Vincere a Torino non per i 3 punti ma per sentirsi imbattibili

0

Juventus-Napoli a Torino è stato l’inizio di tutto. Nel 1929-30 fu il debutto delle due squadre nel primo campionato di serie A.Si incontrarono alla prima giornata del torneo a girone unico. Diciotto formazioni in lizza. La Juventus finì terza (campione d’Italia l’Ambrosiana-Inter),il Napoli quinto. Da allora, a Torino, 69 partite: 42 vittorie bianconere,20 pareggi,7 successi azzurri. Ecco una serie di trionfi e delusioni, gol e autogol,cannonieri e portieri,protagonisti, curiosità e statistiche.L’inizio.La rivalità con la Juventus è nata all’alba della serie A il 6 ottobre 1929 a Torino.

Il Napoli contro la squadra di Combi,Rosetta, Caligaris (difesa leggendaria),più Mumo Orsi all’ala sinistra, oriundo argentino dal dribbling  ubriacante,soprannominato gazzella”,mezz’ala sinistra il più matto dei Cevenini, Luigi, terzo di cinque fratelli calciatori,figli di un lattaio milanese. Lo chiamavano Zizì: per i difensori  era fastidioso come una zanzara,gli ronzava attorno velocissimo e pungeva in gol. Quella prima sfida nel girone unico anticipò il calore, il colore,l’animosità e la tensione dei confronti fra Napoli e Juve. Finì 3-2 per i bianconeri e fu una battaglia. Match drammatico che il Napoli concluse in otto uomini. Orsi, controllato dallo stabiese Roberto De Martino con una ossessiva  marcatura a uomo, entrò duramente sull’azzurro alla fine del primo tempo. De Martino, azzoppato, si defilò all’ala destra. Poi, fu colpito duramente Roggia,un altro zoppo in campo. Più duramente ancora Zoccola  che abbandonò il terreno di gioco. La furia fisica della Juventus non risparmiò Vincenzi e Mihalich. Nella battaglia a tutto campo, la Juve acciuffò la vittoria a cinque minuti dalla fine con Munerati..Marcello Mihalic era un italiano di Fiume tutto scatti, dribbling e finte, mezz’ala sinistra. Giunse nel Napoli nel 1929 (realizzò 31 gol in 94 partite). Fu il primo azzurro a segnare sul campo della Juve quel 6 ottobre 1929. Firmò addirittura una doppietta. Il Napoli andò sotto per un autogol di Zoccola(10’). Mihalic pareggiò con un tiro da lontano che sorprese Combi (41’) era ddoppiò al 53’ con un tiro nell’angolino basso alla destra del portiere. Poi la Juve rimontò e vinse.Mihalic non finì la partita,espulso per un fallo su Munerati dall’arbitro padovano Caironi

