Penisola Sorrentina partecipa a protesta operatori balneari. Antonio Cafiero: Tutelare economia che dà lavoro e indotto

0

Ci sarà anche una nutrita delegazione della Penisola Sorrentina a Roma il prossimo 17 febbraio in occasione della grande manifestazione unitaria di tutte le sigle sindacali che raggruppano le imprese balneari italiane. La mobilitazione è promossa dal Sindacato italiano balneari (Sib) che fa parte di Confcommercio. Dalla Campania si annunciano presenze dal Cilento e dalla Costa di Sorrento, le zone più turistiche dove il settore è consolidato. Il presidio inizierà alle 12 e si terrà in piazza Santissimi Apostoli. “Vogliamo andare  in piazza per dare il nostro sostegno alle Regioni che, proprio in quella data, si riuniranno per sostenere la causa delle imprese balneari nell’ambito della imminente riforma che il Governo nazionale sta per varare sul Demanio – dice Antonio Cafiero, presidente del consorzio di Meta, titolare del rinomato ristorante-stabilimento balneare La Conca – Sarà una manifestazione positiva di sostegno, totalmente pacifica, per ricordare ai rappresentanti delle Regioni che saranno presenti che queste aziende danno lavoro a migliaia di persone oltre a dare vita ad un indotto sul territorio”. Gli imprenditori balneari chiedono che nella riforma debba essere adottata “una norma che preveda il cosiddetto ‘doppio binario’: evidenza pubblica per il rilascio di nuove concessioni e un congruo periodo transitorio per le imprese esistenti”.

Ci sarà anche una nutrita delegazione della Penisola Sorrentina a Roma il prossimo 17 febbraio in occasione della grande manifestazione unitaria di tutte le sigle sindacali che raggruppano le imprese balneari italiane. La mobilitazione è promossa dal Sindacato italiano balneari (Sib) che fa parte di Confcommercio. Dalla Campania si annunciano presenze dal Cilento e dalla Costa di Sorrento, le zone più turistiche dove il settore è consolidato. Il presidio inizierà alle 12 e si terrà in piazza Santissimi Apostoli. “Vogliamo andare  in piazza per dare il nostro sostegno alle Regioni che, proprio in quella data, si riuniranno per sostenere la causa delle imprese balneari nell’ambito della imminente riforma che il Governo nazionale sta per varare sul Demanio – dice Antonio Cafiero, presidente del consorzio di Meta, titolare del rinomato ristorante-stabilimento balneare La Conca – Sarà una manifestazione positiva di sostegno, totalmente pacifica, per ricordare ai rappresentanti delle Regioni che saranno presenti che queste aziende danno lavoro a migliaia di persone oltre a dare vita ad un indotto sul territorio”. Gli imprenditori balneari chiedono che nella riforma debba essere adottata “una norma che preveda il cosiddetto ‘doppio binario’: evidenza pubblica per il rilascio di nuove concessioni e un congruo periodo transitorio per le imprese esistenti”.