Pareggio a testa alta del Massa Lubrense

0

Contro la Scafatese 1922 per poco non ci esce la sorpresa

 

Redazione – È un pareggio a testa alta del Massa Lubrense contro la Scafatese 1922 e per poco non ci esce la sorpresa da parte dei nerazzurri.

Un buon inizio quello della squadra costiera in terra dell’agro che per poco non riesce a portare a casa tre vitali punti per la classifica che se ancora precaria, però se si va avanti così non la diventerebbe più.

La prima frazione di gioco scorre via con dei ritmi molto blandi che sono imposti dalle due squadre che non creano grandi occasioni da gol: da registrarsi una conclusione alta di Maggino dopo una buona azione personale al 14’, al 24’ un tiro di Altieri dalla distanza con palla larga ed al 29’ Testa che di pugno sventa una punizione dai trenta metri di Breglia.

Del tutto diversa la ripresa, gli uomini di mister Citarelli al 7’ hanno la prima vera palla gol con un cross del capitano Teta e con Guidelli che non riesce a deviare il pallone verso la porta di Stinga.

Il Massa Lubrense prova a giocare di ripartenza, ma non lesina di ben usufruire dei calci piazzati, specie i corner, ma prima all’11’ Breglia inventa per Maggino, ma la sua palla è deviata in corner, dallo stesso battuto al 12’ da Breglia la palla è per la testa di Esposito che se la fa bloccare da Testa.

I gialloblu cercano di alzare il ritmo e sfiorano due volte il vantaggio in pochi secondi con Martone: al 22’ il centravanti viene anticipato prima di battere a rete su un assist di Pelagione e poi, dall’angolo successivo, alza pochissimo sopra la traversa il cross a uscire di Teta.

Dai cross piazzati di Teta nascono le occasioni più pericolose per gli agresi; al 25’ la testata di Guidelli è parata da Stinga, mentre al 35’ la retroguardia nerazzurra riesce a salvarsi in affanno con Di Donna. Ma quando corre il 37’, con la Scafatese completamente votata all’attacco, il Massa Lubrense confeziona la più ghiotta delle azioni gol con l’ex Maggino che riesce ad eludere l’intervento del portiere Testa, ma la sua conclusione a botta sicura viene ribattuta in spaccata dal rientrante Chiariello che salva miracolosamente il risultato. Mister Citarelli prova il tutto per tutto ed inserisce Esposito  G e proprio l’under per poco non decide il match a due minuti dal termine: su una palla alzata a campanile dalla difesa ospite, prima controlla e poi lascia partire un destro a giro teso che si infrange contro la traversa, e chiude la partita sullo 0-0.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2015-16 – GIRONE B – 16^ GIORNATA – 1^ RITORNO

SCAFATESE 1922 – MASSA LUBRENSE 0-0

 

SCAFATESE 1922 (4-4-2): Testa; Prisco (15’st Pelagione), De Bellis, Chiariello, Aufiero; De Simone (15’st Gallo), Teta, Giudelli, Formisano (38’st Esposito G); Martone, Sorrentino.

A disp: Amodio, Perone, Maresca, Zucca.   Allen: Citarelli.

MASSA LUBRENSE (4-4-2): Stinga; Buonomo,  Esposito R, Di Donna, Siniscalchi; Marino (1’st Ambrosio), Altieri, Vinaccia (29’st De Maio), Breglia (29’st Volpe); Maggino, Cannavale.
A disp: Iaccarino, Vanacore, Arcobelli, Apreda.     Allen: Russo.

Arbitro: David Guida di Torre Annunziata.
Assistenti: Giuseppe  Cesarano e Giorgio  Scarfati di Castellammare di Stabia.
Ammoniti: 42’pt De Bellis (S); st – 9’ Siniscalschi (ML), 35’ Aufiero (S), 38’ De Maio (ML).

Note: giornata variabile, terreno in discrete condizioni, spettatori 100 circa.

Angoli: 9-7.   Recuperi: 0’pt e 4’st.

