Conca dei Marini / Amalfi . Incendio in deposito di limoni , spunta l’ipotesi dolosa

0

Spunta l’ipotesi dolosa per l’incendio avvenuto a  Conca dei Marini in Costiera Amalfitna ieri notte, alle 3 circa di mercoledì sei gennaio . L’ incendio in un deposito di limoni , il cui proprietario è di Amlafi, poco distante dalla polisportiva, sulla strada scorciatoia per Agerola.   A prendere fuoco mezzi con celle frigorifere con migliaia di cassette in pvc. L’incendio  ha distrutto due autocarri, adibiti al trasporto del tipico limone sfusato amalfitano, un’autovettura, una barca e alcuni motocicli. A indagare gli uomin della compagnia di Amalfi, diretti dal tenente Roberto Martina.  L’incendio è avvenuto alle 3  circa nel piazzale che si trova al di sotto del campetto sportivo, ed è divampato facilmente a causa delle cassette di pvc presenti in un mezzo. Vigili del fuoco del distaccamento di Maiori, allertati alle 3,25,  hanno dovuto chiedere aiuto ai colleghi di Salerno per riuscire ad avere la meglio sull’incendio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo operativo e della stazione comandata dal maresciallo Giuseppe Flinio Non si scarta nessuna ipotesi , fra cui il corto circuito. Tutto lascia pensare  però ad un’origine dolosa, ma non risulta che i proprietari , che commerciano limoni in tutta Italia fino in particolare al Nord, abbiano avuto minacce o richieste estorsive che possa giustificare qualche ritorsione,  dunque tutte le ipotesi sono al vaglio della scientifica e si stanno visionando tutte le telecamere di sicurezza degli esercizi commerciali nei dintorni . Il sindaco Gaetano Frate è intevenuto subito sul posto “Non è mai successa una cosa del genere a Conca, spero che si accerti e chiarisca al più presto la vicenda , siamo tutti dispiaciuti per quello che è avvenuto”

Spunta l'ipotesi dolosa per l'incendio avvenuto a  Conca dei Marini in Costiera Amalfitna ieri notte, alle 3 circa di mercoledì sei gennaio . L' incendio in un deposito di limoni , il cui proprietario è di Amlafi, poco distante dalla polisportiva, sulla strada scorciatoia per Agerola.   A prendere fuoco mezzi con celle frigorifere con migliaia di cassette in pvc. L'incendio  ha distrutto due autocarri, adibiti al trasporto del tipico limone sfusato amalfitano, un’autovettura, una barca e alcuni motocicli. A indagare gli uomin della compagnia di Amalfi, diretti dal tenente Roberto Martina.  L'incendio è avvenuto alle 3  circa nel piazzale che si trova al di sotto del campetto sportivo, ed è divampato facilmente a causa delle cassette di pvc presenti in un mezzo. Vigili del fuoco del distaccamento di Maiori, allertati alle 3,25,  hanno dovuto chiedere aiuto ai colleghi di Salerno per riuscire ad avere la meglio sull’incendio. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo operativo e della stazione comandata dal maresciallo Giuseppe Flinio Non si scarta nessuna ipotesi , fra cui il corto circuito. Tutto lascia pensare  però ad un'origine dolosa, ma non risulta che i proprietari , che commerciano limoni in tutta Italia fino in particolare al Nord, abbiano avuto minacce o richieste estorsive che possa giustificare qualche ritorsione,  dunque tutte le ipotesi sono al vaglio della scientifica e si stanno visionando tutte le telecamere di sicurezza degli esercizi commerciali nei dintorni . Il sindaco Gaetano Frate è intevenuto subito sul posto "Non è mai successa una cosa del genere a Conca, spero che si accerti e chiarisca al più presto la vicenda , siamo tutti dispiaciuti per quello che è avvenuto"