David Lopez è l’ultimo azzurro che ha segnato sul campo della Juve nella trasferta del campionato scorso(23 maggio2015). Bianconeri in vantaggio con Pereyra, calcio di rigore per mani di Asamoah sul cross corto di Mertens.Buffon respinge il tiro di Insigne dal dischetto e David Lopez è il più lesto a ribattere il pallone in rete (49’). Poi la Juve vinse 3-1 con Sturaro (77’) e il penalty di Pepe (92’). Nel primo tempo, protagonista Buffon che negò il gol a Mertens,allo stesso David Lopez e a Gabbiadini.Sette vittorie. Sono sette le vittorie del Napoli a Torino firmate da Buscaglia e Vojak (2-1 nel 1930-31), Barbieri tre gol (3-1 nel 1947-48), Jeppson (1-0 nel 1955-56), Vinicio, Novelli e Di Giacomo (3-1 nel 1957-58), Ferrario, Giordano e Volpecina (3-1 nel 1986-87), Carnevale,Renica e tre gol di Careca (5-3 nel 1988-89), doppietta di Hamsike gol di Datolo (3-2 nel 2009-10).Imbattuti.I portieri azzurri imbattuti sul campo della Juventus sono Blason (1940-41), Bugatti (1955-56), Bandoni (1965-66), Zoff (1969-70), Carmignani (1972-73), Castellini (1982-83). Furono cinque 0-0 più l’1-0 firmato da Jeppson (Bugatti in porta).I cannonieri. 48 azzurri hanno firmatole 65 reti sul campo della Juve. Svettano su tutti Careca e Jeppson con 4 gol a testa.Con tre reti: Barbieri. Con due:Hamsik. 84 i bianconeri che, a Torino, hanno segnato 124 gol al Napoli: 6 gol Borel; 5 Boniperti;4 Sivori; 3 Ferrari, ohn Hansen,Charles, Anastasi,Bettega, Capello; 2 Causio, Furino, Tardelli, Paolo Rossi, Boniek,Cabrini,DeAgostini, Baggio, Ravanelli, Del Piero.
Tripletta. Carletto Barbieri, bolognese,ala sinistra nell’attacco con Krieziu, Spartano, Di Benedetti e Di Costanzo, risolse con tre gol il match di Torino del 21 aprile 1948 battendo Sentimenti IV (3-1). Barbieri giunse al Napoli dal Carpi dopo essere cresciuto nelle giovanili del  Bologna .A Torino,esattamente quarant’anni dopo, è stato Careca a segnare tre gol alla Juventus (portiere Tacconi) nel trionfale 5-3 degli azzurri del 20 novembre 1988.A Torino, solo Sivori tra i bianconeri ha segnato una tripletta al Napoli,due gol e unrigore nel 4-2 del 17 aprile 1960.Le doppiette. Nelle sfide di Torino, otto bianconeri e tre azzurri hanno siglato una doppietta.Nel Napoli Mihalic nella prima partita della serie A (3-2 per la Juve), Jeppson al suo secondo anno napoletano (2-3), Hamsik nella straordinaria notte della rimonta (3-2) del31 ottobre 2009 con Mazzarri (in porta Buffon, allenatore bianconero Ciro Ferrara). Le doppiette juventine sono state di Ferrari, Orsi, Borel (due volte),Boniperti, Anastasi, Capello,
Boniek e Baggio.Autogol. Tre autoreti per parte a Torino. A favore della Juve:Zoccola nella porta di Cavanna alla prima partita della serie A, Pogliana per l’1-1 del 9 dicembre1967, Ciro Ferrara decisivo  per lo 0-1 del 5 dicembre 1993. A favore del Napoli: Rosetta nel 3-5 del 27 settembre 1931, Montinel 2-2 del 12aprile 1936, Favero nell’1-1 del 9 marzo1986.Rigori.Nove realizzati dalla Juve nelle partite a Torino: Monti,Borel, John Hansen, Sivori,Mora, De Agostini (due), Baggio,Pepe. Cinque dal Napoli:Improta per il 2-2 del 28 novembre 1971, Clerici nell’1-4 del 10 febbraio 1974, Savoldi nell’1-2 del 4 gennaio1976, Renica nel 5-3 del 20 novembre 1988, Fonseca nel 3-4 del  7marzo 1993.Gli allenatori. Gli allenatori azzurri che hanno vinto a Torino sono Garbutt (2-1 nel 1930-31), Arnaldo Sentimenti (3-1 nel 1947-48), Amadei (1-0 nel 1955-56  e 3-1 nel 1957-58),Bianchi (3-1 nel 1986-87 e 5-3 nel   1988-89),Mazzarri (3-2 nel 2009-10).Il gol crudele. Dodici le vittorie minime per 1-0 con cui la Juve ha battuto il Napoli aTorino.Marcatori solitari di quei successi: De filippis, Piola, Hamrin, Miranda, Boninsegna,Tardelli, Scirea, Casiraghi,Ravanelli, Iaquinta, Marchisio.Piùl’autogol di Ciro Ferrara nella porta di Di Fusco nel 1993-94. De Laurentiis. Otto trasferte a Torino con la presidenza di Aurelio De Laurentiis. Una vittoria,un pareggio e sei sconfitte:0-1 Iaquinta; 0-1 Marchisio;3-2Trezeguet,Giovinco,Hamsik, Datolo, Hamsik; 2-2 Maggio,Chiellini, Lucarelli, Matri;0-3Bonucci,Vidal, Quagliarella;0-2CaceresePogba;0-3Llorente,Pirlo, Pogba; 1-3 Pereyra,David Lopez, Sturaro, Pepe rigore. Tra gli azzurri in attività,Maggio e  Hamsik hanno segnato a Torino. Tra gli juventini:Marchisio, Chiellini, caceres Pogba, Bonucci, Pereyra,Sturaro.