 

GIUSEPPE SPASIANO

Contro la Scafatese 1922 per poco non ci esce la sorpresa

 

Redazione – È un pareggio a testa alta del Massa Lubrense contro la Scafatese 1922 e per poco non ci esce la sorpresa da parte dei nerazzurri.

Un buon inizio quello della squadra costiera in terra dell’agro che per poco non riesce a portare a casa tre vitali punti per la classifica che se ancora precaria, però se si va avanti così non la diventerebbe più.

La prima frazione di gioco scorre via con dei ritmi molto blandi che sono imposti dalle due squadre che non creano grandi occasioni da gol: da registrarsi una conclusione alta di Maggino dopo una buona azione personale al 14’, al 24’ un tiro di Altieri dalla distanza con palla larga ed al 29’ Testa che di pugno sventa una punizione dai trenta metri di Breglia.

Del tutto diversa la ripresa, gli uomini di mister Citarelli al 7’ hanno la prima vera palla gol con un cross del capitano Teta e con Guidelli che non riesce a deviare il pallone verso la porta di Stinga.

Il Massa Lubrense prova a giocare di ripartenza, ma non lesina di ben usufruire dei calci piazzati, specie i corner, ma prima all’11’ Breglia inventa per Maggino, ma la sua palla è deviata in corner, dallo stesso battuto al 12’ da Breglia la palla è per la testa di Esposito che se la fa bloccare da Testa.

I gialloblu cercano di alzare il ritmo e sfiorano due volte il vantaggio in pochi secondi con Martone: al 22’ il centravanti viene anticipato prima di battere a rete su un assist di Pelagione e poi, dall’angolo successivo, alza pochissimo sopra la traversa il cross a uscire di Teta.

Dai cross piazzati di Teta nascono le occasioni più pericolose per gli agresi; al 25’ la testata di Guidelli è parata da Stinga, mentre al 35’ la retroguardia nerazzurra riesce a salvarsi in affanno con Di Donna. Ma quando corre il 37’, con la Scafatese completamente votata all’attacco, il Massa Lubrense confeziona la più ghiotta delle azioni gol con l’ex Maggino che riesce ad eludere l’intervento del portiere Testa, ma la sua conclusione a botta sicura viene ribattuta in spaccata dal rientrante Chiariello che salva miracolosamente il risultato. Mister Citarelli prova il tutto per tutto ed inserisce Esposito  G e proprio l’under per poco non decide il match a due minuti dal termine: su una palla alzata a campanile dalla difesa ospite, prima controlla e poi lascia partire un destro a giro teso che si infrange contro la traversa, e chiude la partita sullo 0-0.

 

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2015-16 – GIRONE B – 16^ GIORNATA – 1^ RITORNO

SCAFATESE 1922 – MASSA LUBRENSE 0-0

 

SCAFATESE 1922 (4-4-2): Testa; Prisco (15’st Pelagione), De Bellis, Chiariello, Aufiero; De Simone (15’st Gallo), Teta, Giudelli, Formisano (38’st Esposito G); Martone, Sorrentino.

A disp: Amodio, Perone, Maresca, Zucca.   Allen: Citarelli.

MASSA LUBRENSE (4-4-2): Stinga; Buonomo,  Esposito R, Di Donna, Siniscalchi; Marino (1’st Ambrosio), Altieri, Vinaccia (29’st De Maio), Breglia (29’st Volpe); Maggino, Cannavale.
A disp: Iaccarino, Vanacore, Arcobelli, Apreda.     Allen: Russo.

Arbitro: David Guida di Torre Annunziata.
Assistenti: Giuseppe  Cesarano e Giorgio  Scarfati di Castellammare di Stabia.
Ammoniti: 42’pt De Bellis (S); st – 9’ Siniscalschi (ML), 35’ Aufiero (S), 38’ De Maio (ML).

Note: giornata variabile, terreno in discrete condizioni, spettatori 100 circa.

Angoli: 9-7.   Recuperi: 0’pt e 4’st.

 

GIUSEPPE SPASIANO