VICO EQUENSE LOCALITÀ MASSAQUANO-S.ANDREA. PUBBLICA ILLUMINAZIONE GIÀ SPENTA ALLE 6.40 NONOSTANTE SIA ANCORA BUIO.

0

Caro direttore, volevo segnalare un caso di cattiva amministrazione inerente la gestione dell’orario di spegnimento della pubblica illuminazione sulla Raffaele Bosco tratto MASSAQUANO-S.ANDREA e scendendo verso Vico centro, fino alla grande curva prima del rettilineo di Bonea. Ormai è un pezzo che di mattina alle 6.40, ancora buio, le luci vengono spente, costituendo una situazione di pericolo potenziale per la sicurezza stradale degli automobilisti ovvero, studenti e lavoratori che escono di casa a quell’ora. Auspico che i nostri cari amministratori, e tanti aspiranti consiglieri anche in carica, che cominciano a vedersi in giro per le prossime elezioni, si impegnino affinché la società che gestisce il servizio rispetti i parametri previsti dalle vigenti deliberazioni dell’Autorità nazionale per l’energia elettrica e il gas che indicano gli orari convenzionali da rispettare ben suddivisi per fasce di territorio, mesi e decadi. La sicurezza viene prima del risparmio che di certo non si attua in questo modo.Caro direttore, volevo segnalare un caso di cattiva amministrazione inerente la gestione dell’orario di spegnimento della pubblica illuminazione sulla Raffaele Bosco tratto MASSAQUANO-S.ANDREA e scendendo verso Vico centro, fino alla grande curva prima del rettilineo di Bonea. Ormai è un pezzo che di mattina alle 6.40, ancora buio, le luci vengono spente, costituendo una situazione di pericolo potenziale per la sicurezza stradale degli automobilisti ovvero, studenti e lavoratori che escono di casa a quell’ora. Auspico che i nostri cari amministratori, e tanti aspiranti consiglieri anche in carica, che cominciano a vedersi in giro per le prossime elezioni, si impegnino affinché la società che gestisce il servizio rispetti i parametri previsti dalle vigenti deliberazioni dell’Autorità nazionale per l’energia elettrica e il gas che indicano gli orari convenzionali da rispettare ben suddivisi per fasce di territorio, mesi e decadi. La sicurezza viene prima del risparmio che di certo non si attua in questo modo.