Vico Equense, Raffaele Bosco: prigionieri in casa. Piano di Sorrento, Elefante: “Spezie un gioco di Cappiello”

0

Elezioni 2016 in Penisola Sorrentina, a Vico Equense e Piano di Sorrento, sembra strano ma ogni giorno ci sono non una ma dieci notizie. Anche oggi, come ogni giorno, facciamo il punto con Positanonews. A Vico Equense trascurata, anche mediaticamente, la zona alta, la Raffaele Bosco. Ecco un messaggio su cosa succede su Ogni buco non è un pertuso: “Via Cocurullo, localitá Preazzano, se devi uscire dopo le 7.30 con l’auto resti a casa… I cantieri privati devono fare cronoprogrammi e fior di documentazione prima di cominciare i lavori mentre qui sulla Raffaele Bosco si sigillano persone in casa completamente a cazzo di cane. Che ne dice il nostro responsabile dei lavori pubblici… che manco hanno avvisato? Se volessimo dare uno sguardo agli adempimenti di sicurezza e alla programmazione di tale chiusura con chi dovremmo parlare?”. La Raffaele Bosco è un vero e proprio percorso di guerra, come si può vedere dal gruppo facebook tenuto da Rossella Staiano. Per quanto riguardo la querelle Migliaccio-Cinque, il sindaco è isolato, almeno sul fatto di dover sfiduciare il Presidente a tre mesi dal voto, anche se Buonocore – suo avversario in un certo qualsenso, visto che è fra i candidati sindaco – gli dà in parte ragione, non dimenticandosi che fu proprio grazie alle opposizioni che Maurizio Cinque fu eletto proprio a suo discapito: “Doveva chiamare la forza pubblica in quell’occasione ha sbagliato”. A Piano di Sorrento è stata fatta circolare la candidatura di Spiezie fra il gruppo di maggioranza di Giovanni Ruggiero. “Un gioco di Cappiello”, secondo l’ingegner Antonio Elefante. Insomma tutti nomi che stanno uscendo, oramai a ritmo serrato, per depistare e perdere tempo, a tutto vantaggio poi di Salvatore Cappiello. Candidature “cotte” e “bruciate” una a una, alla fine si dovrà fare i conti con l’unica possibile, quella iniziale, di Salvatore Cappiello e Rosa Russo “Spiezie è un serio professionista preparato nel suo campo, ma è come chiedere a un giocatore di pallacanestro di giocare a calcio…”. Qualcuno pensa che sia la maggioranza a fare il “gioco” a discapito di Cappiello, il nome sarebbe nato da Maurizio Ruggiero e Giovanni Iaccarino, ma in un caso o nell’altro sarà sempre questi ad avvantaggiarsene, sempre che rappresentare la continuità con questa amministrazione sia un vantaggio. “Cappiello alla fine – spiega Elefante – senza parlare vorrà dimostrare che sarà l’unico nome spendibile al loro interno per una candidatura”. Mentre dalla maggioranza non si riesce a trovare chi si coaguli su un nome, nella minoranza rimane la candidatura di Vincenzo Iaccarino ma una riflessione va fatta sull’incontro con Pasquale D’Aniello con Antonio Elefante allargato a Gianni Iaccarino. “Dai partecipanti che vi sarebbero stati, fra cui Giovanni Iaccarino, tutto lascia pensare che per allargare i consensi ed aggregare si rimetterebbe in discussione la candidatura a sindaco, dunque non solo l’ipotesi Vincenzo Iaccarino…”. Pensa che potrebbe esserci qualche altro nome? “C’è qualche altro nome molto importante e competente, non uno sceso così per caso, ma preferisco non parlarne ora”.  E il dialogo con Luigi Iaccarino? “Dialogo e rispetto con Luigi che intende essere attivo, ma non si parla di impegno politico in prima persona”. Abbiamo sentito anche l’ex assessore Vincenzo Cosenza a proposito della Marina di Cassano, dopo che ci ha premesso che non si candiderà, e su chi vorrà votare la gente: “La Marina si dividerà, difficile che voti in maniera uniforme. Il paese comunque ha bisogno di rinnovamento e cerca un volto nuovo, ma al momento la situazione non è chiara”.

