Zuniga vicinissimo al Bologna

0

 

Zuniga è vicino al Bologna, aria d’addio per Dezi

Camilo Zuniga, 30 anni ansa 

Zuniga, Si comincia da qui, per rilanciare poi altrove ciò che il Napoli risparmierà (in ingaggio) e incasserà: ma il primo posto da liberare, nel monte-ingaggi, è quello di Camilo Zuniga, in teoria in viaggio verso Bologna, in pratica ancora «bloccato» dai cosiddetti dettagli che non agevolano la chiusura di una trattativa avviata. Siamo alle rifiniture, a ciò che di ritengono particolari (in)influenti: perché quando la questione diviene economica, certo che nascono complicazioni. Bologna e Napoli hanno definito una sorta di patto, che va certificato attraverso le firme: ciò che resta degli stipendi del colombiano, verrà diviso in parti più o meno eque (seicentocinquata milioni li pagheranno i rossoblù) e il fluidificante sudamericano andrà per sei mesi a rilanciarsi con la squadra che sta facendo cose egregie e nelle quali può essere anche semplice inserirsi.  
Capitolo 2: chiaramente, De Guzman, che è l’altro «caso» interno; c’è il desiderio del calciatore di sottoporsi a un micro-intervento, e questa è la cronaca, poi le opinioni più disparate trascinano il centrocampista al Carpi (che sarebbe intenzionato a irrobustirsi) e anche in Olanda, dove le qualità di un calciatore che appena due anni e mezzo fa era nei ventitré del Mondiale in Brasile sono apprezzate. Il resto è da verificare: dai convocati per Frosinone è scivolato fuori Dezi, che dunque «sente» di essere in procinto di essere ceduto (ci sarebbe il Novara, ci sarebbe anche il Bari) e in questi giorni che diventeranno «tumultuosi» qualcosa spera di trovare anche Rafael (il Besiktas?). A quel punto, si riaprirebbero le porte per Nando Coppola, che è nato a Soccavo, ha cominciato con il Napoli….Tutto torna. 

fonte.corrieredellosport

 
Zuniga è vicino al Bologna, aria d’addio per Dezi

Camilo Zuniga, 30 anni ansa 
Zuniga, Si comincia da qui, per rilanciare poi altrove ciò che il Napoli risparmierà (in ingaggio) e incasserà: ma il primo posto da liberare, nel monte-ingaggi, è quello di Camilo Zuniga, in teoria in viaggio verso Bologna, in pratica ancora «bloccato» dai cosiddetti dettagli che non agevolano la chiusura di una trattativa avviata. Siamo alle rifiniture, a ciò che di ritengono particolari (in)influenti: perché quando la questione diviene economica, certo che nascono complicazioni. Bologna e Napoli hanno definito una sorta di patto, che va certificato attraverso le firme: ciò che resta degli stipendi del colombiano, verrà diviso in parti più o meno eque (seicentocinquata milioni li pagheranno i rossoblù) e il fluidificante sudamericano andrà per sei mesi a rilanciarsi con la squadra che sta facendo cose egregie e nelle quali può essere anche semplice inserirsi.  
Capitolo 2: chiaramente, De Guzman, che è l’altro «caso» interno; c’è il desiderio del calciatore di sottoporsi a un micro-intervento, e questa è la cronaca, poi le opinioni più disparate trascinano il centrocampista al Carpi (che sarebbe intenzionato a irrobustirsi) e anche in Olanda, dove le qualità di un calciatore che appena due anni e mezzo fa era nei ventitré del Mondiale in Brasile sono apprezzate. Il resto è da verificare: dai convocati per Frosinone è scivolato fuori Dezi, che dunque «sente» di essere in procinto di essere ceduto (ci sarebbe il Novara, ci sarebbe anche il Bari) e in questi giorni che diventeranno «tumultuosi» qualcosa spera di trovare anche Rafael (il Besiktas?). A quel punto, si riaprirebbero le porte per Nando Coppola, che è nato a Soccavo, ha cominciato con il Napoli….Tutto torna. 
fonte.corrieredellosport

Lascia una risposta