Driving Mrs. Satan Live a Porto Petraio

0

Sabato 6 febbraio 2016 ore 21:00 i DRIVING MRS. SATAN live a PORTO PETRAIO (Salita Petraio n. 18/D) presentano il loro nuovo cd “Did you Mrs. me?” nell’ambito della III edizione della rassegna “TRAIN DE VIE – Musica su Rotaie”. Contributo al concerto Euro 10,00; gradita la prenotazione.

LA FORMAZIONE:
Claudia Sorvillo: voce; Giacomo Pedicini: basso, produzione artistica e arrangiamenti; Valerio Middione: chitarra; Antonio Esposito: batteria e vibrafono.

La performance dei “Driving Mrs. Satan” segna il VI appuntamento della kermesse “TRAIN DE VIE – Musica su Rotaie”, voluta dalla label AGUALOCA RECORDS con la direzione artistica di DAVIDE MASTROPAOLO, e ospitata da PORTO PETRAIO. Formula invariata: opening aperitif ore 20:00, start concert ore 21:00.
Dopo la pubblicazione dell’album d’esordio “Popscotch” (Agualoca Records, 2014), i Driving Mrs. Satan, la band che rilegge in acustico i classici dell’heavy metal, torna con un nuovo disco: “Did you Mrs. me?”, in uscita a febbraio 2016 per “Agualoca Records”. Registrato tra Napoli, Roma, Londra e Parigi, prodotto da Giacomo Pedicini, missato e masterizzato da Salvio Vassallo, “Did you Mrs. Me?” ha vari ospiti al suo interno, tra cui Francesco Forni, da due decenni amico e compagno di viaggio musicale di Giacomo, ospite nel cult dei Black Sabbath, “Iron Man”.
“Negli ultimi due anni ho scritto gli arrangiamenti dell’album mentre ero in tour in Europa”, dice Pedicini, fondatore della band, a proposito di questa nuova fatica discografica. “Ho provato a esplorare nuovi percorsi” – continua – “a cercare un sound differente. Ero influenzato da come attorno a me cambiasse il paesaggio… Il tour mi ha dato uno sguardo sul mondo da varie prospettive, cosicché siamo andati in diverse direzioni e sfumature. Una volta entrati in studio è stato facile immaginare intrecci di archi con ottoni. Molte canzoni parlano del concetto di tempo, delle esperienze che cambiano, della consapevolezza che “E’ inutile tornare a ieri perché ero un’altra persona…”
Anche se ancora focalizzato sulle strutture melodiche e sui testi delle canzoni originali, “Did you Mrs. me?” è molto diverso da “Popscotch”. Il concept resta: rivivere evergreen heavy metal in maniera minimal, intimista, quasi crepuscolare, ma con una tessitura più scura, un ensemble più ricco, arrangiamenti più pieni e una costruzione più estrosa. “Abbiamo permesso a noi stessi di immaginare dove si potesse andare” – prosegue Pedicini” – “e pian piano i brani si sono sviluppati in qualcosa di autentico e accessibile”.
Il tempo è di sicuro il tema ricorrente dell’album, l’elemento che mette in connessione i personaggi delle canzoni. Dall’uomo divorato dalla sua relazione col tempo perduto che non recupererà mai (“Antisocial”), al demonio degli Iron Maiden che ha il tempo “sempre al suo fianco” in “Caught Somewhere in Time”; da “Iron Man” dei Black Sabbath che viaggia nel futuro, sino a alla marcia nel tempo per i soldati – e per l’umanità intera – di “For Whom the Bell Tolls” dei Metallica.
Con “Popscotch” i Driving Mrs. Satan hanno girato l’Europa in lungo e in largo. Ora di ritorno a Napoli sembra che abbiano trovato il perfetto equilibrio con una band più ampia che include il chitarrista Valerio Middione e il batterista e polistrumentista Antonio Esposito. Con l’uscita di “Did you Mrs. me?” il gruppo sarà in tour in Italia, Germania e Spagna.
Anche per la serata a Porto Petraio la voce della Sorvillo, al contempo sensuale ed eterea, grazie all’ottimo interplay tra i musicisti, assicura un’esibizione in grado di spogliare brani noti della loro veste originaria, donando una musicalità accogliente con arrangiamenti del tutto nuovi, frutto di una ricerca che tende a una sintassi sonora inedita.
Prossimo approdo a “Train de Vie – Musica su Rotaie”: 27 febbraio 2016 con il live di ANTONIO PASCUZZO.

