Piano Export Sud Terminato a Vietri sul Mare l’incoming per la ceramica artistica

0

Oltre 300 incontri b2b, con il coinvolgimento di 26 aziende locali e la partecipazione ed il grande interesse mostrato da 12 buyers internazionali provenienti da Cina, Croazia, Francia, Slovenia, Ucraina e Stati Uniti verso la ceramica artistica tradizionale: sono i numeri con i quali si è appena conclusa, a Vietri sul Mare, l’iniziativa realizzata nell’ambito del programma operativo per la seconda annualità del Piano Export Sud. Un’azione a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese, organizzata dall’ ICE – Agenzia per la promozione sui mercati esteri delle imprese italiane d’intesa con CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa che, per tre giorni, ha consentito la conoscenza diretta, non solo delle produzioni artigianali, ma anche del contesto culturale, paesaggistico e finanche enogastromico che le accompagna. Ed è più che positivo il bilancio conclusivo per l’incoming che ha potuto registrate contatti tra imprese e operatori, ma anche veri e propri contratti tra domanda ed offerta. Alcuni operatori internazionali hanno lasciato Vietri sul Mare anche con un preciso invito rivolto ad alcuni artigiani salenrtiani: recarsi sui mercati esteri per realizzare esposizioni delle loro opere, ma anche effetuare delle vere e proprie lezioni per mostrare l’arte e la tradizione che rendono unici in Made in Italy.
“Siamo soddisfatti di questa esperienza che ha fatto aiutato le nostre piccole e medie impresead approfondire quali opportunità riservi l’internazionalizzazione – ha affermato il maestro ceramista Lucio Ronca, vice presidente nazionale Unione Artistico Tradizionale Cna – Le nostre imprese ci chiedono di proseguire su questo percorso e noi siamo pronti a fare sistema con Ice”.
Ad aver avuto grande soddisfazione, nel contatto diretto con gli operatori internazionali, sono stati in modo particolare i giovani artigiani piu inclini al marketing, alla conversazione in lingua e all’utilizzo dei pc. Oltre agli incontri commerciali, Cna e Comune di Vietri sul Mare hanno anche organizzato una serie di visite guidate alla scoperta del territorio, in modo particolare accompagnando gli operatori presso il Museo provinciale della Ceramica di Villa Guariglia ed il Palazzo della Guardia dove hanno ammirato le opere in ceramica di arte contemporanea. L’iniziativa è una ennesima tappa delle tante già portate a termine con successo, nell’ambito del Piano Export Sud, affinché le eccellenze del “Made in Italy” vengano sempre più valorizzate ed apprezzate a livello mondiale.Oltre 300 incontri b2b, con il coinvolgimento di 26 aziende locali e la partecipazione ed il grande interesse mostrato da 12 buyers internazionali provenienti da Cina, Croazia, Francia, Slovenia, Ucraina e Stati Uniti verso la ceramica artistica tradizionale: sono i numeri con i quali si è appena conclusa, a Vietri sul Mare, l’iniziativa realizzata nell’ambito del programma operativo per la seconda annualità del Piano Export Sud. Un’azione a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese, organizzata dall’ ICE – Agenzia per la promozione sui mercati esteri delle imprese italiane d’intesa con CNA – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa che, per tre giorni, ha consentito la conoscenza diretta, non solo delle produzioni artigianali, ma anche del contesto culturale, paesaggistico e finanche enogastromico che le accompagna. Ed è più che positivo il bilancio conclusivo per l’incoming che ha potuto registrate contatti tra imprese e operatori, ma anche veri e propri contratti tra domanda ed offerta. Alcuni operatori internazionali hanno lasciato Vietri sul Mare anche con un preciso invito rivolto ad alcuni artigiani salenrtiani: recarsi sui mercati esteri per realizzare esposizioni delle loro opere, ma anche effetuare delle vere e proprie lezioni per mostrare l’arte e la tradizione che rendono unici in Made in Italy.
“Siamo soddisfatti di questa esperienza che ha fatto aiutato le nostre piccole e medie impresead approfondire quali opportunità riservi l’internazionalizzazione – ha affermato il maestro ceramista Lucio Ronca, vice presidente nazionale Unione Artistico Tradizionale Cna – Le nostre imprese ci chiedono di proseguire su questo percorso e noi siamo pronti a fare sistema con Ice”.
Ad aver avuto grande soddisfazione, nel contatto diretto con gli operatori internazionali, sono stati in modo particolare i giovani artigiani piu inclini al marketing, alla conversazione in lingua e all’utilizzo dei pc. Oltre agli incontri commerciali, Cna e Comune di Vietri sul Mare hanno anche organizzato una serie di visite guidate alla scoperta del territorio, in modo particolare accompagnando gli operatori presso il Museo provinciale della Ceramica di Villa Guariglia ed il Palazzo della Guardia dove hanno ammirato le opere in ceramica di arte contemporanea. L’iniziativa è una ennesima tappa delle tante già portate a termine con successo, nell’ambito del Piano Export Sud, affinché le eccellenze del “Made in Italy” vengano sempre più valorizzate ed apprezzate a livello mondiale.