Praiano spunta staffetta Di Martino- Ferraioli, Agerola Luca Mascolo punta alla Colonia, Ravello è guerra, Cetara e…

0

Praiano spunta staffetta Di Martino- Ferraioli, Agerola Luca Mascolo punta alla Colonia, Ravello è guerra, Cetara e Conca dei Marini sono in stand by. Il quadro che periodicamente sta facendo Positanonews sui comuni della Costiera amalfitana che andranno al voto al prossima primavera presenta rilevanti novità sopratutto a Ravello, quotidiane praticamente, mentre negli altri comuni della costa d’ Amalfi si sa poco o niente. Molto condiviso l’intervento di Valerio Milano che in fondo auspicava forze nuove per affiancare Giovanni Di Martino sindaco e pare che stia circolando il nome di Andrea Ferraioli, figlio del sindaco di Furore Raffaele Ferraioli, Andrea si è impegnato come presidente di una associazione turistica a Praiano e pare che possa essere in pectore candidato e possibile vice sindaco di Di Martino, per poter poi in futuro proseguire magari con una staffetta a sindaco. Solo ipotesi mentre dalle opposizioni ancora non emerge un nome, i giovani cercano di organizzare una lista. A Ravello intanto si serrano le fila, Ravello nel Cuore sottolinea che non si sente la “terza lista”, ma una lista che mira alla vittoria, mentre Salvatore Di Martino e Ulisse Di Palma attaccano con richieste di accesso agli atti alla Fondazione Ravello sulle nomine, il sindaco Paolo Vuilleumier si gioca la carta del PUC per affrontare la nota dolente dell’urbanistica e della soluzione di ataviche problematiche. Ad Agerola Luca Mascolo , con una squadra molto mediatica al seguito, sembra non avere avversari, membro di spicco del PD in Campania, vicino all’ex sindaco di Salerno De Luca, consigliere della Città Metropolitana di Napoli, e fra i primi a seguire Renzi, sembra concentrarsi sui lavori della Colonia Montana con la squadra da ripresentare quasi al gran completo, Pisacane è sparito dall’orizzonte, mentre si muovono i Cinque Stelle, ma non sembrano rappresentare un pericolo per Luca. A Cetara Secondo Squizzato, che dovrebbe passare il testimone, per molti per stanchezza, sopratutto per tutte le cause che gli sono piovute, in gran parte impropriamente, addosso, a favore di Della Monica, non ha ancora fatto un’uscita ufficiale al proposito, idem per Gaetano Frate, che ci disse che pensava di non ricandidarsi per cercare qualche nome nuovo, ma al momento non c’è nulla all’orizzonte e la candidatura di Frate sembra essere l’unica in circolazione. Staremo a vedere…

Praiano spunta staffetta Di Martino- Ferraioli, Agerola Luca Mascolo punta alla Colonia, Ravello è guerra, Cetara e Conca dei Marini sono in stand by. Il quadro che periodicamente sta facendo Positanonews sui comuni della Costiera amalfitana che andranno al voto al prossima primavera presenta rilevanti novità sopratutto a Ravello, quotidiane praticamente, mentre negli altri comuni della costa d' Amalfi si sa poco o niente. Molto condiviso l'intervento di Valerio Milano che in fondo auspicava forze nuove per affiancare Giovanni Di Martino sindaco e pare che stia circolando il nome di Andrea Ferraioli, figlio del sindaco di Furore Raffaele Ferraioli, Andrea si è impegnato come presidente di una associazione turistica a Praiano e pare che possa essere in pectore candidato e possibile vice sindaco di Di Martino, per poter poi in futuro proseguire magari con una staffetta a sindaco. Solo ipotesi mentre dalle opposizioni ancora non emerge un nome, i giovani cercano di organizzare una lista. A Ravello intanto si serrano le fila, Ravello nel Cuore sottolinea che non si sente la "terza lista", ma una lista che mira alla vittoria, mentre Salvatore Di Martino e Ulisse Di Palma attaccano con richieste di accesso agli atti alla Fondazione Ravello sulle nomine, il sindaco Paolo Vuilleumier si gioca la carta del PUC per affrontare la nota dolente dell'urbanistica e della soluzione di ataviche problematiche. Ad Agerola Luca Mascolo , con una squadra molto mediatica al seguito, sembra non avere avversari, membro di spicco del PD in Campania, vicino all'ex sindaco di Salerno De Luca, consigliere della Città Metropolitana di Napoli, e fra i primi a seguire Renzi, sembra concentrarsi sui lavori della Colonia Montana con la squadra da ripresentare quasi al gran completo, Pisacane è sparito dall'orizzonte, mentre si muovono i Cinque Stelle, ma non sembrano rappresentare un pericolo per Luca. A Cetara Secondo Squizzato, che dovrebbe passare il testimone, per molti per stanchezza, sopratutto per tutte le cause che gli sono piovute, in gran parte impropriamente, addosso, a favore di Della Monica, non ha ancora fatto un'uscita ufficiale al proposito, idem per Gaetano Frate, che ci disse che pensava di non ricandidarsi per cercare qualche nome nuovo, ma al momento non c'è nulla all'orizzonte e la candidatura di Frate sembra essere l'unica in circolazione. Staremo a vedere…

Lascia una risposta