Info e prenotazioni: “PORTO PETRAIO” (Salita Petraio 18/D, ad. stazione Petraio Funicolare Centrale, www.portopetraio.com);
Davide Mastropaolo “Agualoca Records”: +39334/8366202, info@agualocarecords.com, www.agualocarecords.comSabato 6 febbraio 2016 ore 21:00 i DRIVING MRS. SATAN live a PORTO PETRAIO (Salita Petraio n. 18/D) presentano il loro nuovo cd “Did you Mrs. me?” nell’ambito della III edizione della rassegna “TRAIN DE VIE – Musica su Rotaie”. Contributo al concerto Euro 10,00; gradita la prenotazione.

LA FORMAZIONE:
Claudia Sorvillo: voce; Giacomo Pedicini: basso, produzione artistica e arrangiamenti; Valerio Middione: chitarra; Antonio Esposito: batteria e vibrafono.

La performance dei “Driving Mrs. Satan” segna il VI appuntamento della kermesse “TRAIN DE VIE – Musica su Rotaie”, voluta dalla label AGUALOCA RECORDS con la direzione artistica di DAVIDE MASTROPAOLO, e ospitata da PORTO PETRAIO. Formula invariata: opening aperitif ore 20:00, start concert ore 21:00.
Dopo la pubblicazione dell’album d’esordio “Popscotch” (Agualoca Records, 2014), i Driving Mrs. Satan, la band che rilegge in acustico i classici dell’heavy metal, torna con un nuovo disco: “Did you Mrs. me?”, in uscita a febbraio 2016 per “Agualoca Records”. Registrato tra Napoli, Roma, Londra e Parigi, prodotto da Giacomo Pedicini, missato e masterizzato da Salvio Vassallo, “Did you Mrs. Me?” ha vari ospiti al suo interno, tra cui Francesco Forni, da due decenni amico e compagno di viaggio musicale di Giacomo, ospite nel cult dei Black Sabbath, “Iron Man”.
“Negli ultimi due anni ho scritto gli arrangiamenti dell’album mentre ero in tour in Europa”, dice Pedicini, fondatore della band, a proposito di questa nuova fatica discografica. “Ho provato a esplorare nuovi percorsi” – continua – “a cercare un sound differente. Ero influenzato da come attorno a me cambiasse il paesaggio… Il tour mi ha dato uno sguardo sul mondo da varie prospettive, cosicché siamo andati in diverse direzioni e sfumature. Una volta entrati in studio è stato facile immaginare intrecci di archi con ottoni. Molte canzoni parlano del concetto di tempo, delle esperienze che cambiano, della consapevolezza che “E’ inutile tornare a ieri perché ero un’altra persona…”
Anche se ancora focalizzato sulle strutture melodiche e sui testi delle canzoni originali, “Did you Mrs. me?” è molto diverso da “Popscotch”. Il concept resta: rivivere evergreen heavy metal in maniera minimal, intimista, quasi crepuscolare, ma con una tessitura più scura, un ensemble più ricco, arrangiamenti più pieni e una costruzione più estrosa. “Abbiamo permesso a noi stessi di immaginare dove si potesse andare” – prosegue Pedicini” – “e pian piano i brani si sono sviluppati in qualcosa di autentico e accessibile”.
Il tempo è di sicuro il tema ricorrente dell’album, l’elemento che mette in connessione i personaggi delle canzoni. Dall’uomo divorato dalla sua relazione col tempo perduto che non recupererà mai (“Antisocial”), al demonio degli Iron Maiden che ha il tempo “sempre al suo fianco” in “Caught Somewhere in Time”; da “Iron Man” dei Black Sabbath che viaggia nel futuro, sino a alla marcia nel tempo per i soldati – e per l’umanità intera – di “For Whom the Bell Tolls” dei Metallica.
Con “Popscotch” i Driving Mrs. Satan hanno girato l’Europa in lungo e in largo. Ora di ritorno a Napoli sembra che abbiano trovato il perfetto equilibrio con una band più ampia che include il chitarrista Valerio Middione e il batterista e polistrumentista Antonio Esposito. Con l’uscita di “Did you Mrs. me?” il gruppo sarà in tour in Italia, Germania e Spagna.
Anche per la serata a Porto Petraio la voce della Sorvillo, al contempo sensuale ed eterea, grazie all’ottimo interplay tra i musicisti, assicura un’esibizione in grado di spogliare brani noti della loro veste originaria, donando una musicalità accogliente con arrangiamenti del tutto nuovi, frutto di una ricerca che tende a una sintassi sonora inedita.
Prossimo approdo a “Train de Vie – Musica su Rotaie”: 27 febbraio 2016 con il live di ANTONIO PASCUZZO.

Info e prenotazioni: “PORTO PETRAIO” (Salita Petraio 18/D, ad. stazione Petraio Funicolare Centrale, www.portopetraio.com);
Davide Mastropaolo “Agualoca Records”: +39334/8366202, info@agualocarecords.com, www.agualocarecords.com

Lascia una risposta