Sorrento ,dibattito su bollette Gori ed acqua pubblica, se organizzato dal M5S, non si trova un buco per discuterne.

0

di Salvatore Caccaviello
Sorrento – Volendo parlare dei problemi che interessano la quotidianità dei nostri concittadini quello relativo al costo dell’acqua senz’altro occupa un posto di rilievo. Come è noto nell’anno appena trascorso sono state portate alla luce, grazie anche alla tenacia degli attivisti ed ai parlamentari del Movimento 5 Stelle , una serie di situazioni dannose per gli utenti. Tra le quali un costo ormai diventato insostenibile per tante famiglie, nonché il balzello delle bollette pregresse ante 2012. Senza tenere conto che lo scorso novembre il Consiglio regionale campano, durante l’assenza dei consiglieri penta stellati varò in poche decine di minuti una serie di provvedimenti che hanno riportato centinaia di milioni di debiti GORI sulle spalle dei cittadini che solo qualche giorno prima avevano vinto un ricorso al Tar contro la società privata. Con la nuova legge regionale in effetti si vuole rendere inoppugnabili le delibere sugli aumenti tariffari. Per approfondire tali tematiche, gli attivisti penta stellati della penisola sorrentina avevano organizzato un dibattito pubblico a cui per tempo si era dato la dovuta pubblicità da tenersi a Sorrento presso il Circolo dei Forestieri sabato 9 gennaio. Ma a quanto pare, poiché l’evento è organizzato dal Movimento 5 Stelle ,anche in quella data non ci sarà la disponibilità dei locali. Probabilmente anche altre sedi in penisola non saranno disponibili ed ancora una volta tematiche di importanza vitale per migliaia di famiglie non saranno prese in considerazione da chi amministra i nostri territori. Sull’argomento registriamo l’intervento su face book di uno dei più tenaci attivisti penta stellati, SALVATORE MARE. (s.c.)
L’Acqua a Sorrento non è pubblica nemmeno a parlarne.
Effettivamente il Movimento 5 Stelle fa paura, ed a temerlo sono ancora di più i luoghi simbolo del clientelismo politico come appare evidente a Sorrento.
Il MeetUp Penisola Sorrentina Amici di Beppe Grillo, era riuscito ad organizzare con notevoli sforzi, quelli tipici dell’associazionismo volontario, un dibattito pubblico sull’acqua e sulla legge regionale del vicepresidente Fulvio Bonavitacola fortemente voluta dal presidente De Luca, la cosiddetta “Salva GORI”, con l’intento di approfondire i temi sull’EIU (Ente Idrico Unico) e sulla politica di questa legge promulgata in continuità alla gestione Caldoro e in contrasto con il voto “contrario” espresso dagli italiani nel referendum del 2011.

Dapprima il Circolo dei Forestieri: nessuno degli addetti era disposto a trovare un po’ di tempo per aprire i locali e poi richiuderli a fine manifestazione poiché la domenica stanno chiusi. Siamo a conoscenza però che nei pomeriggi domenicali i locali sono aperti per ospitare le manifestazioni degli anziani (ben vengano).
Abbiamo quindi spostato l’evento al precedente sabato 9 gennaio: ci hanno allora comunicato che nel periodo invernale la chiusura della struttura è estesa a tutto il fine settimana.
Ci siamo rivolti ai gestori del Teatro Sant’Antonino (Cattedrale di Sorrento) i quali in un primo momento ci hanno dato la disponibilità, poi quando hanno saputo che al dibattito partecipava il Movimento 5 Stelle, hanno disdetto la data per non “fare torti politici”.
Tutto ciò dopo che il parroco don Fabio Savarese della Chiesa di San Giuseppe nella confinante Sant’Agnello, il giorno di Natale dopo la lettura del Vangelo, dal pulpito ha augurato lunga vita al presente e sorridente sindaco Piergiorgio Sagristani, perché “se sta bene lui stanno bene tutti”.
Invitiamo il lettore a prendere atto di chi aveva dato il proprio assenso a relazionare, quindi a dare il proprio apporto alla discussione (in ordine alfabetico):
il Consigliere alla Regione Campania Valeria Ciarambino (Membro de: Commissione trasparenza, V Commissione Sanità e Sicurezza Sociale, VIII Commissione Agricoltura, Caccia, Pesca, Risorse comunitarie e statali per lo sviluppo)
il Deputato Luigi Gallo (Membro de: Gruppo M5S alla Camera dei Deputati, VII Commissione – Cultura, Scienza e Istruzione, Commissione Parlamentare per le questioni Regionali)
il Consigliere alla Regione Campania Maria Muscarà: (Membro de: Commissione Terra dei Fuochi, IV Commissione Urbanistica, Lavori Pubblici, Trasporti, VII Commissione Ambiente, Energia e Protezione Civile
il Senatore Sergio Puglia (Membro de: Gruppo M5S al Senato, 11ª Commissione permanente – Lavoro, previdenza sociale, Commissione parlamentare per il controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale
il Consigliere alla Regione Campania Vincenzo Viglione: (Membro de: Commissione Anticamorra e beni confiscati, V Commissione, VII Commissione.
L’occasione di avere così tanti relatori preparati contemporaneamente, era più unica che rara e, se è vero che ci rendiamo conto che tutto ciò terrorizza, non ci fermeremo, i sorrentini devono sapere.
Acqua pubblica? È Meglio non parlarne, ma tacere in questo caso non è omertà, è mancata informazione, e quando non c’è condivisione non c’è democrazia (ma di questo siamo già consci).- Salvatore Mare – MeetUp Penisola Sorrentina Amici di Beppe Grillo.di Salvatore Caccaviello
Sorrento – Volendo parlare dei problemi che interessano la quotidianità dei nostri concittadini quello relativo al costo dell’acqua senz’altro occupa un posto di rilievo. Come è noto nell’anno appena trascorso sono state portate alla luce, grazie anche alla tenacia degli attivisti ed ai parlamentari del Movimento 5 Stelle , una serie di situazioni dannose per gli utenti. Tra le quali un costo ormai diventato insostenibile per tante famiglie, nonché il balzello delle bollette pregresse ante 2012. Senza tenere conto che lo scorso novembre il Consiglio regionale campano, durante l’assenza dei consiglieri penta stellati varò in poche decine di minuti una serie di provvedimenti che hanno riportato centinaia di milioni di debiti GORI sulle spalle dei cittadini che solo qualche giorno prima avevano vinto un ricorso al Tar contro la società privata. Con la nuova legge regionale in effetti si vuole rendere inoppugnabili le delibere sugli aumenti tariffari. Per approfondire tali tematiche, gli attivisti penta stellati della penisola sorrentina avevano organizzato un dibattito pubblico a cui per tempo si era dato la dovuta pubblicità da tenersi a Sorrento presso il Circolo dei Forestieri sabato 9 gennaio. Ma a quanto pare, poiché l’evento è organizzato dal Movimento 5 Stelle ,anche in quella data non ci sarà la disponibilità dei locali. Probabilmente anche altre sedi in penisola non saranno disponibili ed ancora una volta tematiche di importanza vitale per migliaia di famiglie non saranno prese in considerazione da chi amministra i nostri territori. Sull’argomento registriamo l’intervento su face book di uno dei più tenaci attivisti penta stellati, SALVATORE MARE. (s.c.)
L’Acqua a Sorrento non è pubblica nemmeno a parlarne.
Effettivamente il Movimento 5 Stelle fa paura, ed a temerlo sono ancora di più i luoghi simbolo del clientelismo politico come appare evidente a Sorrento.
Il MeetUp Penisola Sorrentina Amici di Beppe Grillo, era riuscito ad organizzare con notevoli sforzi, quelli tipici dell’associazionismo volontario, un dibattito pubblico sull’acqua e sulla legge regionale del vicepresidente Fulvio Bonavitacola fortemente voluta dal presidente De Luca, la cosiddetta “Salva GORI”, con l’intento di approfondire i temi sull’EIU (Ente Idrico Unico) e sulla politica di questa legge promulgata in continuità alla gestione Caldoro e in contrasto con il voto “contrario” espresso dagli italiani nel referendum del 2011.

