Napoli. “la Feltrinelli”. Maria Roccasalva con “Il Chiostro dei Miracoli”

0

Articolo di Maurzio Vitiello – Maria Roccasalva con “Il Chiostro dei Miracoli” a “la Feltrinelli”, in Piazza dei Martiri di Napoli.

Giovedì 11 febbraio 2016, alle ore 18.00, alla Libreria Feltrinelli di Piazza dei Martiri per la presentazione del mio ultimo libro “Il Chiostro dei Miracoli”, Tullio Pironti Editore. Con Maria Roccasalva ci saranno Peppe Lanzetta, Wanda Marasco e Silvio Perrella.
Ecco una scheda:
Il Chiostro dei Miracoli è un libro della memoria.
Suddiviso in sei capitoli – Notte, Alba, Pomeriggio, Crepuscolo, Tramonto, Scirocco – i racconti sono unificati dal soggetto narrante – l’autrice ancora bambina – e hanno per teatro la città di Napoli negli anni precedenti la Seconda guerra mondiale, poi lo svolgersi della guerra stessa, le Quattro Giornate e il dopoguerra.
La particolarità del libro è data dal fatto che di solito questi eventi turbinosi sono stati sempre visti con occhi di adulti; raramente da un bambino, e per quanto riguarda Napoli, mai.
I bambini non conoscono il dramma: per loro tutto è gioco.
Anche la morte, la miseria, la fame, nel gioco diventano spettacolo.
Protagonista è un sipario da scenografia di avanspettacolo raffigurante un giardino, unica consolazione, e anche unica evasione concessa alla narratrice-bambina, che vive in un sordido chiostro sepolto in un vecchio palazzo dei Quartieri Spagnoli, a vico Sant’Anna di Palazzo.
Sipario e chiostro sono due realtà immutabili e ferme, eppure diverse col variare della luce.
E ogni momento di questa luce possiede il carattere degli attori che vi si stagliano contro: la nana, il nonno, la zia, la mamma, il padre, il coro dei miserabili che recitano, inconsapevoli, la tragedia greca della loro vita.
Il vero miracolo è la loro sopravvivenza.
A conferire leggerezza, l’ironia della donna adulta che scrive e ricorda.
E mentre ricorda, assolve e sorride.
A differenza delle varie ricerche di stampo proustiano, Il Chiostro dei Miracoli non è un libro contro il tempo, alla riscoperta di un passato sepolto.
Il passato non ha bisogno di essere disseppellito perché non è mai trascorso.
E il tempo non può offuscare niente, perché semplicemente non esiste.
Ecco una scheda sull’autrice:
Maria Roccasalva, napoletana, scultrice, ha svolto attività di critico d’arte per i quotidiani «l’Unità» e «Paese Sera».
Come autrice ha pubblicato: La Tebaide sovraffollata (1992) e A scuola dagli Ardenti (Guida Editore, 2012).
Con l’editore Tullio Pironti ha pubblicato: Nowhere no war. Arte e artisti a Napoli 1974-1984 (2004), Intrigo a Costantinopoli (2008), Il Danubio non parla latino (2009), È notte anche per me (2010), la ristampa rivista e aggiornata de La Tebaide sovraffollata, ovvero Le pietre e i demoni di Napoli (2013), L’enigma del sarcofago (2013) e La Compagnia dei Naufraghi (2014). Per la collana Elogi ha pubblicato l’Elogio dell’adulterio (2010) l’Elogio dell’eros (2015).
Da seguire.
Maurizio Vitiello

Info: IL CHIOSTRO DEI MIRACOLI
«Evasi, complice il mio giardino di carta.
Ma il mondo è solo un Chiostro più grande […]».
Maria Roccasalva
Formato:Formato 140 x 210
Pagine 274
978-88-7937-714-0
€ 14,00

Articolo di Maurzio Vitiello – Maria Roccasalva con “Il Chiostro dei Miracoli” a “la Feltrinelli”, in Piazza dei Martiri di Napoli.

Giovedì 11 febbraio 2016, alle ore 18.00, alla Libreria Feltrinelli di Piazza dei Martiri per la presentazione del mio ultimo libro “Il Chiostro dei Miracoli”, Tullio Pironti Editore. Con Maria Roccasalva ci saranno Peppe Lanzetta, Wanda Marasco e Silvio Perrella.
Ecco una scheda:
Il Chiostro dei Miracoli è un libro della memoria.
Suddiviso in sei capitoli – Notte, Alba, Pomeriggio, Crepuscolo, Tramonto, Scirocco – i racconti sono unificati dal soggetto narrante – l’autrice ancora bambina – e hanno per teatro la città di Napoli negli anni precedenti la Seconda guerra mondiale, poi lo svolgersi della guerra stessa, le Quattro Giornate e il dopoguerra.
La particolarità del libro è data dal fatto che di solito questi eventi turbinosi sono stati sempre visti con occhi di adulti; raramente da un bambino, e per quanto riguarda Napoli, mai.
I bambini non conoscono il dramma: per loro tutto è gioco.
Anche la morte, la miseria, la fame, nel gioco diventano spettacolo.
Protagonista è un sipario da scenografia di avanspettacolo raffigurante un giardino, unica consolazione, e anche unica evasione concessa alla narratrice-bambina, che vive in un sordido chiostro sepolto in un vecchio palazzo dei Quartieri Spagnoli, a vico Sant’Anna di Palazzo.
Sipario e chiostro sono due realtà immutabili e ferme, eppure diverse col variare della luce.
E ogni momento di questa luce possiede il carattere degli attori che vi si stagliano contro: la nana, il nonno, la zia, la mamma, il padre, il coro dei miserabili che recitano, inconsapevoli, la tragedia greca della loro vita.
Il vero miracolo è la loro sopravvivenza.
A conferire leggerezza, l’ironia della donna adulta che scrive e ricorda.
E mentre ricorda, assolve e sorride.
A differenza delle varie ricerche di stampo proustiano, Il Chiostro dei Miracoli non è un libro contro il tempo, alla riscoperta di un passato sepolto.
Il passato non ha bisogno di essere disseppellito perché non è mai trascorso.
E il tempo non può offuscare niente, perché semplicemente non esiste.
Ecco una scheda sull’autrice:
Maria Roccasalva, napoletana, scultrice, ha svolto attività di critico d’arte per i quotidiani «l’Unità» e «Paese Sera».
Come autrice ha pubblicato: La Tebaide sovraffollata (1992) e A scuola dagli Ardenti (Guida Editore, 2012).
Con l’editore Tullio Pironti ha pubblicato: Nowhere no war. Arte e artisti a Napoli 1974-1984 (2004), Intrigo a Costantinopoli (2008), Il Danubio non parla latino (2009), È notte anche per me (2010), la ristampa rivista e aggiornata de La Tebaide sovraffollata, ovvero Le pietre e i demoni di Napoli (2013), L’enigma del sarcofago (2013) e La Compagnia dei Naufraghi (2014). Per la collana Elogi ha pubblicato l’Elogio dell’adulterio (2010) l’Elogio dell’eros (2015).
Da seguire.
Maurizio Vitiello

Info: IL CHIOSTRO DEI MIRACOLI
«Evasi, complice il mio giardino di carta.
Ma il mondo è solo un Chiostro più grande […]».
Maria Roccasalva
Formato:Formato 140 x 210
Pagine 274
978-88-7937-714-0
€ 14,00