'entusiasmo che finora le ha fatte volare. Invece il gol di Leonardo Ulloa, entrato a partita in corso, garantisce una massiccia iniezione di fiducia alla capolista. Come ha riconosciuto lo stesso Ranieri. «La conclusione che ho tratto è che i miei giocatori ci credono fino alla fine. E questo è estremamente importante. Se le altre squadre cominciano a vincere, possono vincerle tutte fino alla fine. Ma per noi la prossima sarà sempre l'ultima partita. E' questa la nostra mentalità».  
Eppure ieri al King Power stadium sono gli ospiti ad avere le migliori occasioni in apertura. Ma il Leicester è anche fortunato perché Jerome manda fuori di testa da due passi, e Redmond è impreciso. Nella ripresa i padroni di casa cercano di alzare i ritmi ma l'ordinata difesa del Norwich basta a imbrigliare Vardy. Allo scadere la zampata vincente di Leonardo Ulloa, su assist di Albrighton. Il gol più importante dell'argentino, non solo per tornare alla vittoria delle Foxes ma per il proseguo della stagione, a 11 giornate dal termine. «Lo avevo detto che il Norwich sarebbe stato un avversario più difficile – il commento di Ranieri -. Ero molto preoccupato perché dopo due settimane i miei giocatori potevano aver perso il loro ritmo. Ora però sono sollevato, e posso cominciare a pensare al prossimo incontro con il West Bromwich. Un derby, inutile dirlo, estremamente difficile». Vittoria in rimonta anche per il Chelsea che grazie ai tre punti di Southampton risale in 11ª posizione. La zona Champions resta insperabile, ma il quinto posto che vale l'Europa League è a soli sette punti. Alla rete di Long, nella ripresa i Blues rispondono con Fabregas e, all'ultimo minuto, con Ivanovic. E Hiddink allunga la striscia di imbattibilità in campionato (11 partite) da quando è subentrato a Mourinho.  
 
COPPA. Oggi a Wembley c'è in palio il primo trofeo della stagione, la Coppa di Lega. Rinfrancato dalla vittoria in Champions League il Manchester City sfida il Liverpool, alla 12ª finale in questa competizione: otto le vittorie dei Reds, quattro per i Citizens.fonte:corrieredellosport