Ospedale di Capri: la nuova tac in funzione per le emergenze, effettuato il primo esame

0

Condividiamo con tutti voi la buona notizia dell’effettuazione della prima TAC di urgenza presso il P.O. Capilupi, dopo anni in cui, in una situazione del genere, si doveva procedere al trasferimento in terraferma. E’ una tappa di un percorso lungo e complesso che ci vede impegnati e che sta portando risultati insperabili solo un anno fa, specialmente se si considera la situazione generale della sanità campana in questo momento, raggiunti anche grazie al fondamentale apporto del Comitato Art. 32, che insieme al nostro delegato Paolo Falco sta profondendo sforzi e sacrifici enormi nell’esclusivo interesse della nostra comunità. In pratica oggi il nostro ospedale ha una TAC all’avanguardia, che ci è invidiata anche dai grandi ospedali della terraferma appartenenti alla nostra stessa ASL. Ci auguriamo che nel prossimo futuro sia possibile anche avviare attività ambulatoriali, per le quali necessitiamo di risorse umane ulteriori da parte della Regione Campania, con la quale al momento riscontriamo qualche difficoltà di interlocuzione che ci auguriamo di superare presto. Ringraziamo quindi, oltre al già citato Comitato Art. 32, il Direttore Sanitario Dott. Quinto e tutto il personale dell’ospedale, rivolgendo a tutti loro l’incoraggiamento a continuare su questa strada ed a sostenere il lavoro in corso nell’esclusivo interesse dei pazienti.
Fonte: La PrimaveraCondividiamo con tutti voi la buona notizia dell’effettuazione della prima TAC di urgenza presso il P.O. Capilupi, dopo anni in cui, in una situazione del genere, si doveva procedere al trasferimento in terraferma. E’ una tappa di un percorso lungo e complesso che ci vede impegnati e che sta portando risultati insperabili solo un anno fa, specialmente se si considera la situazione generale della sanità campana in questo momento, raggiunti anche grazie al fondamentale apporto del Comitato Art. 32, che insieme al nostro delegato Paolo Falco sta profondendo sforzi e sacrifici enormi nell’esclusivo interesse della nostra comunità. In pratica oggi il nostro ospedale ha una TAC all’avanguardia, che ci è invidiata anche dai grandi ospedali della terraferma appartenenti alla nostra stessa ASL. Ci auguriamo che nel prossimo futuro sia possibile anche avviare attività ambulatoriali, per le quali necessitiamo di risorse umane ulteriori da parte della Regione Campania, con la quale al momento riscontriamo qualche difficoltà di interlocuzione che ci auguriamo di superare presto. Ringraziamo quindi, oltre al già citato Comitato Art. 32, il Direttore Sanitario Dott. Quinto e tutto il personale dell’ospedale, rivolgendo a tutti loro l’incoraggiamento a continuare su questa strada ed a sostenere il lavoro in corso nell’esclusivo interesse dei pazienti.
Fonte: La Primavera

Lascia una risposta