Dapprima il Circolo dei Forestieri: nessuno degli addetti era disposto a trovare un po’ di tempo per aprire i locali e poi richiuderli a fine manifestazione poiché la domenica stanno chiusi. Siamo a conoscenza però che nei pomeriggi domenicali i locali sono aperti per ospitare le manifestazioni degli anziani (ben vengano).
Abbiamo quindi spostato l’evento al precedente sabato 9 gennaio: ci hanno allora comunicato che nel periodo invernale la chiusura della struttura è estesa a tutto il fine settimana.
Ci siamo rivolti ai gestori del Teatro Sant’Antonino (Cattedrale di Sorrento) i quali in un primo momento ci hanno dato la disponibilità, poi quando hanno saputo che al dibattito partecipava il Movimento 5 Stelle, hanno disdetto la data per non “fare torti politici”.
Tutto ciò dopo che il parroco don Fabio Savarese della Chiesa di San Giuseppe nella confinante Sant’Agnello, il giorno di Natale dopo la lettura del Vangelo, dal pulpito ha augurato lunga vita al presente e sorridente sindaco Piergiorgio Sagristani, perché “se sta bene lui stanno bene tutti”.
Invitiamo il lettore a prendere atto di chi aveva dato il proprio assenso a relazionare, quindi a dare il proprio apporto alla discussione (in ordine alfabetico):
il Consigliere alla Regione Campania Valeria Ciarambino (Membro de: Commissione trasparenza, V Commissione Sanità e Sicurezza Sociale, VIII Commissione Agricoltura, Caccia, Pesca, Risorse comunitarie e statali per lo sviluppo)
il Deputato Luigi Gallo (Membro de: Gruppo M5S alla Camera dei Deputati, VII Commissione – Cultura, Scienza e Istruzione, Commissione Parlamentare per le questioni Regionali)
il Consigliere alla Regione Campania Maria Muscarà: (Membro de: Commissione Terra dei Fuochi, IV Commissione Urbanistica, Lavori Pubblici, Trasporti, VII Commissione Ambiente, Energia e Protezione Civile
il Senatore Sergio Puglia (Membro de: Gruppo M5S al Senato, 11ª Commissione permanente – Lavoro, previdenza sociale, Commissione parlamentare per il controllo sull’attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale
il Consigliere alla Regione Campania Vincenzo Viglione: (Membro de: Commissione Anticamorra e beni confiscati, V Commissione, VII Commissione.
L’occasione di avere così tanti relatori preparati contemporaneamente, era più unica che rara e, se è vero che ci rendiamo conto che tutto ciò terrorizza, non ci fermeremo, i sorrentini devono sapere.
Acqua pubblica? È Meglio non parlarne, ma tacere in questo caso non è omertà, è mancata informazione, e quando non c’è condivisione non c’è democrazia (ma di questo siamo già consci).- Salvatore Mare – MeetUp Penisola Sorrentina Amici di Beppe Grillo.