Scuola Media Tasso 25 febbraio ore 18,00: incontro sulla dislessia con l’equipe dell’As.P.Pe.S nella rassegna Endas

0

Parte giovedì 25 febbraio un’iniziativa unica nel suo genere in Penisola sorrentina, a cura dell’Istituto Comprensivo “Tasso” di Sorrento, in collaborazione con il Circolo Endas Associnema “Penisola sorrentina onlus”: un cineforum gratuito destinato ad insegnanti, alunni e genitori, articolato in sette incontri a cadenza settimanale, su problematiche sanitarie e sociali, di alta valenza educativa, per la combinazione della proiezione con un dibattito in sala con la partecipazione di testimoni ed esperti, moderato dal prof. Antonio Volpe e il dottor Carlo Alfaro. “Una occasione speciale ed innovativa, commenta la Dirigente, prof.ssa Marianna Cappiello, per passare una serata a scuola insieme ai propri figli, ascoltando cose interessanti e discutendo con loro, con gli esperti e con i testimoni, sotto la guida sicura dei responsabili dell’Endas, Volpe ed Alfaro, da sempre in prima linea nell’educazione e formazione delle nuove generazioni, il primo come docente e il secondo come pediatra”. Appuntamento dunque per tutti gli interessati presso l’Aula Magna della Scuola Media Tasso alle 18.00 di giovedì 25 febbraio, con un tema, per l’esordio della rassegna, quanto mai scottante e attuale, la dislessia, sullo spunto del film “Stelle sulla terra”, del 2007, diretto da Aamir Khan. Il film racconta la storia di un bambino di nove anni affetto da dislessia, che non viene diagnosticata precocemente, per cui Ishaan, questo il nome del protagonista, trova grandi difficoltà a scuola, ripete la terza classe e ogni materia rappresenta per lui un problema. I genitori, credendo si tratti di svogliatezza, decidono di iscriverlo in un collegio. Ishaan vive questa nuova situazione come una punizione e soffre molto per la separazione dalla famiglia; inoltre anche nel nuovo istituto non riesce a fare progressi e sprofonda nella depressione, fino all’arrivo di un nuovo maestro di arte. Il docente, dislessico lui stesso, si rende subito conto di trovarsi davanti un bambino con dislessia e contemporaneamente rimane profondamente colpito dalla creatività e dal talento che Ishaan dimostra nell’arte. Decide dunque di prendersi personalmente cura del bambino. Intraprende con lui un percorso di riabilitazione della lettura e della scrittura e indice una gara di pittura per tutta la scuola per permettergli di mostrare la sua grandissima abilità in questo campo. Ishaan fa un bellissimo disegno e arriva primo battendo il proprio maestro, e finalmente sul suo viso è stampato un sorriso. Commenta il dottor Carlo Alfaro: “Da Leonardo da Vinci ad Einstein, da Picasso a Walt Disney, sono tanti i casi di dislessici illustri che dimostrano ciò che oggi è noto: la dislessia non significa affatto un deficit di intelligenza o creatività. La dislessia non è una malattia, ma una caratteristica congenita, come essere mancino. Mentre chi non è dislessico impara in maniera automatica a guardare le parole e ad associarle al significato, per un dislessico è come se vedesse sempre la parola per la prima volta, per cui deve compiere ogni volta una fatica immane”. Sono circa 350-400 mila gli studenti italiani tra i 6 e i 19 anni(il 4-5% degli alunni) ad essere affetti da dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) come disgrafia e discalculia. Oggi esiste in Italia una legge ad hoc (la Legge 8 Ottobre 2010 N°170, “Nuove norme in materia di Disturbi Specifici di Apprendimento in ambito scolastico”) che riconosce l’esistenza di questi disturbi e stimola la scuola ad individuarli precocemente e a definire i luoghi e le tappe del percorso diagnostico e didattico-formativo personalizzato, attraverso l’utilizzo di strumenti dispensativi (come ad esempio la dispensazione dallo scrivere alla lavagna o leggere a voce alta) e compensativi (come l’utilizzo di strumenti tecnologici di sostegno quali videoscrittura, calcolatrice e computer). Ai docenti il compito di elaborare i Piani didattici personalizzati (PDP), il cui obiettivo è permettere una buona/migliore qualità di vita ad ogni studente e studentessa con DSA, dando loro la possibilità di imparare, nel rispetto delle proprie caratteristiche, e raggiungere gli stessi obiettivi dei loro compagni. Discuteranno delle molteplici problematiche e suggestioni del tema alcuni esperti dell’equipe accreditata dall’ASL Na 3 Sud, con Prot. N° 57 del 02/04/2015, costituita dai seguenti professionisti, appartenenti all’As.P.Pe.S :
• Dott.ssa Annamaria Pacciolla, Neuropsichiatra dell’infanzia e dell’adolescenza
• Dott.ssa Silvana Amitrano, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Fiorenza Bagno, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Debora Di Maio, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Marianna Pacciolla, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Annatilde Persico, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Antonella Romano, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Valentina Valentini, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Carmela Apuzzo, Logopedista
• Dott.ssa Adriana Graciela Butera, Logopedista.
