Piano di Sorrento, Maurizio Gargiulo “Venerdì decidiamo, ma io non ho alzato la mano. Non si parla di programmi”

0

Piano di Sorrento suspance per il candidato sindaco della maggioranza uscente. Un pò anomala la situazione politica carottese dove l’opposizione ha già un suo candidato sindaco da più di un anno nel cardiologo Vincenzo Iaccarino, mentre la maggioranza uscente che fa capo a Giovanni Ruggiero, incandidabile per il divieto del doppio mandato, ancora non trova un nome, anzi trova solo dei “no grazie”. Fra i tanti nomi rimangono in ballo Giovanni Iaccarino, Daniele Acampora e Maurizio Gargiulo la famosa terna della commissione “Venerdì si decide e diamo fine a questa vicenda – dice Maurizio Gargiulo -, dopo i no di Salvatore Cappiello e Rosa Russo si deve decidere fra noi tre..” Ma come avvengono queste decisioni? “Ci si vede e si discute, poi si parla dei possibili nomi e si dice chiunque viene scelto gli altri lo appoggiano , per alzata di mano… ma io non lo ho fatto..” Come per alzata di mano? “Si alza la mano per manifestare che si è d’accordo, ma l’ultima volta non lo ho fatto..” Come vede la situazione? “Male, si sta perdendo troppo tempo e c’è troppa confusione, si danno messaggi sbagliati alla gente..” Ma non potrebbe uscire il “Salvatore” della Patria? Insomma Cappiello? “Dopo tutti no che ha detto sarebbe poco credibile” Ma su quali basi si sceglie il candidato? “E’ appunto su questo che non sono d’accordo, facciamo i nomi e non il programma.. si discute troppo poco di programmi, il candidato si deve scegliere sulla base di quello che vuole fare sul programma, ma si parla troppo poco di programmi e questo è grave e mi trova in disaccordo!”

Piano di Sorrento suspance per il candidato sindaco della maggioranza uscente. Un pò anomala la situazione politica carottese dove l'opposizione ha già un suo candidato sindaco da più di un anno nel cardiologo Vincenzo Iaccarino, mentre la maggioranza uscente che fa capo a Giovanni Ruggiero, incandidabile per il divieto del doppio mandato, ancora non trova un nome, anzi trova solo dei "no grazie". Fra i tanti nomi rimangono in ballo Giovanni Iaccarino, Daniele Acampora e Maurizio Gargiulo la famosa terna della commissione "Venerdì si decide e diamo fine a questa vicenda – dice Maurizio Gargiulo -, dopo i no di Salvatore Cappiello e Rosa Russo si deve decidere fra noi tre.." Ma come avvengono queste decisioni? "Ci si vede e si discute, poi si parla dei possibili nomi e si dice chiunque viene scelto gli altri lo appoggiano , per alzata di mano… ma io non lo ho fatto.." Come per alzata di mano? "Si alza la mano per manifestare che si è d'accordo, ma l'ultima volta non lo ho fatto.." Come vede la situazione? "Male, si sta perdendo troppo tempo e c'è troppa confusione, si danno messaggi sbagliati alla gente.." Ma non potrebbe uscire il "Salvatore" della Patria? Insomma Cappiello? "Dopo tutti no che ha detto sarebbe poco credibile" Ma su quali basi si sceglie il candidato? "E' appunto su questo che non sono d'accordo, facciamo i nomi e non il programma.. si discute troppo poco di programmi, il candidato si deve scegliere sulla base di quello che vuole fare sul programma, ma si parla troppo poco di programmi e questo è grave e mi trova in disaccordo!"