Positano incidente ad operatore ecologico odissea 118, Amalfi niente radiologia “Se non paghi qui ti fanno morire”

0

Positano incidente ad operaio nella notte di cui abbiamo parlato è un operatore ecologico che mentre lavorava ha avuto una frattura al menisco verso le quattro di notte. Da qui una vera e propria odissea con il 118 che interviene con l’ambulanza per portarlo a Castiglione di Ravello, l’ospedale della Costiera amalfitana, che però non ha la radiologia, nonostante questo il 118 non ha concesso all’ambulanza di arrivare al più vicino ospedale operativo che è Sorrento , l’operatore ecologico per non vedersi buttato in giro per la Campania inutilmente ha rifiutato il ricovero ed è andato con mezzi propri a Sorrento, ma poi per farsi dei raggi ha  dovuto servirsi di un costoso centro privato “Se non paghi qui ti fanno morire”, questo succede dunque a Positano. Insomma all’ospedale Costa d’ Amalfi, come Positanonews sta scrivendo da mesi nella sezione news Costiera amalfitana, è  vietato ricoverarsi di notte. Il radiologo di notte non c’è, quindi è praticamente inutile andarci, ti spostano chissà dove, Salerno o Cava de Tirreni, se va benissimo. Questo perchè una direttiva della Comunità Europea impedisce il lavoro continuato per 24 ore e perchè manca il personale , o non viene mandato, ad un ospedale in affanno. Con la stagione turistica alle porte i sindaci sembrano ancora presi dal letargo invernale. Non capiscono come pregiudica molto questa situazione. Intanto l’infortunato, con tutta la frattura, si è fatto accompagnare , a suo rischio e pericolo, all’ospedale di Sorrento, dove si deve lottare per farsi ricevere perchè non fa parte del distretto di Salerno ma di Napoli..  Solo per il medico infortunato questa notte, gravissimo, il 118 Campania ha mandato l’ambulanza a Sorrento, altrimenti ti arriva l’ambulanza con tutto il medico e non serve a niente, anzi solo a farti perdere tempo…in questo caso ovviamente, sia chiaro. E questo è quanto, no comment 

Positano incidente ad operaio nella notte di cui abbiamo parlato è un operatore ecologico che mentre lavorava ha avuto una frattura al menisco verso le quattro di notte. Da qui una vera e propria odissea con il 118 che interviene con l'ambulanza per portarlo a Castiglione di Ravello, l'ospedale della Costiera amalfitana, che però non ha la radiologia, nonostante questo il 118 non ha concesso all'ambulanza di arrivare al più vicino ospedale operativo che è Sorrento , l'operatore ecologico per non vedersi buttato in giro per la Campania inutilmente ha rifiutato il ricovero ed è andato con mezzi propri a Sorrento, ma poi per farsi dei raggi ha  dovuto servirsi di un costoso centro privato "Se non paghi qui ti fanno morire", questo succede dunque a Positano. Insomma all'ospedale Costa d' Amalfi, come Positanonews sta scrivendo da mesi nella sezione news Costiera amalfitana, è  vietato ricoverarsi di notte. Il radiologo di notte non c'è, quindi è praticamente inutile andarci, ti spostano chissà dove, Salerno o Cava de Tirreni, se va benissimo. Questo perchè una direttiva della Comunità Europea impedisce il lavoro continuato per 24 ore e perchè manca il personale , o non viene mandato, ad un ospedale in affanno. Con la stagione turistica alle porte i sindaci sembrano ancora presi dal letargo invernale. Non capiscono come pregiudica molto questa situazione. Intanto l'infortunato, con tutta la frattura, si è fatto accompagnare , a suo rischio e pericolo, all'ospedale di Sorrento, dove si deve lottare per farsi ricevere perchè non fa parte del distretto di Salerno ma di Napoli..  Solo per il medico infortunato questa notte, gravissimo, il 118 Campania ha mandato l'ambulanza a Sorrento, altrimenti ti arriva l'ambulanza con tutto il medico e non serve a niente, anzi solo a farti perdere tempo…in questo caso ovviamente, sia chiaro. E questo è quanto, no comment