fonte:ilmattino

Juventus-Napoli a Torino è stato l’inizio di tutto. Nel 1929-30 fu il debutto delle due squadre nel primo campionato di serie A.Si incontrarono alla prima giornata del torneo a girone unico. Diciotto formazioni in lizza. La Juventus finì terza (campione d’Italia l’Ambrosiana-Inter),il Napoli quinto. Da allora, a Torino, 69 partite: 42 vittorie bianconere,20 pareggi,7 successi azzurri. Ecco una serie di trionfi e delusioni, gol e autogol,cannonieri e portieri,protagonisti, curiosità e statistiche.L’inizio.La rivalità con la Juventus è nata all’alba della serie A il 6 ottobre 1929 a Torino.

Il Napoli contro la squadra di Combi,Rosetta, Caligaris (difesa leggendaria),più Mumo Orsi all’ala sinistra, oriundo argentino dal dribbling  ubriacante,soprannominato gazzella”,mezz’ala sinistra il più matto dei Cevenini, Luigi, terzo di cinque fratelli calciatori,figli di un lattaio milanese. Lo chiamavano Zizì: per i difensori  era fastidioso come una zanzara,gli ronzava attorno velocissimo e pungeva in gol. Quella prima sfida nel girone unico anticipò il calore, il colore,l’animosità e la tensione dei confronti fra Napoli e Juve. Finì 3-2 per i bianconeri e fu una battaglia. Match drammatico che il Napoli concluse in otto uomini. Orsi, controllato dallo stabiese Roberto De Martino con una ossessiva  marcatura a uomo, entrò duramente sull’azzurro alla fine del primo tempo. De Martino, azzoppato, si defilò all’ala destra. Poi, fu colpito duramente Roggia,un altro zoppo in campo. Più duramente ancora Zoccola  che abbandonò il terreno di gioco. La furia fisica della Juventus non risparmiò Vincenzi e Mihalich. Nella battaglia a tutto campo, la Juve acciuffò la vittoria a cinque minuti dalla fine con Munerati..Marcello Mihalic era un italiano di Fiume tutto scatti, dribbling e finte, mezz’ala sinistra. Giunse nel Napoli nel 1929 (realizzò 31 gol in 94 partite). Fu il primo azzurro a segnare sul campo della Juve quel 6 ottobre 1929. Firmò addirittura una doppietta. Il Napoli andò sotto per un autogol di Zoccola(10’). Mihalic pareggiò con un tiro da lontano che sorprese Combi (41’) era ddoppiò al 53’ con un tiro nell’angolino basso alla destra del portiere. Poi la Juve rimontò e vinse.Mihalic non finì la partita,espulso per un fallo su Munerati dall’arbitro padovano Caironi

