San Giorgio a Cremano (NA). San Giorgio a Cremano. Teatro Il Siparietto. Roberto Capasso in Pacchiello …

0

TEATRO IL SIPARIETTO
via Tufarelli
San Giorgio a Cremano

sabato 20 febbraio 2016, h. 21,00

PROSPETmano (NA). Il Sipariettopresenta
 
Roberto Capasso
in
PACCHIELLO,
VENDITORE AMBULANTE
DI TARALLI CALDI CALDI
E DI GUAI NERI NERI
di  Pasquale Ferro
 
 
drammaturgia Roberto Ingenito
scena Luca Evangelista        
costumi Pina Sorrentino
luci e fonica Gabriele Toralbo
assistenti alla regia Maria Chairavalle e Roberto Ingenito
 
regia
Roberto Capasso

Dopo il successo otttenuto lo scorso mese di settembre al San Giorgio Teatro festival dove è stato presentato in prima assoluta, ritorna a S.Giorgio a Cremano l’ultimo lavoro di Roberto Capasso, protagoinista e regista di “Pacchiello, venditore di taralli caldi caldi e di guai neri neri” copione scritto da Pasquale Ferro.
Lo spettacolo è un monologo che parte dalla favola per arrivare alla cruda realtà di una storia di usura e di ordinaria, ma non troppo, violenza, una violenza fisica ma anche psicologica, che il protagonista, Pacchiello, vive e rivive attraverso il ricordo di una vita distrutta e distruttiva, tra i suoni neomelodici evocativi di una Napoli contemporanea che porta sulle spalle una tradizione pesante da sostenere, come quella della festa dei Gigli che fa da sfondo alle vicende raccontate.
Pacchiello è un untore, e l’usura è un sistema, un mezzo necessario per “contagiare” le vittime debitrici. Un desiderio assoluto di condivisione della lordura della propria esistenza. Un uomo dimenticato dalla coscienza, ossessionato dal potere, vive i ricordi che gli passano accanto veloci come un treno, fino ad investirlo.
Un Riccardo III “neomelodico” trasportato in una Napoli ubriaca e senza pudore.
 

Info:
HERMES COMUNICAZIONE
Gianmarco Cesario (3804932026)
Antonio Mocciola (3920368048)

 

TEATRO IL SIPARIETTO
via Tufarelli
San Giorgio a Cremano

sabato 20 febbraio 2016, h. 21,00

PROSPETmano (NA). Il Sipariettopresenta
 
Roberto Capasso
in
PACCHIELLO,
VENDITORE AMBULANTE
DI TARALLI CALDI CALDI
E DI GUAI NERI NERI
di  Pasquale Ferro
 
 
drammaturgia Roberto Ingenito
scena Luca Evangelista        
costumi Pina Sorrentino
luci e fonica Gabriele Toralbo
assistenti alla regia Maria Chairavalle e Roberto Ingenito
 
regia
Roberto Capasso

Dopo il successo otttenuto lo scorso mese di settembre al San Giorgio Teatro festival dove è stato presentato in prima assoluta, ritorna a S.Giorgio a Cremano l’ultimo lavoro di Roberto Capasso, protagoinista e regista di “Pacchiello, venditore di taralli caldi caldi e di guai neri neri” copione scritto da Pasquale Ferro.
Lo spettacolo è un monologo che parte dalla favola per arrivare alla cruda realtà di una storia di usura e di ordinaria, ma non troppo, violenza, una violenza fisica ma anche psicologica, che il protagonista, Pacchiello, vive e rivive attraverso il ricordo di una vita distrutta e distruttiva, tra i suoni neomelodici evocativi di una Napoli contemporanea che porta sulle spalle una tradizione pesante da sostenere, come quella della festa dei Gigli che fa da sfondo alle vicende raccontate.
Pacchiello è un untore, e l'usura è un sistema, un mezzo necessario per “contagiare” le vittime debitrici. Un desiderio assoluto di condivisione della lordura della propria esistenza. Un uomo dimenticato dalla coscienza, ossessionato dal potere, vive i ricordi che gli passano accanto veloci come un treno, fino ad investirlo.
Un Riccardo III “neomelodico” trasportato in una Napoli ubriaca e senza pudore.

 

Info:
HERMES COMUNICAZIONE
Gianmarco Cesario (3804932026)
Antonio Mocciola (3920368048)