Vico Equense sopralluogo al depuratore di Punta Gradelle della Beneduce, ci vogliono ancora mesi

0

Vico Equense Flora Beneduce, consigliere della regione Campania e segretaria dell’Ufficio di Presidenza, ha effettuato un sopralluogo presso i cantieri del depuratore di Punta Gradelle dove sono in corso i lavori per convogliarvi tutta la penisola Sorrentina da Sorrento a Sant’ Agnello e meta . Il consigliere regionale ha deciso di recarsi personalmente in loco per conoscere l’esito dei primi interventi e controllare il cronoprogramma. Un tema – afferma l’Onorevole – che non può e non deve essere trattato solo durante i mesi di caldo e bagni in spiaggia perché l’inquinamento ambientale è un problema che non ha tempo. Il progetto prevede la costruzione di quattro vasche con una membrana di ultima generazione: in queste confluiranno i collettori di Sorrento e Vico Equense. “L’impianto rappresenta un investimento importante, sia per il valore dell’investimento (43 milioni di euro, di cui la metà già rendicontata) sia per l’effetto atteso sul rilancio dell’immagine della Penisola sorrentina. Non si può attendere l’emergenza per arrivare sul posto e proporre soluzioni inefficaci, che tamponano solo momentaneamente – afferma l’Onorevole Beneduce, componente della commissione Ambiente, Energia e Protezione civile -. Dopo gli eventi dello scorso agosto, non si può attendere. Occorre un monitoraggio costante da parte delle istituzioni e dei cittadini. Questo impianto, insieme con il contrasto agli sversamenti abusivi e con la divisione tra acque bianche e nere, consentirà alla Costiera di acquistare un ruolo strategico anche nel turismo balneare”. Comunque sia ci vogliono ancora mesi e ci sono ancora molte incognite sul funzionalmento e sul rispetto fra acque bianche e nere da parte di tutti i comuni , mentre se non si puliscono i valloni e non si fanno interventi di manutenzione e sistemazione delle fogne dove mancano, tipo ad Arola, il problema del mare sporco non verrà mai risolto

Vico Equense Flora Beneduce, consigliere della regione Campania e segretaria dell’Ufficio di Presidenza, ha effettuato un sopralluogo presso i cantieri del depuratore di Punta Gradelle dove sono in corso i lavori per convogliarvi tutta la penisola Sorrentina da Sorrento a Sant' Agnello e meta . Il consigliere regionale ha deciso di recarsi personalmente in loco per conoscere l’esito dei primi interventi e controllare il cronoprogramma. Un tema – afferma l’Onorevole – che non può e non deve essere trattato solo durante i mesi di caldo e bagni in spiaggia perché l’inquinamento ambientale è un problema che non ha tempo. Il progetto prevede la costruzione di quattro vasche con una membrana di ultima generazione: in queste confluiranno i collettori di Sorrento e Vico Equense. “L’impianto rappresenta un investimento importante, sia per il valore dell’investimento (43 milioni di euro, di cui la metà già rendicontata) sia per l’effetto atteso sul rilancio dell’immagine della Penisola sorrentina. Non si può attendere l’emergenza per arrivare sul posto e proporre soluzioni inefficaci, che tamponano solo momentaneamente – afferma l’Onorevole Beneduce, componente della commissione Ambiente, Energia e Protezione civile -. Dopo gli eventi dello scorso agosto, non si può attendere. Occorre un monitoraggio costante da parte delle istituzioni e dei cittadini. Questo impianto, insieme con il contrasto agli sversamenti abusivi e con la divisione tra acque bianche e nere, consentirà alla Costiera di acquistare un ruolo strategico anche nel turismo balneare”. Comunque sia ci vogliono ancora mesi e ci sono ancora molte incognite sul funzionalmento e sul rispetto fra acque bianche e nere da parte di tutti i comuni , mentre se non si puliscono i valloni e non si fanno interventi di manutenzione e sistemazione delle fogne dove mancano, tipo ad Arola, il problema del mare sporco non verrà mai risolto