David Lopez è l’ultimo azzurro che ha segnato sul campo della Juve nella trasferta del campionato scorso(23 maggio2015). Bianconeri in vantaggio con Pereyra, calcio di rigore per mani di Asamoah sul cross corto di Mertens.Buffon respinge il tiro di Insigne dal dischetto e David Lopez è il più lesto a ribattere il pallone in rete (49’). Poi la Juve vinse 3-1 con Sturaro (77’) e il penalty di Pepe (92’). Nel primo tempo, protagonista Buffon che negò il gol a Mertens,allo stesso David Lopez e a Gabbiadini.Sette vittorie. Sono sette le vittorie del Napoli a Torino firmate da Buscaglia e Vojak (2-1 nel 1930-31), Barbieri tre gol (3-1 nel 1947-48), Jeppson (1-0 nel 1955-56), Vinicio, Novelli e Di Giacomo (3-1 nel 1957-58), Ferrario, Giordano e Volpecina (3-1 nel 1986-87), Carnevale,Renica e tre gol di Careca (5-3 nel 1988-89), doppietta di Hamsike gol di Datolo (3-2 nel 2009-10).Imbattuti.I portieri azzurri imbattuti sul campo della Juventus sono Blason (1940-41), Bugatti (1955-56), Bandoni (1965-66), Zoff (1969-70), Carmignani (1972-73), Castellini (1982-83). Furono cinque 0-0 più l’1-0 firmato da Jeppson (Bugatti in porta).I cannonieri. 48 azzurri hanno firmatole 65 reti sul campo della Juve. Svettano su tutti Careca e Jeppson con 4 gol a testa.Con tre reti: Barbieri. Con due:Hamsik. 84 i bianconeri che, a Torino, hanno segnato 124 gol al Napoli: 6 gol Borel; 5 Boniperti;4 Sivori; 3 Ferrari, ohn Hansen,Charles, Anastasi,Bettega, Capello; 2 Causio, Furino, Tardelli, Paolo Rossi, Boniek,Cabrini,DeAgostini, Baggio, Ravanelli, Del Piero.
Tripletta. Carletto Barbieri, bolognese,ala sinistra nell’attacco con Krieziu, Spartano, Di Benedetti e Di Costanzo, risolse con tre gol il match di Torino del 21 aprile 1948 battendo Sentimenti IV (3-1). Barbieri giunse al Napoli dal Carpi dopo essere cresciuto nelle giovanili del  Bologna .A Torino,esattamente quarant’anni dopo, è stato Careca a segnare tre gol alla Juventus (portiere Tacconi) nel trionfale 5-3 degli azzurri del 20 novembre 1988.A Torino, solo Sivori tra i bianconeri ha segnato una tripletta al Napoli,due gol e unrigore nel 4-2 del 17 aprile 1960.Le doppiette. Nelle sfide di Torino, otto bianconeri e tre azzurri hanno siglato una doppietta.Nel Napoli Mihalic nella prima partita della serie A (3-2 per la Juve), Jeppson al suo secondo anno napoletano (2-3), Hamsik nella straordinaria notte della rimonta (3-2) del31 ottobre 2009 con Mazzarri (in porta Buffon, allenatore bianconero Ciro Ferrara). Le doppiette juventine sono state di Ferrari, Orsi, Borel (due volte),Boniperti, Anastasi, Capello,
Boniek e Baggio.Autogol. Tre autoreti per parte a Torino. A favore della Juve:Zoccola nella porta di Cavanna alla prima partita della serie A, Pogliana per l’1-1 del 9 dicembre1967, Ciro Ferrara decisivo  per lo 0-1 del 5 dicembre 1993. A favore del Napoli: Rosetta nel 3-5 del 27 settembre 1931, Montinel 2-2 del 12aprile 1936, Favero nell’1-1 del 9 marzo1986.Rigori.Nove realizzati dalla Juve nelle partite a Torino: Monti,Borel, John Hansen, Sivori,Mora, De Agostini (due), Baggio,Pepe. Cinque dal Napoli:Improta per il 2-2 del 28 novembre 1971, Clerici nell’1-4 del 10 febbraio 1974, Savoldi nell’1-2 del 4 gennaio1976, Renica nel 5-3 del 20 novembre 1988, Fonseca nel 3-4 del  7marzo 1993.Gli allenatori. Gli allenatori azzurri che hanno vinto a Torino sono Garbutt (2-1 nel 1930-31), Arnaldo Sentimenti (3-1 nel 1947-48), Amadei (1-0 nel 1955-56  e 3-1 nel 1957-58),Bianchi (3-1 nel 1986-87 e 5-3 nel   1988-89),Mazzarri (3-2 nel 2009-10).Il gol crudele. Dodici le vittorie minime per 1-0 con cui la Juve ha battuto il Napoli aTorino.Marcatori solitari di quei successi: De filippis, Piola, Hamrin, Miranda, Boninsegna,Tardelli, Scirea, Casiraghi,Ravanelli, Iaquinta, Marchisio.Piùl’autogol di Ciro Ferrara nella porta di Di Fusco nel 1993-94. De Laurentiis. Otto trasferte a Torino con la presidenza di Aurelio De Laurentiis. Una vittoria,un pareggio e sei sconfitte:0-1 Iaquinta; 0-1 Marchisio;3-2Trezeguet,Giovinco,Hamsik, Datolo, Hamsik; 2-2 Maggio,Chiellini, Lucarelli, Matri;0-3Bonucci,Vidal, Quagliarella;0-2CaceresePogba;0-3Llorente,Pirlo, Pogba; 1-3 Pereyra,David Lopez, Sturaro, Pepe rigore. Tra gli azzurri in attività,Maggio e  Hamsik hanno segnato a Torino. Tra gli juventini:Marchisio, Chiellini, caceres Pogba, Bonucci, Pereyra,Sturaro.

fonte:ilmattino

Lascia una risposta