Penisola Giuseppe Staiano Nella commissione di vigilanza sui club di serie A

0
6

Venerdì 5 febbraio, al termine di una concitata assemblea di Lega di Serie A in cui si discuteva, tra le altre cose, della delicata partita della ripartizione dei Diritti TV, è Adriano Galliani (amministratore delegato del Milan e vicepresidente della Lega) a darne l’annuncio ai giornalisti: “Abbiamo nominato l’organismo di Vigilanza: il professor Mario Libertini ricoprirà la carica di presidente. I componenti sono il professor Mario Cicala, l’avvocato Francesco Anglani, l’avvocato Adriano Raffaelli e l’avvocato Giuseppe Staiano”.
Ancora una volta, quindi, riflettori nazionali accesi su Giuseppe Staiano, avvocato penalista, trentacinque anni, originario di Sant’Agata sui due Golfi, e con studio a Roma. Una prestigiosa nomina di rilievo nazionale quella di componente dell’organismo di vigilanza della Lega Calcio. L’associazione dei 20 Club calcistici di serie A ha deciso di istituire questo Organismo indipendente, previsto dal Decreto legislativo 231/2001, per portare trasparenza nel mondo del calcio. L’Organismo si occuperà di vigilare su tutte le aree sensibili dell’industria del calcio con la finalità sia di rilevare ed intervenire su eventuali fenomeni illeciti che di prevenirli. Verrà anche fatta un’attività di stimolo virtuoso al fine di favorire l’adozione di procedure sempre più trasparenti. In definitiva sarà un lavoro delicatissimo soprattutto in un momento storico così delicato per il calcio, dopo le recenti inchieste sui diritti televisivi e le presunte false fatturazioni su cui indagano la Procura della Repubblica di Napoli e quella di Milano. Nell’organismo sono stati chiamati giuristi di straordinario spessore come Mario Cicala, magistrato, in passato componente del Csm, già presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, e lo stesso prof. Mario Libertini, uno se non il più grande esperto in materia di Antitrust in Italia, che ricoprirà il ruolo di presidente dell’Organismo. L’avvocato Staiano, come hanno sottolineato diverse testate giornalistiche nazionali in questi giorni, è un grande esperto della materia della Vigilanza. Infatti, oltre a vantare una considerevole esperienza professionale in processi assurti agli onori delle cronache nazionali, è anche presidente di svariati organismi di vigilanza di Società per azioni di primaria importanza nazionale ed internazionale.Venerdì 5 febbraio, al termine di una concitata assemblea di Lega di Serie A in cui si discuteva, tra le altre cose, della delicata partita della ripartizione dei Diritti TV, è Adriano Galliani (amministratore delegato del Milan e vicepresidente della Lega) a darne l’annuncio ai giornalisti: “Abbiamo nominato l’organismo di Vigilanza: il professor Mario Libertini ricoprirà la carica di presidente. I componenti sono il professor Mario Cicala, l’avvocato Francesco Anglani, l’avvocato Adriano Raffaelli e l’avvocato Giuseppe Staiano”.
Ancora una volta, quindi, riflettori nazionali accesi su Giuseppe Staiano, avvocato penalista, trentacinque anni, originario di Sant’Agata sui due Golfi, e con studio a Roma. Una prestigiosa nomina di rilievo nazionale quella di componente dell’organismo di vigilanza della Lega Calcio. L’associazione dei 20 Club calcistici di serie A ha deciso di istituire questo Organismo indipendente, previsto dal Decreto legislativo 231/2001, per portare trasparenza nel mondo del calcio. L’Organismo si occuperà di vigilare su tutte le aree sensibili dell’industria del calcio con la finalità sia di rilevare ed intervenire su eventuali fenomeni illeciti che di prevenirli. Verrà anche fatta un’attività di stimolo virtuoso al fine di favorire l’adozione di procedure sempre più trasparenti. In definitiva sarà un lavoro delicatissimo soprattutto in un momento storico così delicato per il calcio, dopo le recenti inchieste sui diritti televisivi e le presunte false fatturazioni su cui indagano la Procura della Repubblica di Napoli e quella di Milano. Nell’organismo sono stati chiamati giuristi di straordinario spessore come Mario Cicala, magistrato, in passato componente del Csm, già presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, e lo stesso prof. Mario Libertini, uno se non il più grande esperto in materia di Antitrust in Italia, che ricoprirà il ruolo di presidente dell’Organismo. L’avvocato Staiano, come hanno sottolineato diverse testate giornalistiche nazionali in questi giorni, è un grande esperto della materia della Vigilanza. Infatti, oltre a vantare una considerevole esperienza professionale in processi assurti agli onori delle cronache nazionali, è anche presidente di svariati organismi di vigilanza di Società per azioni di primaria importanza nazionale ed internazionale.

Lascia una risposta