L’obiettivo principale di questo team multiprofessionale è la diagnosi e la certificazione dei bambini con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, secondo le Linee Guida vigenti. Le certificazioni rilasciate dall’équipe sono valide ai fini scolastici e consentono ai docenti di stilare un Piano Didattico Personalizzato, ai sensi della Legge 170/2010.
L‘As.P.Pe.S (Associazione Psicologi Penisola Sorrentina), con sede legale in via Capo 4, 80067 Sorrento, (NA) si è costituita con Atto Notarile n° 12463 del 18 maggio 2006. L’équipe è composta da professionisti psicologi e psicoterapeuti iscritti all’Ordine degli Psicologi ed in possesso delle competenze e dei requisiti formativi, deontologici e professionali richiesti dalla L. 56/89. Dal 2014 l’équipe si è aperta ad altre professioni, quali logopedisti, neuoripschiatri infantili e Medici specialisti. Dal 2006 ad oggi il suo obiettivo primario è stato quello di creare un raccordo all’interno di questo prezioso patrimonio di risorse umane e professionali, per offrire un ampio ventaglio di risposte qualificate alle diverse domande di singoli, famiglie, gruppi o Enti del nostro territorio. L’Associazione intende essere una tutela per i cittadini della Penisola Sorrentina, occupandosi con professionalità di Psicodiagnosi, Consulenza Psicologica, Psicoterapia, Mediazione Familiare, Diagnosi e Riabilitazione di disturbi specifici dell’apprendimento offrendo servizi ottimali agli utenti, siano essi cittadini, enti, associazioni, scuole, comunità, aziende pubbliche o private, nell’ottica della promozione del benessere individuale e della prevenzione primaria del disagio psicologico.Parte giovedì 25 febbraio un’iniziativa unica nel suo genere in Penisola sorrentina, a cura dell’Istituto Comprensivo “Tasso” di Sorrento, in collaborazione con il Circolo Endas Associnema “Penisola sorrentina onlus”: un cineforum gratuito destinato ad insegnanti, alunni e genitori, articolato in sette incontri a cadenza settimanale, su problematiche sanitarie e sociali, di alta valenza educativa, per la combinazione della proiezione con un dibattito in sala con la partecipazione di testimoni ed esperti, moderato dal prof. Antonio Volpe e il dottor Carlo Alfaro. “Una occasione speciale ed innovativa, commenta la Dirigente, prof.ssa Marianna Cappiello, per passare una serata a scuola insieme ai propri figli, ascoltando cose interessanti e discutendo con loro, con gli esperti e con i testimoni, sotto la guida sicura dei responsabili dell’Endas, Volpe ed Alfaro, da sempre in prima linea nell’educazione e formazione delle nuove generazioni, il primo come docente e il secondo come pediatra”. Appuntamento dunque per tutti gli interessati presso l’Aula Magna della Scuola Media Tasso alle 18.00 di giovedì 25 febbraio, con un tema, per l’esordio della rassegna, quanto mai scottante e attuale, la dislessia, sullo spunto del film “Stelle sulla terra”, del 2007, diretto da Aamir Khan. Il film racconta la storia di un bambino di nove anni affetto da dislessia, che non viene diagnosticata precocemente, per cui Ishaan, questo il nome del protagonista, trova grandi difficoltà a scuola, ripete la terza classe e ogni materia rappresenta per lui un problema. I genitori, credendo si tratti di svogliatezza, decidono di iscriverlo in un collegio. Ishaan vive questa nuova situazione come una punizione e soffre molto per la separazione dalla famiglia; inoltre anche nel nuovo istituto non riesce a fare progressi e sprofonda nella depressione, fino all’arrivo di un nuovo maestro di arte. Il docente, dislessico lui stesso, si rende subito conto di trovarsi davanti un bambino con dislessia e contemporaneamente rimane profondamente colpito dalla creatività e dal talento che Ishaan dimostra nell’arte. Decide dunque di prendersi personalmente cura del bambino. Intraprende con lui un percorso di riabilitazione della lettura e della scrittura e indice una gara di pittura per tutta la scuola per permettergli di mostrare la sua grandissima abilità in questo campo. Ishaan fa un bellissimo disegno e arriva primo battendo il proprio maestro, e finalmente sul suo viso è stampato un sorriso. Commenta il dottor Carlo Alfaro: “Da Leonardo da Vinci ad Einstein, da Picasso a Walt Disney, sono tanti i casi di dislessici illustri che dimostrano ciò che oggi è noto: la dislessia non significa affatto un deficit di intelligenza o creatività. La dislessia non è una malattia, ma una caratteristica congenita, come essere mancino. Mentre chi non è dislessico impara in maniera automatica a guardare le parole e ad associarle al significato, per un dislessico è come se vedesse sempre la parola per la prima volta, per cui deve compiere ogni volta una fatica immane”. Sono circa 350-400 mila gli studenti italiani tra i 6 e i 19 anni(il 4-5% degli alunni) ad essere affetti da dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) come disgrafia e discalculia. Oggi esiste in Italia una legge ad hoc (la Legge 8 Ottobre 2010 N°170, “Nuove norme in materia di Disturbi Specifici di Apprendimento in ambito scolastico”) che riconosce l’esistenza di questi disturbi e stimola la scuola ad individuarli precocemente e a definire i luoghi e le tappe del percorso diagnostico e didattico-formativo personalizzato, attraverso l’utilizzo di strumenti dispensativi (come ad esempio la dispensazione dallo scrivere alla lavagna o leggere a voce alta) e compensativi (come l’utilizzo di strumenti tecnologici di sostegno quali videoscrittura, calcolatrice e computer). Ai docenti il compito di elaborare i Piani didattici personalizzati (PDP), il cui obiettivo è permettere una buona/migliore qualità di vita ad ogni studente e studentessa con DSA, dando loro la possibilità di imparare, nel rispetto delle proprie caratteristiche, e raggiungere gli stessi obiettivi dei loro compagni. Discuteranno delle molteplici problematiche e suggestioni del tema alcuni esperti dell’equipe accreditata dall’ASL Na 3 Sud, con Prot. N° 57 del 02/04/2015, costituita dai seguenti professionisti, appartenenti all’As.P.Pe.S :
• Dott.ssa Annamaria Pacciolla, Neuropsichiatra dell’infanzia e dell’adolescenza
• Dott.ssa Silvana Amitrano, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Fiorenza Bagno, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Debora Di Maio, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Marianna Pacciolla, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Annatilde Persico, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Antonella Romano, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Valentina Valentini, Psicologa Psicoterapeuta
• Dott.ssa Carmela Apuzzo, Logopedista
• Dott.ssa Adriana Graciela Butera, Logopedista.
L’obiettivo principale di questo team multiprofessionale è la diagnosi e la certificazione dei bambini con Disturbi Specifici dell’Apprendimento, secondo le Linee Guida vigenti. Le certificazioni rilasciate dall’équipe sono valide ai fini scolastici e consentono ai docenti di stilare un Piano Didattico Personalizzato, ai sensi della Legge 170/2010.
L‘As.P.Pe.S (Associazione Psicologi Penisola Sorrentina), con sede legale in via Capo 4, 80067 Sorrento, (NA) si è costituita con Atto Notarile n° 12463 del 18 maggio 2006. L’équipe è composta da professionisti psicologi e psicoterapeuti iscritti all’Ordine degli Psicologi ed in possesso delle competenze e dei requisiti formativi, deontologici e professionali richiesti dalla L. 56/89. Dal 2014 l’équipe si è aperta ad altre professioni, quali logopedisti, neuoripschiatri infantili e Medici specialisti. Dal 2006 ad oggi il suo obiettivo primario è stato quello di creare un raccordo all’interno di questo prezioso patrimonio di risorse umane e professionali, per offrire un ampio ventaglio di risposte qualificate alle diverse domande di singoli, famiglie, gruppi o Enti del nostro territorio. L’Associazione intende essere una tutela per i cittadini della Penisola Sorrentina, occupandosi con professionalità di Psicodiagnosi, Consulenza Psicologica, Psicoterapia, Mediazione Familiare, Diagnosi e Riabilitazione di disturbi specifici dell’apprendimento offrendo servizi ottimali agli utenti, siano essi cittadini, enti, associazioni, scuole, comunità, aziende pubbliche o private, nell’ottica della promozione del benessere individuale e della prevenzione primaria del disagio psicologico.

Lascia una risposta