Delneri "4 gol, c´è poco da aggiungere"-Krasic, tripletta da sogno

0

 Il tecnico bianconero è soddisfatto della prestazione della sua Juve: “Creiamo tante palle gol, oggi abbiamo concretizzato. Krasic? Elemento molto importante, ma può ancora migliorare”. Melo entusiasta: “Siamo sulla strada giusta per tornare grandi”

Gigi Delneri – La squadra è sempre la stessa, solo che prima i risultati non ci premiavano. Andiamo avanti con serenità partita dopo partita, sapendo che c’è ancora molto da fare. La difesa? Ci sono anche gli avversari, in questo momento paghiamo tutti i nostri errori, ma dobbiamo sicuramente migliorare. Oggi comunque c’è poco da dire, abbiamo fatto quattro gol è questa è la cosa più importante. Krasic? Cerchiamo di non dipendere da nessuno, né da lui né da Del Piero. Si è inserito molto bene. è sicuramente un elemento importante ma anche lui può migliorare. Continuiamo a creare tante palle gol e questo è importante. Il campionato è duro, la classifica è corta, ogni domenica sarà una battaglia. Noi vogliamo esserci.

Giorgio Chiellini – Krasic come Nedved? Hanno caratteristiche diverse, ma sarà anche lui un giocatore importante di questa Juve. Speriamo continui così, sta facendo la differenza. Noi ci siamo, abbiamo avuto qualche problema all’inizio ma siamo un gran gruppo e se mettiamo la giusta cattiveria possiamo fare bene. Dobbiamo migliorare, concediamo ancora troppo, ma stiamo anche creando tanto e facciamo tanti gol. Avanti così.

Felipe Melo – Pian piano sono riuscito a cambiare, con tanta forza di volontà. Quest’anno sono molto più sereno, siamo una squadra nuova, giochiamo insieme da poco, dobbiamo conoscerci meglio. Oggi abbiamo giocato una grande partita, siamo sulla strada giusta per tornare grandi.

Leonardo Bonucci – Oggi diciamo grazie a Krasic, ma dobbiamo ancora migliorare in fase difensiva. Dobbiamo crescere e cercare di tradurre in campo le indicazioni del mister. Si tratta di prestare maggiore attenzione.

Pierpaolo Bisoli – Abbiamo sofferto i loro centimetri e ci è mancata la nostra solita cattiveria. Non possiamo venire a Torino e concedere i rimpalli, forse non sono riuscito a trasmettere alla squadra la cattiveria che avevamo nelle partite precedenti. Ma perdere a Torino ci può stare. Loro hanno avuto cinque occasioni e hanno fatto quattro gol. Abbiamo concesso troppo sulle palle inattive, sapevamo che era un loro punto forte e non siamo riusciti a rimediare.

fonte:eurosport           scelto da michele de lucia
 
visita ilmio blog