Elezioni 2016 in Penisola Sorrentina, a Vico Equense e Piano di Sorrento, sembra strano ma ogni giorno ci sono non una ma dieci notizie. Anche oggi, come ogni giorno, facciamo il punto con Positanonews. A Vico Equense trascurata, anche mediaticamente, la zona alta, la Raffaele Bosco. Ecco un messaggio su cosa succede su Ogni buco non è un pertuso: "Via Cocurullo, localitá Preazzano, se devi uscire dopo le 7.30 con l'auto resti a casa… I cantieri privati devono fare cronoprogrammi e fior di documentazione prima di cominciare i lavori mentre qui sulla Raffaele Bosco si sigillano persone in casa completamente a cazzo di cane. Che ne dice il nostro responsabile dei lavori pubblici… che manco hanno avvisato? Se volessimo dare uno sguardo agli adempimenti di sicurezza e alla programmazione di tale chiusura con chi dovremmo parlare?". La Raffaele Bosco è un vero e proprio percorso di guerra, come si può vedere dal gruppo facebook tenuto da Rossella Staiano. Per quanto riguardo la querelle Migliaccio-Cinque, il sindaco è isolato, almeno sul fatto di dover sfiduciare il Presidente a tre mesi dal voto, anche se Buonocore – suo avversario in un certo qualsenso, visto che è fra i candidati sindaco – gli dà in parte ragione, non dimenticandosi che fu proprio grazie alle opposizioni che Maurizio Cinque fu eletto proprio a suo discapito: "Doveva chiamare la forza pubblica in quell'occasione ha sbagliato". A Piano di Sorrento è stata fatta circolare la candidatura di Spiezie fra il gruppo di maggioranza di Giovanni Ruggiero. "Un gioco di Cappiello", secondo l'ingegner Antonio Elefante. Insomma tutti nomi che stanno uscendo, oramai a ritmo serrato, per depistare e perdere tempo, a tutto vantaggio poi di Salvatore Cappiello. Candidature "cotte" e "bruciate" una a una, alla fine si dovrà fare i conti con l'unica possibile, quella iniziale, di Salvatore Cappiello e Rosa Russo "Spiezie è un serio professionista preparato nel suo campo, ma è come chiedere a un giocatore di pallacanestro di giocare a calcio…". Qualcuno pensa che sia la maggioranza a fare il "gioco" a discapito di Cappiello, il nome sarebbe nato da Maurizio Ruggiero e Giovanni Iaccarino, ma in un caso o nell'altro sarà sempre questi ad avvantaggiarsene, sempre che rappresentare la continuità con questa amministrazione sia un vantaggio. "Cappiello alla fine – spiega Elefante – senza parlare vorrà dimostrare che sarà l'unico nome spendibile al loro interno per una candidatura". Mentre dalla maggioranza non si riesce a trovare chi si coaguli su un nome, nella minoranza rimane la candidatura di Vincenzo Iaccarino ma una riflessione va fatta sull'incontro con Pasquale D'Aniello con Antonio Elefante allargato a Gianni Iaccarino. "Dai partecipanti che vi sarebbero stati, fra cui Giovanni Iaccarino, tutto lascia pensare che per allargare i consensi ed aggregare si rimetterebbe in discussione la candidatura a sindaco, dunque non solo l'ipotesi Vincenzo Iaccarino…". Pensa che potrebbe esserci qualche altro nome? "C'è qualche altro nome molto importante e competente, non uno sceso così per caso, ma preferisco non parlarne ora".  E il dialogo con Luigi Iaccarino? "Dialogo e rispetto con Luigi che intende essere attivo, ma non si parla di impegno politico in prima persona". Abbiamo sentito anche l'ex assessore Vincenzo Cosenza a proposito della Marina di Cassano, dopo che ci ha premesso che non si candiderà, e su chi vorrà votare la gente: "La Marina si dividerà, difficile che voti in maniera uniforme. Il paese comunque ha bisogno di rinnovamento e cerca un volto nuovo, ma al momento la situazione non è chiara".