Bagadur-Prce-Ronaldo: tris d’acquisti per la Salernitana, oggi ufficialità e primo allenamento

0

Un brasiliano e due croati, la Salernitana parla straniero. Oggi è il giorno in cui sono previste le ufficializzazioni del centrocampista Ronaldo Pompeu Da Silva (’90) e dei difensori Ricardo Bagadur (’95) e Franjo Prce (’96): tutti e tre hanno raggiunto ieri l’accordo con l’entourage granata e saranno a disposizione di Vincenzo Torrente a partire da oggi, alla ripresa degli allenamenti al Volpe e in seguito aggregandosi al ritiro di Serino (proseguirà la spola avviata la scorsa settimana, ndr). Il primo arriva in prestito dalla Lazio, che l’ha appena prelevato dall’Empoli con cui ha fin qui collezionato 3 presenze in massima serie nella prima parte di stagione: il club di Lotito punta sul brasiliano per il futuro e ha scelto Salerno per testarlo da vicino. Anche se di prove non ne avrebbe bisogno, parlano le 72 presenze (con 4 gol) in Serie B nel palmarès di Ronaldo che ha vestito anche le casacche di Mantova, Padova, Catanzaro, Grosseto e – l’anno scorso – Pro Vercelli. L’ultima sua presenza ufficiale è datata 24 settembre 2015, dunque quasi 4 mesi fa, ma la giovane età del calciatore nonchè la costanza negli allenamenti dovrebbe azzerare gli ostacoli verso un impiego dal primo minuto fin dalla gara di sabato in quel di Avellino.

Stesso dicasi per Bagadur, giovane scuola Rijeka che l’anno scorso ha pure esordito in Serie A con la casacca della Fiorentina, che l’ha girato in prestito alla Salernitana. Viste le condizioni ancora incerte di Bernardini e Tuia, non è escluso che Torrente possa affidarsi a lui fin dal delicato match del 16 come centrale destro di difesa. Il ben piazzato Bagadur, inoltre, può disimpegnarsi all’occorrenza anche da terzino destro. Il 20enne calciatore è regolarmente allenato ed in condizione, è stato nel giro della prima squadra fino all’altro ieri (in panchina con Paulo Sousa per Fiorentina-Lazio, ndr) ed ha giocato in Primavera nella prima metà di stagione (l’ultimo match il 19 dicembre, ndr).

Infine, il difensore centrale Franjo Prce (’96), che ha fatto benissimo con la Primavera della Lazio. Pure lui arriva in prestito dai capitolini, con cui ha un contratto fino al 2018: partirà tra i rincalzi e cercherà di ritagliarsi il suo spazio, essendo all’esordio assoluto tra i professionisti. Stefano Pioli, infatti, l’ha tenuto in grande considerazione portandolo in ritiro coi biancocelesti fin dall’estate e spesso in panchina con la prima squadra, ma non gli ha mai potuto concedere la gioia dell’esordio. A differenza di Bagadur, però, non ha trovato grossa continuità con la Primavera: solo 2 presenze per lui coi ragazzi di Simone Inzaghi, l’ultima a fine novembre. Anche in questo caso, come per Ronaldo, la carta d’identità verdissima e l’essersi allenato con costanza ad alti livelli annulleranno il gap derivante dalla famosa “mancanza del ritmo partita”.
fonte solosalerno.it
articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitanaUn brasiliano e due croati, la Salernitana parla straniero. Oggi è il giorno in cui sono previste le ufficializzazioni del centrocampista Ronaldo Pompeu Da Silva (’90) e dei difensori Ricardo Bagadur (’95) e Franjo Prce (’96): tutti e tre hanno raggiunto ieri l’accordo con l’entourage granata e saranno a disposizione di Vincenzo Torrente a partire da oggi, alla ripresa degli allenamenti al Volpe e in seguito aggregandosi al ritiro di Serino (proseguirà la spola avviata la scorsa settimana, ndr). Il primo arriva in prestito dalla Lazio, che l’ha appena prelevato dall’Empoli con cui ha fin qui collezionato 3 presenze in massima serie nella prima parte di stagione: il club di Lotito punta sul brasiliano per il futuro e ha scelto Salerno per testarlo da vicino. Anche se di prove non ne avrebbe bisogno, parlano le 72 presenze (con 4 gol) in Serie B nel palmarès di Ronaldo che ha vestito anche le casacche di Mantova, Padova, Catanzaro, Grosseto e – l’anno scorso – Pro Vercelli. L’ultima sua presenza ufficiale è datata 24 settembre 2015, dunque quasi 4 mesi fa, ma la giovane età del calciatore nonchè la costanza negli allenamenti dovrebbe azzerare gli ostacoli verso un impiego dal primo minuto fin dalla gara di sabato in quel di Avellino.

Stesso dicasi per Bagadur, giovane scuola Rijeka che l’anno scorso ha pure esordito in Serie A con la casacca della Fiorentina, che l’ha girato in prestito alla Salernitana. Viste le condizioni ancora incerte di Bernardini e Tuia, non è escluso che Torrente possa affidarsi a lui fin dal delicato match del 16 come centrale destro di difesa. Il ben piazzato Bagadur, inoltre, può disimpegnarsi all’occorrenza anche da terzino destro. Il 20enne calciatore è regolarmente allenato ed in condizione, è stato nel giro della prima squadra fino all’altro ieri (in panchina con Paulo Sousa per Fiorentina-Lazio, ndr) ed ha giocato in Primavera nella prima metà di stagione (l’ultimo match il 19 dicembre, ndr).

Infine, il difensore centrale Franjo Prce (’96), che ha fatto benissimo con la Primavera della Lazio. Pure lui arriva in prestito dai capitolini, con cui ha un contratto fino al 2018: partirà tra i rincalzi e cercherà di ritagliarsi il suo spazio, essendo all’esordio assoluto tra i professionisti. Stefano Pioli, infatti, l’ha tenuto in grande considerazione portandolo in ritiro coi biancocelesti fin dall’estate e spesso in panchina con la prima squadra, ma non gli ha mai potuto concedere la gioia dell’esordio. A differenza di Bagadur, però, non ha trovato grossa continuità con la Primavera: solo 2 presenze per lui coi ragazzi di Simone Inzaghi, l’ultima a fine novembre. Anche in questo caso, come per Ronaldo, la carta d’identità verdissima e l’essersi allenato con costanza ad alti livelli annulleranno il gap derivante dalla famosa “mancanza del ritmo partita”.
fonte solosalerno.it
articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitana