Atrani. Il Vescovo Soricelli intervenire per la prevenzione dei disastri

0

«Il nostro territorio necessita di un continuo monitoraggio. Bisogna pensare seriamente ad un’opera di prevenzione, per quanto è umanamente possibile». A chiedere che vengano adottati seri provvedimenti, per evitare che in Costiera possano ripetersi eventi nefasti come l’alluvione di Atrani, è l’arcivescovo della diocesi Cava-Amalfi, Orazio Soricelli. Che auspica interventi urgenti. «Il territorio della nostra Costiera – evidenza Soricelli – meraviglioso dal punto di vista paesaggistico, è anche delicato e fragile dal punto di vista idrogeologico. Se poi si aggiungono l’incuria, l’abusivismo edilizio, la negligenza, il degrado ambientale, lo sfruttamento del territorio, il poco rispetto della natura e l’insufficiente tutela e salvaguardia del creato, il pericolo si moltiplica e continuiamo a piangere vittime innocenti». Perciò l’alto prelato esorta «le autoritá del territorio a mettere in atto le iniziative più idonee per far fronte al delicato ed urgente problema» e sollecita anche tutte «le componenti ecclesiali a prendere a cuore la salvaguardia della natura e l’opera di prevenzione». Mentre l’arcivescovo chiede interventi che salvaguardino il comprensorio amalfitano, vanno a rilento le ricerche di Francesca Mansi, la 25enne trasportata, chissá dove, dalla colata di fango del 9 settembre. Anche ieri, infatti, gli unici sub che hanno perlustrato i fondali sono stati i volontari (Gianni Addabbo e Antonio De Vita) che continuano a immergersi e a ispezionare lo specchio d’acqua di fronte la spiaggia di Atrani. Nessuna notizia, invece, dei sommozzatori dei Vigili del fuoco che si sono visti, per l’ultima volta tre giorni fa. Intanto dovrebbe arrivare, in questi giorni, un’idrovora per facilitare le ricerche e liberare quel tratto di mare dal fango che è stato trasportato dall’esondazione del torrente Dragone. Oggi si svolgerá una riunione tecnica al Comune per stabilire le operazioni urgenti e necessarie da attuare. «Solo dopo aver stabilito gli interventi di somma urgenza – evidenzia il sindaco Carrano – potremo fare una reale stima dei danni subiti». Infine sono state predisposte, dall’assessorato provinciale al Mobilitá, corse straordinarie per gli alunni della scuola dell’infanzia ed elementare di Atrani che temporaneamente frequenteranno l’Istituto comprensivo di Amalfi. Gaetano de Stefano