Cuomo chiede incontro alla commissario Asl

0

SORRENTO. Il sindaco Giuseppe Cuomo ha indirizzato una lettera al commissario Costantini mettendo in conoscenza gli altri sindaci peninsulari dei comuni di Massa Lubrense, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta e Vico Equense: «Ho appreso con piacere della decisione di non sospendere il servizio Day Hospital Oncologico presso l’ospedale di Sorrento. Ribadisco che è mia intenzione collaborare, pr quanto possibile, alla sua fase organizzativa. Ciò con spirito costruttivo, nel superiore interesse della collettività e senza l’intenzione di travalicare i ruoli, nè di procurare allarmismi. Confido, in ogni caso – continua Cuomo – di essere da Lei convocato al più presto, assieme agli altri sindaci della penisola sorrntina per affrontare le dinamiche che vedono interessato il servizio quanto, più in generale, il futuro. Mi auguro che, questa volta, senza indugio fissi un appuntamento presso la sua sede in modo tale da potr ascoltare le istanze delle quali siamo portatori in nome delle comunità locali». Fonte: Costanza Martina Vitale da Le Cronache

SORRENTO. Il sindaco Giuseppe Cuomo ha indirizzato una lettera al commissario Costantini mettendo in conoscenza gli altri sindaci peninsulari dei comuni di Massa Lubrense, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta e Vico Equense: «Ho appreso con piacere della decisione di non sospendere il servizio Day Hospital Oncologico presso l’ospedale di Sorrento. Ribadisco che è mia intenzione collaborare, pr quanto possibile, alla sua fase organizzativa. Ciò con spirito costruttivo, nel superiore interesse della collettività e senza l’intenzione di travalicare i ruoli, nè di procurare allarmismi. Confido, in ogni caso – continua Cuomo – di essere da Lei convocato al più presto, assieme agli altri sindaci della penisola sorrntina per affrontare le dinamiche che vedono interessato il servizio quanto, più in generale, il futuro. Mi auguro che, questa volta, senza indugio fissi un appuntamento presso la sua sede in modo tale da potr ascoltare le istanze delle quali siamo portatori in nome delle comunità locali». Fonte: Costanza Martina Vitale da Le Cronache